Viviroma.it spettacoli a Roma - LA REPUBBLICA SEGRETA

Venerdì, 21 Giugno 2019

LA REPUBBLICA SEGRETA

di Giovanni Iorio - ed. L’Erudita

§§§§§

June-21-19 19:54:29.jpeg (600×600)

Per il Concorso Letterario Giuridico, “Il Ponte della Legalità”, siamo alla stretta finale. Il Salotto Giuridico condotto, amabilmente e competentemente dall’avv. Antonella Sotira,  con il parere di alcuni selezionati opinion leader, assegnerà il Premio IusLibri, ed ha ospitato, recentemente, Giovanni Iorio, autore del romanzo “La Repubblica Segreta”.

La presentazione del libro ha da subito informato ed incuriosito. Iniziando dall’analisi fatta dall’autore, con la dovizia di chi si occupa di Diritti quotidianamente, Giovanni Iorio ha setacciato gli statuti dei principali partiti e movimenti politici, nella nostra storia repubblicana, dai più datati sino ai più recenti.

Bene, è proprio da questi “profili civilistici”, i quali dovrebbero dettare le azioni delle organizzazioni stesse, che è apparsa evidente, con l’osservazione della realtà, una delle contraddizioni principali che hanno fatto scaturire, nell’autore, la scintilla dell’idea-guida di questo romanzo che ipotizza, in un futuro non lontano, la possibilità di trovarsi di fronte ad una scelta strategicamente importante.

Se il “consenso” supera le regole, ed i “mi piace” contano di più della consapevolezza dei Valori, quelli che ci fanno anche superare le nostre paure, il rischio è di essere guidati, sempre di più ed inconsapevolmente, da una sofisticata macchina di comunicazione che ci distacca dalla realtà, facendoci vivere in un immaginario non voluto. Ma, siccome il Diritto nasce dalla realtà, il pericolo è quello, non essendo in grado di comprendere appieno quest’ultima, di non saper poi esercitare neppure i nostri diritti.

Anche da queste considerazioni nasce l’avvincente e documentata storia romanzata di Giovanni Iorio, di seguito sinteticamente descritta: “L’avvocato civilista, Publio Petronio, riceve due clienti espulsi, ingiustamente, dal nuovo partito Tabula Rasa. Quest’ultimo  fondato da un’imprenditore dal passato oscuro, Italo Peritrimma. Le elezioni hanno fatto raggiungere, a Tabula Rasa, il quaranta per cento dei consensi, ed il tutto grazie ad Italo Peritrimma che sa parlare alla gente ed infiammare le periferie. Con l'incarico ricevuto, l’avvocato Publio Petronio, ottiene improvvisamente il suo quarto d'ora di celebrità ma, suo malgrado, è poi coinvolto in una vicenda più grande di lui. Si tratteggia così uno scenario da guerra civile: la svolta autoritaria investe il Paese e spinge, il protagonista, ad indagare e domandarsi cosa si nasconda dietro al partito di governo. Fa così luce su un'organizzazione, la Repubblica Segreta, sorta all’inizio della stessa storia repubblicana, nell’aprile del 1945. Il protagonista del romanzo svelerà, a questo punto, uno scenario inquietante che lo obbligherà a prendere delle decisioni fondamentali, per sé, per la sua famiglia e per il Paese”.

Va segnalato, con i suoi spunti di riflessione, l’animato dibattito finale, in cui sono stati portatori di contributi, tra gli altri, il Procuratore dott. Carlo Lasperanza, ed il Magistrato e Scrittore Angelo Martinelli.

La radice del pensiero è sempre culturale e, se è vero, come diceva Giulio Cesare che “non dobbiamo aver paura che della paura”, in una società dove la Persona con i suoi Valori è centrale, la Consapevolezza è un bene primario, anche per vigilare sulle Libertà così faticosamente acquisite e troppo spesso date per scontate.

Roma 21 giugno 2019                Maurizio Moretti

June-21-19 19:55:15.jpeg (600×600)

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

MxM

Altri articoli di MxM

Giovedì, 01 Agosto 2019
CAPALBIO UNISCE LIBRI E TEATRO
Domenica, 28 Luglio 2019
UNA LEONESSA IN TERRAZZA
Martedì, 02 Luglio 2019
L'organizzazione nel buon senso
Martedì, 25 Giugno 2019
CORPO FELICE

Accedi con Facebook

Chi è in linea