Il Teatro Eliseo è un Teatro di Roma. A partire dal 1900 centinaia di attori, registi, personaggi e spettatori emozionati hanno popolato le sale del Teatro Eliseo. Nomi del calibro di Eduardo De Filippo, Monica Vitti, Anna Magnani, Vittorio Gassman ne hanno calcato i palcoscenici, scrivendo ad ogni spettacolo un nuovo pezzo di storia del teatro italiano e internazionale.Costruito inizialmente in legno e dedicato a spettacoli di varietà con il nome di Arena Nazionale, (poi Nazionale), negli anni assume maggiore importanza fino a diventare un punto di riferimento nel panorama teatrale nazionale italiano.

Nel novembre 2014 il Teatro Eliseo sospende l'attività e viene sottoposto a importanti interventi di manutenzione straordinaria per riaprire nel settembre sotto la gestione e la direzione artistica di Luca Barbareschi. Nel 1918 nasce il Teatro Eliseo. Il luogo ribattezzato più volte a partire dal 1900, da Arena Nazionale a Teatro Apollo, viene definitivamente legato al nome Eliseo. La gestione è affidata a Mentore Clerici e ben presto l'Eliseo diviene luogo cardine della mondanità romana, anche se, nei primi anni di programmazione, gli spettacoli continuano ad essere incentrati sul genere dominante del tempo: l'operetta. Nel 1921 nasce la Compagnia Operette Eliseo, nella quale vengono scritturati artisti come Luigia Pieroni e Dirce Maretta. Batte ogni record d'incassi la Compagnia Operette di Guido Riccioli con Nanda Primavera, mentre alla fine del primo ventennio del secolo scorso si cominciano ad affacciare sempre di più nella programmazione del teatro gli spettacoli di prosa.  Il 1931 è l'anno in cui sale sul palcoscenico un nuovo comico d'avanspettacolo, il cui nome, interprete di Trick Track (ovvero il vergine folle), rimarrà legato alla storia del nostro paese: è Antonio De Curtis, in arte, Totò. Di lì a poco altri due esordi segnano la storia dell'Eliseo e del teatro italiano.  Nel 1934 debutta in Roxy Bar di P. Dumming, un giovane Paolo Stoppa mentre, un anno dopo, si forma la Compagnia Spettacoli Eliseo, dove appare per la prima volta la straordinaria Anna Magnani<