Viviroma.it spettacoli a Roma - Intervista a Rossella Seno, artista tra musica e teatro

Giovedì, 06 Agosto 2020

Incontriamo Rossella Seno, attrice, cantante e interprete.

In occasione dell’uscita del suo ultimo disco “ Pura come una bestemmia”, ci inoltriamo in quelli che sono i temi cari all’artista veneziana trapiantata a Roma e dalla lunga carriera alle spalle, spesso impegnata socialmente e politicamente.

Come sei stata ispirata a lavorare a questo nuovo album?

 Da tanto porto in scena gli ultimi, quelli che stanno al di là della vetrina, per scelta o costrizione. Questo tempo veloce lascia ben poco spazio alla conoscenza, all'approfondimento.. ci fa vivere in modo superficiale. Ci hanno fatto credere che per sentirsi felici, appagati, bisogna "avere" , a discapito dell'essere. Ci hanno creato un nemico, contro cui combattere, per distrarci, confondendoci, così da non capire che l'unico vero nemico è il capitalismo. E ci hanno indotti a "comprare" , come unica soluzione ai nostri disagi. Creandone sempre di più, facendoci perdere di vista cosa effettivamente è importante. Votandoci alla solitudine, al vuoto. Il mio è un disco di denuncia. Un grido di aiuto. Come dire:fermiamoci. Forse ancora siamo in tempo. La croce piantata in un mare di rifiuti, copertina del disco, è l'esatta foto di quanto detto sopra.

Quale è secondo te il pezzo dellalbum che ti rappresenta di più come anima?
Ognuno di loro  affronta tematiche importanti e mi rappresenta totalmente.

Quali sono gli autori/trici che hanno determinato alcune scelte che ti hanno influenzato creativamente?
Nel disco o nella vita?

Direi entrambi.
Sono cresciuta a pane e cantautori. Quelli che avevano da dire. Quelli che hanno cercato attraverso le loro canzoni di scuotere anime e coscienze.

Quale tipo di spettacolo ti piacerebbe creare prossimamente e che messaggi vuoi dare agli spettatori?
Continuerò a dare voce a chi non ne ha, ai più fragili, agli oppressi, ai perseguitati. E il mio messaggio sarà lo stesso: guardare "l'altro" e  rispettarlo, soprattutto se "diverso". Siamo tutti figli di uno stesso Dio. Anche se non abbiamo avuto le stesse possibilità. Che non sia una colpa nascere in una famiglia sbagliata. In un posto sbagliato. Ringraziare e onorare la Terra che ci ospita e ogni suo abitante.

Le tue prossime esibizioni.
Sto mettendo su il nuovo spettacolo che mi vedrà nuovamente sul palco da settembre.

Speriamo di poter assistere presto al tuo nuovo lavoro e nel frattempo ti auguriamo una buona preparazione dello spettacolo!

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Eventi

Chi è in linea