Viviroma.it spettacoli a Roma - Recensione - "Sentinella della Pioggia" di Tatiana de Rosnay

Venerdì, 10 Gennaio 2020
Il nuovo romanzo di Tatiana de Rosnay, l'autrice francese più letta in Europa e negli Stati Uniti, la cui popolarità è letteralmente esplosa grazie al suo "La Chiave di Sara", si intitola "Sentinella della Pioggia"” ed è edito da “La Nave di Teseo”.


La vicenda è ambientata in una Parigi stremata a causa di un incessante nubifragio e dell'icombente pericolo dell'esondazione della Senna, argomento sul quale si incentrano tutti i servizi televisivi del momento.

Qui la famiglia Malegarde si riunisce per festeggiare i cinquant'anni di matrimonio di Paul e Lauren, con i loro figli Linden e Tilia. Comprensibilmente il programma va a monte, in parte a causa della calamità che si sta abbattendo sulla città ma, soprattutto, per un improvviso ictus che colpisce Paul che viene ricoverato in condizioni gravissime mentre anche Lauren si ammala di polmonite

I piani dei figli di ritornare alle loro vite "normali" dopo questa breve tappa vanno completamente a monte e i due si trovano a badare ai genitori proprio mentre interi quartieri cittadini vengono evacuati.

Come accade in ogni famiglia, i figli e i genitori si amano, ma enormi distanze li separano, non solo geografiche, dato che Linden vive ormai in America e Tilia a Londra, mentre i genitori risiedono da sempre in una remota provincia francese, quanto di comunicazione.

E' questo il tema centrale del romanzo, che emerge lentamente ma inesorabilmente, rivelando il disperato bisogno di ciascuno dei protagonisti di raccontarsi, di svelarsi nella propria essenza, compito però che risulta estremamente arduo.

Linden non è mai riuscito a confessare a suo padre di essere gay, Tilia si occupa d'arte senza successo economico e, soprattutto, è costantemente alle prese con il marito alcolista, Lauren ha un amante ed esiste anche un oscuro segreto che riguarda Paul che verrà rivelato solo nelle ultime pagine del libro.

Il vero protagonista del romanzo "Sentinella della Pioggia" è la famiglia moderna, lacerata da divisioni, cotraddizioni, rancori e delusioni nonché, talvolta, da traumi mai superati e da segreti mai rivelati.

La vita dei personaggi scorre incessante come le acque della Senna, ma arriva il tempo dell'esondazione, il tempo in cui il letto del fiume non riesce più a contenere l'acqua ed è questa la metafora che accompagna e quasi ispira l'outing dei personaggi che, uno ad uno, riescono finalmente a mettersi a nudo.

L'incomunicabilità, è l'autentico protagonista di questo libro, il male oscuro delle famiglie in cui i conviventi si conoscono ben poco e talvolta sono quasi degli estranei.

 

Stefano Mc Vey

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

Steve

Chi è in linea