Al via la quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma. Si parte con Soul

Mercoledì, 14 Ottobre 2020

Da giovedì 15 ottobre, la quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma che si terrà fino al 25 ottobre con la direzione artistica di Antonio Monda, prodotta dalla Fondazione Cinema per Roma, Presidente Laura Delli Colli, Direttore Generale Francesca Via. L’Auditorium Parco della Musica resta il fulcro dell’evento, con i suoi spazi di proiezione e il red carpet. Come ogni anno, la Festa coinvolgerà numerose altre sale e luoghi della Capitale, dal centro alla periferia.

“Dare il via alla Festa del Cinema in un momento di grande delicatezza come quello che stiamo vivendo è il miglior modo di rispettare il nostro patto con gli spettatori e, insieme, di esprimere solidarietà al cinema, dai set alle sale, e ai suoi lavoratori per la ripartenza di un settore che riguarda un’industria con migliaia di persone in difficoltà – ha detto Laura Delli Colli – Portare film e protagonisti, in assoluta sicurezza, oltre l’Auditorium, in alcune sale della città è il miglior modo per incoraggiare il pubblico a tornare finalmente in sala superando timori e difficoltà che fanno purtroppo ancora parte della quotidianità di tutti noi. Festa numero 15 con mascherina, distanziamento, attenzioni e tante regole ma, in sintesi, con la volontà di non tradire le attese del pubblico e di riavvicinare gli spettatori alle sale in questi giorni e oltre la fine delle Festa”.

Alle ore 19.30, la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica ospiterà il film di apertura della quindicesima edizione, Soulil nuovo lungometraggio Disney e Pixar firmato dal premio Oscar® Pete Docter. Il protagonista di Soul è Joe Gardner, un insegnante di musica di scuola media che ha l’occasione di suonare nel migliore locale jazz della città. Un piccolo passo falso lo proietterà dalle strade di New York fino a un luogo fantastico in cui le nuove anime ricevono personalità, peculiarità e interessi prima di andare sulla Terra. Determinato a ritornare alla propria vita, Joe si allea con 22, un’anima ancora in formazione che non capisce il fascino dell’esperienza umana. Mentre Joe cerca disperatamente di mostrare a 22 cosa renda la vita così speciale, troverà le risposte alle questioni più rilevanti della nostra esistenza. Il pubblico potrà assistere al film in replica alle ore 20 presso la Sala Petrassi.

La proiezione sarà preceduta, alle ore 18.30, dal red carpet con i voice talent italiani di Soul. Il pubblico che vorrà assistere al tappeto rosso dovrà prenotarsi preventivamente sul sito o sull’App della Festa. Una volta entrato, dovrà seguire un percorso obbligato fino alla cavea e occupare esclusivamente i posti contrassegnati.

Il regista Pete Docter sarà inoltre protagonista alle ore 16.30 in Sala Petrassi di un Incontro Ravvicinato on-air durante il quale riceverà il Premio alla Carriera della quindicesima edizione della Festa del Cinema in qualità di Chief Creative Officer di Pixar Animation Studios.

Nel primo giorno della quindicesima edizione della Festa del Cinema sarà inoltre inaugurata, nel foyer della Sala Sinopoli, la mostra “ll Giro del Palazzo” che racconta, attraverso una narrazione fotografica e audiovisiva composta da foto, testo, voce e suono, il periodo che va dal 9 marzo al 4 maggio 2020.

 

MOSTRA IL GIRO DEL PALAZZO

Press Preview 15 ottobre ore 12 | Foyer Sala Sinopoli (Auditorium Parco della Musica)

