Viviroma.it spettacoli a Roma - Abbiamo visto MISERY al Teatro Sala Umberto

Mercoledì, 20 Novembre 2019

MISERY, in scena al Sala Umberto di Roma fino a domenica 1 dicembre.

L’essere umano non è o bianco o nero, e il dramma può far ridere. Vedere una persona in difficoltà può far ridere chi sta a guardarla, che esorcizza la paura di trovarsi in quella stessa situazione.

E allora MISERY di e con Filippo Dini, affiancato da una potente Arianna Scommegna, fa bene al cuore, consola, ci mette davanti alle nostre paure: quella di fallire, quella di perdere l’occasione della nostra vita, quella addirittura di morire; e ci permette una catarsi completa che ci aiuta a superarle, almeno per il momento, quelle paure.

Sulla pelle dei protagonisti si imprimono sentimenti contrastanti governati con maestria, e Dini offre al suo pubblico uno spettacolo che permette anche di ridere di gusto, oltre che tremare di paura, quando la diabolica Annie impone le proprie malate disinibizioni al malcapitato Paul Sheldon.

Il Dini attore si prende molte libertà di interpretazione rispetto a James Caan, protagonista della pellicola del ’90. Mantiene il proprio stile, accogliendo la tragedia ma ammorbidendola, sempre restando fedele alla storia, con una inevitabile ironia che ci auguriamo venga accolta dagli spettatori affezionati alla trasposizione cinematografica del romanzo di di Stephen King.

Da vedere, soprattutto per imparare a non arrendersi davanti all’imminente tragedia; e spesso, per evitare la resa, sorridere è l’antidoto più funzionale.

Insieme a Dini e alla Scommegna, sulla scena anche Carlo Orlando, nei panni dello sceriffo Buster McCain, interessante, padrone di pause inaspettate e convincenti, sorprendenti, finalmente una scelta originale per un personaggio che non resta in secondo piano rispetto ai due protagonisti.

MISERY 04 1024x683

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

espicos

Post dai gruppi

Chi è in linea