Viviroma.it spettacoli a Roma - I Pop Regrets di Cristiana Pedersoli. Oggetti d'uso quotidiano come custodi di sogni,pensieri ed emozioni.

Giovedì, 12 Dicembre 2019

Cristiana Pedersoli nasce a Roma.

Ha studiato disegno di gioiello all’Accademia di Moda e di Costume di Roma. Cresce in una famiglia legata da sempre all'ambiente artistico. Dal padre Bud Spencer e da questo ambiente assorbe l'estro e la poliedricità che influenzeranno il suo percorso interiore ed espressivo, si avvicina alla pittura grazie alla zia e non smette più di dipingere. Sin da bambina viaggia, entra, così in contatto con molte realtà umane che renderanno il suo animo aperto alle diverse forme di arte e culture del mondo. Nel 2010 crea la linea di salvadanai No Regrets, dipinti su terracotta da lei e altri artisti, con cui organizza mostre , eventi e aste di beneficenza. Il messaggio artistico e umano che questa linea rappresenta è amplificato oggi dall'espressione su tela e nelle sculture, in una continua ricerca ed evocazione d'immagini che appartengono al suo trascorso e che evocano temi che appartengono a ognuno di noi.

“Il Salvadanaio è uno scrigno, custode di tesori, di sogni, di pensieri, profumi ed emozioni a colori.. Tantissime le lezioni in un oggetto così piccolo di terracotta. Ho sempre subito il fascino del salvadanaio, mi sembrava un oggetto pieno di sorprese e quando si scopriva il suo tesoro mi consolava della pena di averlo rotto. Attraverso di esso  si impara a conoscere ciò che si ha nella pancia e le emozioni; si prende coscienza del proprio valore, si imparano concetti che sembrano perduti quali: l’attesa, la focalizzazione su un obiettivo e la procrastinabilità di ogni desiderio. Può essere una fabbrica di sogni, la possibilità di ottenere qualcosa che non puoi avere subito, è una scommessa positiva, un sasso lanciato nel futuro. Sono insegnamenti che è necessario riportare nel quotidiano, ripartendo dal mondo dei bambini. Esso è il cosmo intorno al quale tutto gira, è il polo d’attrazione, la ricchezza interiore e spirituale”.

                                     Abbiamo incontrato Cristiana Pedersoli per una breve intervista

 

Da tuo padre hai ereditato la creatività e la vena artistica. Sei scultrice e pittrice. In quale espressione artistica ti senti più a tuo agio?

 Papà aveva una grande creatività e curiosità verso la vita. Era un grande sognatore ed il suo pregio più grande è quello di aver fatto sognare e sorridere anche gli altri. Io diversamente da lui esprimo me stessa con la pittura e la scultura a seconda dello stato d'animo, sono dei simboli che osservo o delle immagini che fanno parte del mio vissuto. Noi non siamo altro che dei contenitori di attimi di colori e di sensazioni. Io colloco tutto questo nei miei lavori, sperando di trovare una connessione tra l'anima di chi li osserva e la mia. I salvadanai sono la mia prima espressione artistica, quella alla quale sono più legata.

Hai esposto i tuoi Pop Regrets a Roma alla Galleria Restelliartco. Molti sono dipinti con soggetti ispirati alla Pop Art. Cosa è per te Pop?

I salvadanai "No Regrets" sono divisi in serie e sono unicamente esposti nella Galleria Restelli a Roma. La serie "Pop" è dedicata a chi ancora sa sognare ... in questo caso è la trasformazione in arte di simboli o personaggi rendendoli una cosa sola alla portata di tutti. Il salvadanaio rappresenta la società dei consumi, la sua forma sferica è il cosmo intorno al quale tutto gira e sopra il quale l'arte trova la sua rappresentazione. Il salvadanaio è Pop !

I tuoi Pop Regrets, Sono andati spesso all’asta per realizzare progetti benefici. Ce ne vuoi parlare?

I salvadanai No Regrets sono nati con questo fine benefico, quello di poter aiutare nella raccolta fondi le associazioni che si occupano di disagi infantili. Sono state fatte molte aste con questi salvadanai sia in Italia che all'estero  con l'intento di portare un piccolo contributo per aiutare dei bambini con gravi disagi. Il mio desiderio futuro è quello di creare una onlus per continuare questo progetto, iniziato con mio padre, con il maggiore impegno possibile. Dalle piccole cose nascono le grandi cose e bisogna sempre dare prima di pensare di ricevere.

 

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Chi è in linea