ABBIAMO VISTO “Colazione di lavoro” Atto unico per attore e ensemble testi di Claudio Gregori musiche di Matteo D’Amico al teatro Palladium di Roma

Giovedì, 21 Novembre 2019

In collaborazione con Fondazione Roma Tre Teatro Palladium e il Conservatorio di Musica G. B. Pergolesi di Fermo, per il 56o festival di Nuova Consonanza abbiamo assistito il 17 novembre in prima assoluta al melologo “Colazione di lavoro”, atto unico per attore e ensemble. Una proposta che prosegue felicemente nella direzione intrapresa da qualche anno dalla direzione artistica finalizzata ad avvicinare il pubblico ad una dimensione “colta” che possa essere allo stesso tempo godibile e di facile accesso.

In palcoscenico Claudio Gregori (in arte Greg) nella doppia veste di attore e autore del testo e l'ensemble "Bruno Maderna" diretto da Gabriele Bonolis, impegnato nell’esecuzione della partitura in prima assoluta di Matteo D’Amico, compositore che ha sempre rivolto nel suo percorso artistico una particolare attenzione al rapporto tra musica e parola.

greg

Il titolo è tratto dal primo dei sei “racconti brevi”, raccolta che segue il precedente AgGregazioni ,primo libro di Greg, nel segno di una osservazione attenta del nostro vivere quotidiano con tutti i suoi tic, le cattive abitudini, le sue frenesie e le sue fobie. Da qui i due autori creano un percorso ’emotivo’ che da una tinta più ironica e divertita, gradualmente evolve verso situazioni più ombrose e inquietanti, senza mai perdere il tono leggero e intrigante che pervade tutti i racconti. Una sorta di poesia urbana dunque, a cominciare dalla “Colazione di lavoro” sospesa in un non-luogo a cui corrisponde un sorta di vuoto spazio-temporale e uno smarrimento o perdita temporanea della propria personalità. Nella "Discuteca" troviamo invece l'originale e dissacratorio ironizzare sui testi di Kerouak, Ferlinghetti, Ginzberg e Thomas Mann ridotti a beni di consumo al pari della musica techno e house e ballati sulla proposta di esperti books-jockey o "scrittolettori". Lo stile musicale di D’amico schietto e trasparente, mai eccessivamente astratto e concettuale ma sempre moderno e ispirato sia nel suo controllo ed economia dei materiali musicali che sotto l’aspetto formale, risulta particolarmente consono alle atmosfere surreali, ironiche e grottesche del testo. Come nell’episodio de "Lo scrittore", nel quale in una sorta di paradossale scambio e come in un gioco di scatole cinesi, lo scrittore e il suo personaggio scambiano i propri ruoli e rovesciano le proprie dimensioni, capovolgendo il rapporto tra racconto-finzione e realtà. In questo caso la tensione narrativa viene efficacemente sostenuta da un ostinato ritmico affidato al pianoforte sul quale archi e fiati intrecciano brevi interventi e che Greg sa sfruttare come prezioso elemento di interpunzione della sua narrazione. Il risultato brilla di una luce calda e particolarmente coinvolgente, nella quale la musica di D'Amico centra il traguardo nell’adozione di un linguaggio ricco di idee che serve perfettamente la parte recitata senza mai sovrastarla, pur mantenendo la sua autonomia. Ottima prova dell’ensemble Maderna costituito da Luisa Curinga al flauto, Fabio Battistelli al clarinetto, Luca Marziali al violino, Marco Simonacci al violoncello, Gioele Balestrini alle percussioni, sotto l’attenta e precisa direzione di Gabriele Bonolis.

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

Murzi

File disponibili

Nessun file caricato

Socialnetwork

  • Riccardo Antinori ha aggiunto un nuovo evento.
    14 ore fa 14 minuti fa
  • Riccardo Antinori ha creato un nuovo articolo

    14 ore fa 23 minuti fa

    FARE LA SPESA. Genio romanaccio sconosciuto...

    E' l’unica cosa che mi spaventa. L a prima cosa che provi a fare è ordinarla online. I siti erano talmente intasati che dopo un po’ m’appariva direttamente la scritta STOCAZZO. All’inizio pensavo che fosse er nome della ditta de consegne, poi ho capito: DOVEVO USCÌ. Me comincio a preparà alle 10 pe uscì a mezzogiorno. Quando ho finito la...

    Libri
  • Luigi263 ha una nuova cover profilo.

