Abbiamo visto, Vincent Van Gogh -  L’odore assordante del bianco, al Teatro  Vascello, giovedì 28 novembre

Domenica, 01 Dicembre 2019

Tanto geniale quanto incompreso se non addirittura disprezzato in vita, Van Gogh influenzò profondamente l'arte del XX secolo; dopo aver trascorso molti anni soffrendo di frequenti disturbi mentali morì all’età di soli 37 anni. È considerato uno dei più grandi artisti di sempre. Inizio a dipingere seriamente verso i 30 anni. Van Gogh soffriva di frequenti attacchi di panico ed allucinazioni alle quali reagiva con atti di violenza e tentativi di suicidio seguiti da stati di torpore. Aveva un rapporto stretto con il fratello Theo, mercante d’arte che per anni lo sostenne economicamente. Alcuni avvicinano lo stile di Van Gogh all’impressionismo, ma nelle sue opere non descrive la realtà dal suo punto di vista. La realtà diventa una creazione ed una rappresentazione dell’io interiore dell’artista. Per questo è considerato un pioniere dell’espressionismo. Il testo di Stefano Massini racconta un momento della vita di Van Gogh che ha luogo tra le pareti di una stanza del manicomio di Saint Paul dove era stato rinchiuso.  Ed offre l’opportunità di profonde riflessioni sui processi creativi e sul loro rapporto con i processi psichici interiori. La scena si apre con Van Gogh che rotola in una stanza dalle pareti e dalle luci completamente bianche. Il pittore del colore si trova imprigionato in un luogo dove non c’è altro colore che il bianco. È il 1889 e l’urgenza dell’artista è quella di lasciare quelle mura. Attraverso la metafora del temporaneo isolamento di Van Gogh lo spettacolo procede con dinamica avvincente che tiene incollato lo spettatore agli avvenimenti, dall’inizio alla fine.  A proposito di ciò che il testo vuole comunicare al pubblico, racconta Alessandro Preziosi:” … L’ingiustizia rispetto al fatto che una determinata arte totalmente priva di interesse fosse più importante di quella di Van Gogh, o il fatto di essere recluso in un ospedale dove le prepotenze nei confronti del paziente erano all’ordine del giorno. L’ingiustizia di non essere capito. Credo che la cosa più importante che questo testo ribadisce con grande forza è il fatto che nessuno riuscisse a comprenderlo… parlare di Van Gogh, parlare di una persona che è riconosciuta nella sua forza, anche fragile, la sua forza indolore e la sua forza di disperazione, per me, ha lo scopo, in questo spettacolo, di approfondire questo argomento e far capire che la fragilità è una forza nella misura in cui fa parte dell’essere umano e quindi la sua accettazione ne rappresenta una grande forza.”

Danilo Ferrin

preziosi web

Vincent Van Gogh -  L’odore assordante del bianco

di Stefano Massini

con
Alessandro Preziosi
Francesco Biscione
Massimo Nicolini
Roberto Manzi
Leonardo Sbragia
Antonio Bandiera

scene e costumi Marta Crisolini Malatesta
disegno luci Valerio Tiberi, Andrea Burgaretta
musiche Giacomo Vezzani
supervisione artistica Alessandro Preziosi

regia
Alessandro Maggi

una coproduzione Khora.teatro, TSA Teatro Stabile d’Abruzzo
prodotto da Alessandro Preziosi, Tommaso Mattei, Aldo Allegrini

personaggi e interpreti
Vincent Van Gogh Alessandro Preziosi
Dottor Peyron Francesco Biscione
Theo Van Gogh Massimo Nicolini
Dottor Vernon-Lazàre Roberto Manzi
Gustave Leonardo Sbragia
Roland Antonio Bandiera
Voce Vincent bambino Davide Piccirillo

