Viviroma.it spettacoli a Roma - Non leggete questo libro...

Domenica, 25 Marzo 2018

Curarsi con i libri. Rimedi letterari per ogni malanno

https://sellerio.it/it/catalogo/Curarsi-Libri-Rimedi-Letterari-Ogni-Malanno/Berthoud-Susan-Elderkin/5756

...non ne uscirete più.

****.

Uno comincia per colpa dell'irresistibile sottotitolo, chi di noi non ha un dolorino, un acciacco, un malessere psicologico?

Nessuno.

Alcuni semplicemente pensano di essere sani.

Bevete un bicchiere di vino a pasto, un aperitivo e un digestivo la sera?

Avete un'inclinazione all'alcolismo, andate a pagina 32 e scoprirete che leggendo Once a runner di John Parker risolverete il vostro problema: "La pura gioia - e il dolore - della corsa, il sudore e la determinazione spietata sono quanto di più lontano ci si possa spingere dal nichilismo dell'alcolista."

Vi siete innamorati della persona sbagliata?

Andate a pagina 73 e troverete Nella pelle del leone di Michael Ondaatje "uno dei romanzi più lirici e ingegnosamente costruiti dell'ultimo mezzo secolo". Immaginate Nicolas Temelcoff, un operaio migrante, appeso per la sua imbracatura a un viadotto in costruzione al centro di Toronto che afferra al volo per un braccio una suora spinta dal vento giù dal ponte. Può un incontro così casuale scatenare una passione? La lettura di questa storia vi insegnerà la determinazione. Avrete la vostra suora.

Mancanza di buon senso?

Pagina129: "Il buon senso è la capacità di prendere buone decisioni sui problemi della vita quotidiana. Come, ad esempio, pulire il pavimento con una scopa e non con lo spazzolino da denti. O passare per il campo vuoto e non per quello con il toro." Leggete La Fattoria delle Magre Consolazioni di Stella Gibbons.

Il calcio vi annoia?

Pagina 133: leggete cosa dice in Memorie del Mister Peregrino Fernàndez Osvaldo Soriano "...ci sono tre tipi di giocatori, vale a dire tre tipi di uomini: quelli che vedono gli spazi liberi, gli stessi spazi che qualunque fesso può vedere dalla tribuna e li vedi e sei contento e ti senti soddisfatto quando la palla cade dove deve cadere. Poi ci sono quelli che all'improvviso ti fanno vedere uno spazio libero, uno spazio che tu stesso e forse gli altri avrebbero potuto vedere se avessero osservato attentamente. Quelli ti prendono di sorpresa. E poi ci sono quelli che cercano un nuovo spazio dove non avrebbe dovuto esserci nessuno spazio. Questi sono i profeti. I poeti del gioco."

Anche se vi ho incuriosito, non leggete questo libro!

 

 

 

 

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Accedi con Facebook

Chi è in linea