    18 ore fa 49 minuti fa

  • Luigi263 ha caricato un nuovo avatar
  • Raffaella Zannetti ha stretto amicizia con Luigi263
  • Eleonora Bavastro ha stretto amicizia con Luigi263
  • Aurora Geri ha stretto amicizia con Riccardo Antinori
  • IL TRASATTI ha stretto amicizia con Riccardo Antinori
  • Eleonora Bavastro ha stretto amicizia con Saltatempo
  • Claudio Boglione ha stretto amicizia con Saltatempo
  • Eleonora Bavastro condiviso Aurora Geri foto
    ieri

    È approdata su Viviroma Aurora Geri. Giovane artista che ha deciso di collaborare con noi. Consiglio a tutti di non perdere la delicatezza e la profondità delle sue opere.

    Aurora geri

  • Eleonora Bavastro condiviso IL TRASATTI foto
    ieri

    È approdato su Viviroma quel “Genio di professione e Recensore indelicato” de IL TRASATTI. Consiglio a tutti di seguire le sue geniali ed ironiche recensioni ????

    Screenshot_20200408-220926_Instagram

  • IL TRASATTI ha condiviso una foto.
    ieri

    L'IMMORTALE
    Opera prima per Marco D'Amore che si cimenta con la macchina da presa in un lungometraggio che funge da introduzione all'ultima stagione di Gomorra, e che introduzione aggiungerei.
    Il mitologico Ciro Di Marzio, reduce dall'ennesimo attentato ai suoi danni, vive una nuova avventura condita però sempre con la stessa salsa, quella della sua terra d'origine.
    Nonostante le ambientazioni siano molto diverse da quelle della serie, la regia e le atmosfere sono in linea con quanto raccontanto da Sollima e compagnia; questa tanto breve quanto intensa storia di Ciro riesce a catturare molto di più rispetto all'ultima stagione di Gomorra, che risentiva infatti della mancanza di quest'ultimo, colonna portante della serie insieme a Genny.
    Perfetta a mio parere la sequenza finale, che spalanca le porte alla stagione conclusiva.

  • IL TRASATTI ha stretto amicizia con Aurora Geri
  • Eleonora Bavastro ha stretto amicizia con IL TRASATTI
  • IL TRASATTI ha una nuova cover profilo.

    ieri

  • Aurora Geri ha condiviso una foto.
    ieri

    ''Cena in familia''
    Acrilico su cartone telato
    18x13 cm
    _
    Diplomata al Liceo Artistico Statale Caravaggio (Ex Mario Mafai), nel 2017.
    Frequento il terzo anno, del triennio di Pittura, all’Accademia di Belle Arti di Roma.
    Come professore di pittura, i primi due anni, ho avuto Bondi Moreno e, quest'ultimo anno, Scolamiero Vincenzo. Entrambi noti pittori contemporanei.
    Nei miei lavori, il legame con la famiglia, il passato ed il quotidiano, sono il tema predominante, una continua ricerca del bello nel semplice, tramite immagini, ricordi e soprattutto, uno studio approfondito del colore, andando a saturare ed accendere la raffigurazione.
    Sono nata in una famiglia di artisti. Grazie a mia madre e mia nonna, entrambe pittrici, sono cresciuta in un ambiente creativo, colorato e completamente immerso da quadri e tele da dipingere.

    Riccardo Antinori Dovresti postare particolari del quadro così non si vede ne la pennellata ne i dettagli. Così da lontano sembrano impressionisti
    19 ore fa 35 minuti fa
  • Maru78
    ieri

    BIOGRAFIA - La sua costante è un esigenza di cambiamento e le sue idee talmente tante da portarla a dipingere anche quattro opere contemporaneamente; riesce a dipingere 45 opere in un anno. Appassionata di cinema ( film horror- fantascienza), musica, scienza, geometria, porta le sue ispirazioni al punto cruciale, esprimendole sull’opera. Nei suoi dipinti troviamo raffigurati ufo, leggende metropolitane, vari ordini mondiali, raffigurazioni massoniche, ma anche soggetti naturali quali ritratti, paesaggi ed animali. Il tutto mai nella norma, con la voglia di stupire lo spettatore, per dar modo di soffermarsi a pensare all’opera stessa.

  • Aurora Geri ha una nuova cover profilo.

    ieri

  • Aurora Geri ha una nuova cover profilo.

    ieri

Chi è in linea