Testo vincitore del Premio Pier Vittorio Tondelli Riccione Teatro 2005

Tanto geniale quanto incompreso se non addirittura disprezzato in vita, Van Gogh influenzò profondamente l'arte del XX secolo; dopo aver trascorso molti anni soffrendo di frequenti disturbi mentali morì all’età di soli 37 anni. È considerato uno dei più grandi artisti di sempre. Inizio a dipingere seriamente verso i 30 anni. Van Gogh soffriva di frequenti attacchi di panico ed allucinazioni alle quali reagiva con atti di violenza e tentativi di suicidio seguiti da stati di torpore. Aveva un rapporto stretto con il fratello Theo, mercante d’arte che per anni lo sostenne economicamente. Alcuni avvicinano lo stile di Van Gogh all’impressionismo, ma nelle sue opere non descrive la realtà dal suo punto di vista. La realtà diventa una creazione ed una rappresentazione dell’io interiore dell’artista. Per questo è considerato un pioniere dell’espressionismo. Il testo di Stefano Massini racconta un momento della vita di Van Gogh che ha luogo tra le pareti di una stanza del manicomio di Saint Paul dove era stato rinchiuso.  Ed offre l’opportunità di profonde riflessioni sui processi creativi e sul loro rapporto con i processi psichici interiori. La scena si apre con Van Gogh che rotola in una stanza dalle pareti e dalle luci completamente bianche. Il pittore del colore si trova imprigionato in un luogo dove non c’è altro colore che il bianco. È il 1889 e l’urgenza dell’artista è quella di lasciare quelle mura. Attraverso la metafora del temporaneo isolamento di Van Gogh lo spettacolo procede con dinamica avvincente che tiene incollato lo spettatore agli avvenimenti, dall’inizio alla fine.  A proposito di ciò che il testo vuole comunicare al pubblico, racconta Alessandro Preziosi:” … L’ingiustizia rispetto al fatto che una determinata arte totalmente priva di interesse fosse più importante di quella di Van Gogh, o il fatto di essere recluso in un ospedale dove le prepotenze nei confronti del paziente erano all’ordine del giorno. L’ingiustizia di non essere capito. Credo che la cosa più importante che questo testo ribadisce con grande forza è il fatto che nessuno riuscisse a comprenderlo… parlare di Van Gogh, parlare di una persona che è riconosciuta nella sua forza, anche fragile, la sua forza indolore e la sua forza di disperazione, per me, ha lo scopo, in questo spettacolo, di approfondire questo argomento e far capire che la fragilità è una forza nella misura in cui fa parte dell’essere umano e quindi la sua accettazione ne rappresenta una grande forza.”

Danilo Ferrin

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Socialnetwork

  • Maru78 ha condiviso una foto.
    2 ore fa 1 minuto fa

    “ SEX VICTIMS “ - Dipinto Acrilico su tela 90x65 - Spille da balia in acciaio

  • Maru78 ha condiviso una foto.
    2 ore fa 2 minuti fa

    “ SEX VICTIMS “ - Dipinto acrilico su tela 90x65 - Spille da balia in acciaio

  • Maru78 ha condiviso una foto.
    2 ore fa 3 minuti fa

    “ SEX VICTIMS “ - Dipinto acrilico su tela 90x65 - Spille da balia in acciaio

  • Maru78 ha condiviso una foto.
    2 ore fa 4 minuti fa

    “ SEX VICTIMS “- Dipinto acrilico su tela 90x65 - Spille da balia in acciaio.

  • Maru78 ha condiviso una foto.
    2 ore fa 5 minuti fa

    “ SEX VICTIMS “ - Dipinto acrilico su tela 90x65 - Spille da Balia in acciaio .

  • Maru78 ha condiviso una foto.
    2 ore fa 9 minuti fa

    “ SEX VICTIMS “ - Acrilico su Tela - Spille da balia in acciaio.

  • Riccardo Antinori cambia #LOSTUPRODILUCREZIA avatar evento

    10 ore fa 20 minuti fa

  • Riccardo Antinori ha aggiunto un nuovo evento.
    10 ore fa 21 minuti fa
    #LOSTUPRODILUCREZIA

    #LOSTUPRODILUCREZIA è uno studio per attori sul poema di...

