Viviroma.it spettacoli a Roma - MUSICA - Andrea Falcetta e la poesia ruvida in musica

Martedì, 16 Aprile 2019

Ho conosciuto Andrea Falcetta, cantautore romano, nel corso delle mie sperimentazioni musicali, Andrea è l'esempio concreto di come si possano conciliare attività professionale, con estrema serietà, con il desiderio di raccontare qualcosa di vero, in musica.

andrea falcetta

Le sue composizioni infatti esprimono con prepotenza il bisogno di ricercare la verità, scarnificandola, pur mantenendola legata alla bellezza di una ricercatezza di suoni poetici. 

Forse è la stridente differenza tra parole dure come macigni, a rappresentare una società disattenta e abituata a nuotare in superficie, e l'armonia delle note, dolci, a colpire direttamente l'ascoltatore.

Il cantautorato italiano è difficile da portare avanti, oggi si impongono la trap ed altri generi musicali striminziti, che non richiedono impegno nelle parole, prediligendo di piu' la manifestazione dei disagi e delle contestazioni attraverso poche parole violente; Andrea naviga in direzione opposta e contraria, e come un vero marinaio, conoscitore del mare, prosegue il suo cammino musicale svolazzando con la sua barca, tra le bellezze degli abissi e la leggerezza della superficie.

In assoluta coerenza con il suo criterio di onorare la musica, crea la Quinta Bemolle, un'organizzazione che non ha fini di lucro, non è, come lui stesso presenta, un'agenzia, nè una scuola, ma la possibililtà di apertura a chi vuole condividere il suo concetto di musica con l'altro.

"Libertà è partecipazione", così gridava al mondo il grande Giorgio Gaber e noi tutti siamo con lui.

Vi segnalo "Bambini cattivi" di Andrea Falcetta, una proiezione musicale di due occhi d'uomo sensibili che vale la pena ascoltare.

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

Melamangio

File disponibili

Nessun file caricato

Chi è in linea