Viviroma.it spettacoli a Roma - Abbiamo visto: MOTHERLESS BROOKLYN – I SEGRETI DI UNA CITTÀ alla Festa del Cinema di Roma

Giovedì, 17 Ottobre 2019

Il tre volte candidato all’Oscar® Edward Norton (Birdman, American History X, Schegge di paura) ha diretto, scritto, prodotto e interpretato Motherless Brooklyn – I segreti di una città. 

Il film è bello e appassionante, cucito addosso a questo nuovo Forrest Gump cui ci si affeziona fin da subito: tutti i personaggi che gli girano intorno, interpretati anche da attori di primo piano come (in ordine di apparizione) Bruce Willis, Alec Baldwin o Willem Dafoe finiscono per fargli solo da spalla.

Meravigliosa Gugu Mbatha-Raw che, così come Frank/Bruce Willis è riuscito ad insegnare a Lionel un mestiere, riuscirà forse a fargli vivere l'amore.

Chissà che un Oscar® Edward Norton questa volta non riesca a vincerlo per davvero, se... o, come dice il suo personaggio, if...

A noi comunque è piaciuto da matti!

regista_director_edward-norton.

 

MOTHERLESS BROOKLYN – I SEGRETI DI UNA CITTÀ
di Edward Norton, Stati Uniti, 2019, 144’
Cast: Edward Norton, Gugu Mbatha-Raw, Alec Baldwin, Willem Dafoe, Bruce Willis, Ethan Suplee


Negli anni ’50, a New York, Lionel Essrog, solitario investigatore privato affetto dalla sindrome di Tourette, indaga sull’omicidio del suo mentore e unico amico, Frank Minna. Armato solo di pochi indizi e dell’ingegno della propria mente ossessiva, Lionel comincia a svelare segreti gelosamente custoditi, sui quali poggiano le sorti di tutta New York. Immergendosi in un mistero che lo porta dai locali di musica jazz di Harlem ai bassifondi di Brooklyn, fino alle dorate stanze del potere, Lionel finisce per scontrarsi con i peggiori malviventi, e con l’uomo più pericoloso della città, per rendere giustizia all’amico e difendere la donna che potrebbe donargli la salvezza.

“Il cinema italiano ha avuto un impatto enorme sui miei gusti e le mie aspirazioni da cineasta – ha affermato il regista – e quindi aprire la Festa del Cinema di Roma con il mio film è la realizzazione di un desiderio. È davvero un grande onore e ne sono estremamente felice. E credo che, sebbene si tratti di un’epopea americana e di un noir ambientato a New York, il pubblico italiano sentirà immediatamente la risonanza dei temi nell’ambito del loro vissuto più recente”.

 

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Eventi

Chi è in linea