    • Martedì, 29 Settembre 2020 21:00
    • Silvano Toti Globe Theatre
  • Riccardo Antinori ha condiviso un video nel gruppo Musica.
    10 ore fa 28 minuti fa
    SANTA MARIA AL BAGNO”, primo singolo di DIEGO RIVERA

    Carmine Tundo è un artista poliedrico sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Lo dimostra da alcuni anni con la band La Municipàl, che in tre dischi è arrivata a essere considerata attualmente una delle migliori realtà del panorama musicale italiano. Mentre con La Municipàl ha lanciato a inizio 2020 “Per resistere alle mode”, un nuovo viaggio...

  • Riccardo Antinori piace il cambio di avatar di Mauro

  • ArtNaty
    2 giorni fa

    “TUTTI IN UNO”

    SCRITTI & INTERPRETATI DA NATY TRIN

    Uno spettacolo in tanti spettacoli, un mix di argomenti tutti collegati tra di loro, uno spettacolo che più inedito di così non si può.

    In questi anni Naty Trin, in momenti di grande ispirazione, si è cimentata nella scrittura di monologhi, interi spettacoli, canzoni, tutti con tematiche sia comiche, ironiche ma anche più serie e riflessive. Alcuni pezzi sono stati scritti interamente da lei ed altri con il supporto di ulteriori autori, ma non solo.

    Oggi ha deciso di portare in scena uno spettacolo, che potremmo definire “ un varietà” per appunto la varietà dei pezzi proposti tutti collegati tra loro anche se facenti parte di spettacoli totalmente diversi.

  • ArtNaty ha una nuova cover profilo.

    2 giorni fa

    ArtNaty BIGLIETTI IN PREVENDITA. LO SPETTACOLO E' A NUMERO CHIUSO, PROPRIO PER RISPETTARE LE REGOLE ANTI COVID
    2 giorni fa
  • Mauro ha condiviso una foto.
    3 giorni fa

  • Stefy ha aggiunto un nuovo evento.
    3 giorni fa
  • Stefy ha aggiunto un nuovo evento.
    3 giorni fa
  • Maru78 ha condiviso una foto.
    3 giorni fa

    “ PLAY BOY - POP “ - Dipinto acrilico su tela 90x65

  • Maru78 ha condiviso una foto.
    3 giorni fa

    “ PLAY BOY - POP “ - Dipinto acrilico su tela 90x65

  • Riccardo Antinori ha aggiunto un nuovo evento.
    3 giorni fa
  • Riccardo Antinori cambia SCELTE AZZARDATE avatar evento

    3 giorni fa

  • Riccardo Antinori ha aggiunto un nuovo evento.
    3 giorni fa
    SCELTE AZZARDATE

    Dal 9 all'11 ottobre 2020 “Scelte azzardate" è uno...

    • Venerdì, 09 Ottobre 2020 21:00
    • Teatro Trastevere
  • Riccardo Antinori piace il cambio di avatar di Charlotte8

  • Raz Degan piace il cambio di avatar di Monia Manzo

  • Riccardo Antinori ha creato un nuovo articolo

    4 giorni fa

    All via la 35ma Stagione di Teatro Ragazzi al Teatro Verde

    Rassegna Nazionale del Teatro per Ragazzi “Oltre la scena” Premio Maria Signorelli per il Teatro 2020-2021 Il Teatro Verde non si ferma ed è pronto per lanciare la trentacinquesima (35!) stagione della Rassegna Nazionale del Teatro per Ragazzi “Oltre la scena”, la più longeva programmazione annuale d’Italia dedicata ai bambini e ai ragazzi e alle...

    Teatro
  • Riccardo Antinori ha creato un nuovo articolo

    4 giorni fa

    OSTIA ANTICA FESTIVAL

    CONCLUSA CON SUCCESSO LA QUINTA EDIZIONE DELL’OSTIA ANTICA FESTIVAL - IL MITO E IL SOGNO. In un'estate difficile come questa, in cui i festival e gli eventi culturali sono stati fortemente penalizzati per la drastica riduzione delle capienze degli spazi, per le disposizioni anti Covid-19 che hanno imposto distanziamento tra il pubblico,...

    Teatro

Eventi

Chi è in linea