“Il Giro del Palazzo” vuole raccontare attraverso una narrazione fotografica e audiovisiva composta da foto, testo, voce e suono il periodo che va dal 9 marzo al 4 maggio 2020. Il quartiere popolare di Testaccio a Roma è il palcoscenico di questa storia: i suoi muri, i suoi abitanti, i suoi rumori silenziosi. “Il Giro del Palazzo” è un progetto ideato e realizzato da Alessandro Montanari, fotografo e autore. I suoi scatti, che raccontano il periodo del lockdown, sono accompagnati dal testo pungente e mai retorico dell’ex Direttore del quotidiano “La Nazione” Giuseppe Mascambruno. L’attore Francesco Montanari con la propria voce ne ha interpretato la penna: il risultato emoziona e colpisce per l’importante espressività. La colonna sonora originale, creata appositamente, è scritta e suonata dal duo di producer Coreless Collective. Nella serata del 24 ottobre, presso il Teatro Studio Gianni Borgna, Francesco Montanari e il duo di producer Coreless Collective interpreteranno dal vivo rispettivamente il testo e la colonna sonora originale del “Giro del Palazzo”, mentre dietro di loro verranno proiettate le immagini del progetto. “Il Giro del Palazzo” è accanto alla Onlus “Sanità di Frontiera”, organizzazione non a scopo di lucro che grazie al suo importante lavoro contribuisce al miglioramento del livello di salute e benessere psico-fisico di persone svantaggiate, attraverso interventi sociosanitari di prossimità (www.sanitadifrontiera.org). L’obiettivo della serata è quella di recuperare fondi attraverso una donazione libera degli invitati e degli ospiti, da destinare interamente al progetto di “Sanità di Frontiera” “Unità Mobile Salute e Inclusione a Roma”.

Credits: Valentina Galimberti (curatore), Alessandro Montanari (direzione artistica, regia, foto), Giuseppe Mascambruno (testo), Francesco Montanari (voce), Coreless Collective (soundtrack), Emiliano Luciani (progetto grafico)

 

Info

- 15 | 25 ottobre ore 9-24 | Foyer Sinopoli (Auditorium Parco della Musica)

- 24 ottobre | Performance Live | Teatro Studio Gianni Borgna (Auditorium Parco della Musica)

Alla mostra possono accedere gli spettatori e gli accreditati della Festa

MOSTRA VITTORIO STORARO: SCRIVERE CON LA LUCE

Palazzo Merulana, nato dalla sinergia tra Fondazione Elena e Claudio Cerasi e CoopCulture, ospiterà, fino al 1° novembre 2020, l’esposizione foto-cinematografica Vittorio Storaro: Scrivere con la Luce, con il patrocinio della Festa del Cinema di Roma. In mostra una selezione di settanta immagini, realizzate con la tecnica della doppia-impressione, tratte dai lavori più celebri del Maestro e poste a confronto con riproduzioni di opere d’arte che sono state sua fonte d’ispirazione nell’attività di indagine sul rapporto tra la cinematografia e le altre arti. Già tre volte Premio Oscar® per Apocalypse Now di Francis Ford Coppola, Reds di Warren Beatty e L'ultimo Imperatore di Bernardo Bertolucci, vincitore di numerosi altri riconoscimenti, con questa mostra Vittorio Storaro si presenta in una veste insolita, ovvero “essenzialmente” come fotografo, narratore per immagini fisse di una storia che si intreccia e trova punti di contatto con le opere della Collezione Cerasi di Palazzo Merulana. Con CoopCulture la mostra arriva per la prima volta a Roma, città natale del Maestro ed anche per questo a lui particolarmente cara, dopo aver toccato tappe nazionali e internazionali.

Info

- 18 settembre | 1° novembre 2020 | Palazzo Merulana (Via Merulana 121, Roma)

Sito web: https://www.palazzomerulana.it/

CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Sorgente Group, Holding del Gruppo finanziario-immobiliare Sorgente che fa capo a Valter Mainetti, partecipa alla Festa del Cinema di Roma con un’iniziativa che vuole celebrare il centenario della nascita del Maestro Federico Fellini e contrastare il fenomeno dilagante della violenza sulle donne, con la presenza-ricordo di una statua della grande attrice Anna Magnani. L’installazione artistica, creata da un’idea di Paola Mainetti, sarà esposta a Largo Fellini, sotto le Mura Aureliane alla fine di via Veneto, dal 15 al 25 ottobre. È costituita da quattro panchine, di cui una rossa, che ospita la scultura in bronzo della Magnani. Anna Magnani, indimenticabile attrice romana, donna indomita e coraggiosa, simboleggia la condanna contro ogni forma di sopraffazione sulle donne ed esprime con forza la voglia di riscatto delle vittime di violenza.

