Viviroma.it spettacoli a Roma - Rimandata l’uscita del film SI VIVE UNA VOLTA SOLA di Carlo Verdone

Domenica, 23 Febbraio 2020

Vi informiamo che Filmauro e Vision Distribution hanno deciso di posticipare l’uscita in sala prevista per il 26 febbraio di SI VIVE UNA VOLTA SOLA, il nuovo film di Carlo Verdone prodotto da Filmauro di Luigi e Aurelio De Laurentiis e interpretato dallo stesso Verdone con Rocco Papaleo, Anna Foglietta e Max Tortora. Alla luce dei recentissimi sviluppi legati alla situazione sanitaria in Italia e alle misure di sicurezza adottate dalle istituzioni, i produttori e i distributori del film hanno infatti ritenuto opportuno posticipare l’uscita al cinema in segno di solidarietà nei confronti del pubblico che in alcune regioni d’Italia non potrebbe comunque vedere il film a causa di un evento così inatteso e imprevedibile.

Questa comunque era la nostra recensione:
Abbiamo visto 
Si Vive Una Volta Sola, il nuovo film diretto Carlo Verdone (in uscita questa settimana, mercoledì 26 febbraio), da lui sceneggiato con Giovanni Veronesi e Pasquale Plastino, girato in Puglia e, in piccola parte, a Roma. 

È un film corale, attorno al Professor Umberto Gastaldi (Carlo Verdone) ruotano alla perfezione la strumentista Lucia Santilli (Anna Foglietta), l’anestesista Amedeo Lasalandra (Rocco Papaleo) ed il suo assistente Corrado Pezzella (Max Tortora).

Nulla di nuovo ed originale nel film, anzi continui (involontari?) richiami a film comici e commedie del passato più o meno recente, da Amici Miei a Le Meilleur Reste A Venir, eppure il film regge e diverte, soprattutto per la straordinaria bravura dei quattro attori.

Tre carogne, Verdone, Foglietta e Tortora, si accaniscono sulla vittima predestinata, Papaleo, come a volte capita nei gruppi di amici o tra colleghi.

 

Verdone stesso ha confessato in conferenza stampa di aver fatto tanti scherzi in vita sua, ma di aver smesso quando annunciò al figlio preadolescente un finto provino di calcio con Totti e faticò poi non poco ad alleviare il suo sconforto dopo che il piccolo aveva appreso la crudele verità.

Forse è questa rinuncia nella vita reale che porta lo sceneggiatore a non risparmiarsi nel film, e gli scherzi sono esilaranti, impossibile non immedesimarsi nell’uno o nell’altro personaggio e non ridere a crepapelle in più di una situazione.

I quattro personaggi principali ci sono piaciuti molto: Carlo Verdone più che negli ultimi suoi film, una capacità espressiva che con pochi movimenti del volto riesce a comunicare più di mille parole, Anna Foglietta spassosa sia come carnefice che come vittima degli scherzi, Max Tortora il vero bastardo senza pietà e Rocco Papaleo a cui va tutta la simpatia del pubblico che ride di lui con il terrore di ritrovarsi un giorno nella sua stessa situazione.

Ciò che ci è piaciuto di meno nel film è una presenza un po’ grossolana del product placement e le riprese della Puglia stile spot film commission.

In definitiva un film riuscito che avrà un successo assicurato al botteghino.

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Chi è in linea