 

Info

- 15 | 25 ottobre 2020 | Largo Federico Fellini, Roma

 

VRE-VIRTUAL REALITY EXPERIENCE

VRE è un festival internazionale dedicato al mondo delle tecnologie immersive e all’impatto sul nostro prossimo futuro. VRE si terrà in una formula ibrida: Official Selection su Piattaforma VeeR, Talk ibride su piattaforma Strem Yard, Art Performance a Villa Maraini, a Roma. La Giuria internazionale, composta da Jaehee Cho, Yair Agmon e Rafael Pavon, decreterà il vincitore #VRE20. Le Talk offriranno un’opportunità di confronto sul ruolo strategico delle tecnologie immersive nei diversi settori (arti, medicina, valorizzazione del patrimonio culturale, business, sostenibilità). Si parlerà anche di etica e di digital humanities. VRE vuole sensibilizzare l’opinione pubblica e soprattutto le giovani generazioni sulla VR come medium capace di generare empatia e consapevolezza nella cultura della sostenibilità. Accesso gratuito agli eventi digitali, su prenotazione per eventi on-site. 

Info

- 16 | 18 ottobre 2020 (ore 10-19) 

Sito web: https://www.vrefest.com/

 

 

FESTA DEL CINEMA DI ROMA

15|25 ottobre 2020

 

La Festa in città, dal centro alla periferia

Tutti i luoghi della quindicesima edizione

 

Dalla prima edizione, la Festa del Cinema di Roma ha il suo fulcro presso l’Auditorium Parco della Musica con proiezioni, incontri, eventi, mostre, convegni e dibattiti. La struttura realizzata da Renzo Piano ospita le principali sale (Sala Sinopoli, Sala Petrassi, Teatro Studio Gianni Borgna, AuditoriumArte) e gli spazi per le esposizioni (nel foyer della Sala Sinopoli si terrà la mostra “Il giro del palazzo”). Il red carpet, posizionato lungo il viale che conduce alla Cavea, sarà dedicato quest’anno, grazie alla collaborazione con SIAE, al genio di Ennio Morricone: le musiche del Maestro accompagneranno il passaggio di talent, ospiti e pubblico.

 

Come negli anni passati, la Festa coinvolge anche il resto della Capitale, collaborando con le più interessanti realtà culturali del territorio.

 

All’Auditorium del MAXXI, che da anni costituisce uno dei luoghi più importanti per la programmazione della Festa, si terranno proiezioni della Selezione Ufficiale, Tutti ne parlano, Omaggi, Riflessi, di Film della nostra vita, e un incontro del format Duel.

 

La Casa del Cinema ospiterà i film della retrospettiva dedicata a Satyajit Ray e la proiezione di Siamo in un film di Alberto Sordi? di Steve Della Casa e Caterina Taricano. Il titolo sarà presentato in occasione dell’inaugurazione della mostra “Alberto Sordi. L’umanità fragile. Immagini dall’Archivio della Fondazione 3M” organizzata proprio alla Casa del Cinema nel centenario della nascita del celebre interprete romano.

 

Al MACRO avranno luogo gli incontri di “Fedeltà/Tradimenti”, nel corso dei quali noti scrittori italiani e internazionali commenteranno la trasposizione cinematografica di celebri opere letterarie,

 

Palazzo Merulana accoglierà la serie “Duel”, nel corso della quale due personalità del mondo artistico, della cultura e dello spettacolo si sfideranno davanti al pubblico, confrontando opinioni divergenti su temi legati al cinema, ai suoi protagonisti, alle sue storie. Fino al 1° novembre 2020, inoltre, presso Palazzo Merulana, avrà luogo l’esposizione foto-cinematografica Vittorio Storaro: Scrivere con la Luce, con il patrocinio della Festa del Cinema di Roma.

 

Nel 2020 la Festa del Cinema inaugura il “distretto Fiume”, cinque sale cinematografiche concentrate nella zona di piazza Fiume, che costituiranno un secondo, importante polo della manifestazione. Quattro sale presso il My Cityplex Savoy “Acea” accoglieranno le proiezioni di Selezione Ufficiale, Riflessi, Eventi Speciali, Tutti ne parlano e Omaggi, mentre al My Cityplex Europa, personalizzato dalla Regione Lazio, si terranno i film della Selezione Ufficiale, Tutti ne parlano e Omaggi. All’Europa sarà inoltre prevista un’apposita area dedicata al photocall.

 

Dal 17 al 23 ottobre tornano le proiezioni al Teatro Palladium, storica sala romana, oggi di proprietà dell’Università Roma Tre, dove si terrà una rassegna di sette film scelti nel programma ufficiale della Festa. L’iniziativa è stata resa possibile dall’accordo di collaborazione fra Fondazione Roma Tre Teatro Palladium e Fondazione Cinema per Roma, con la finalità di promuovere e valorizzare i contenuti cinematografici prodotti dalla Festa di Roma e di estenderne la fruizione in particolare al pubblico degli studenti universitari.

 

Il 19, il 20 e il 22 ottobre, torna il Rebibbia Festival, con proiezioni, incontri, laboratori che coinvolgono la popolazione reclusa, fra l’Auditorium del Carcere e la nuova Sala Cinema “Enrico Maria Salerno”, recentemente inaugurata. Il progetto nasce dall’urgenza sociale e culturale di portare cinema e prodotti audiovisivi di qualità anche al pubblico dei detenuti.

 

Per il quarto anno consecutivo prosegue la collaborazione fra MediCinema Italia e Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e la Festa del Cinema, ospitando due film del programma ufficiale. Per questa edizione 2020 è stato deciso, nel rispetto dei protocolli sanitari previsti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19, che le visioni dei film per i pazienti ricoverati saranno in streaming, riuscendo a mostrare le opere cinematografiche selezionate direttamente dai monitor tv presenti nelle stanze di degenza dell’ospedale.

 

Per la prima volta, la Regione Lazio, in collaborazione con la Festa del Cinema di Roma, porta il cinema nelle Case rifugio, dove le donne trovano riparo dalla violenza maschile e cercano di ricostruire la propria identità e autonomia. Grazie a una dotazione tecnica straordinaria, le ospiti delle Case rifugio potranno accedere gratuitamente alle proiezioni dei film trasmessi in anteprima durante la Festa del Cinema.

 

Nel 2020 quattro librerie indipendenti di Roma coinvolgeranno alcuni dei loro lettori nella visione in streaming di film proposti dalla Festa del Cinema di Roma. Le librerie, distribuite sul territorio, sono Altroquando, in centro, libreria Piave vicina ai maggiori licei della nostra città, Tomo Libreria Caffè, nel cuore del quartiere universitario di San Lorenzo, e Acilia libri, posizionata in uno dei quartieri periferici più attenti alle attività culturali.

 

Nella quindicesima edizione, la Festa si apre a una nuova location all’interno della città inaugurando lo spazio all’aperto del Teatro di Tor Bella Monaca sotto l’egida del RIF, il Museo delle periferie. Questa sinergia si muove nella direzione del costante, e ogni anno crescente, coinvolgimento della città e dei luoghi esterni al centro nevralgico della Festa. Questo spazio vedrà la programmazione di una rassegna caratterizzata da tematiche musicali.

 

Grazie a Sorgente Group, dal 15 ottobre a Largo Fellini, sotto le Mura Aureliane alla fine di via Veneto, sarà posizionata un’installazione artistica, creata da un’idea di Paola Mainetti costituita da quattro panchine, di cui una rossa, che ospita la scultura in bronzo di Anna Magnani: indimenticabile attrice romana, donna indomita e coraggiosa, Magnani simboleggia la condanna contro ogni forma di sopraffazione sulle donne.

 

 

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Socialnetwork

Chi è in linea