Viviroma.it spettacoli a Roma - Abbiamo visto HABIBA LA MAGICA al Teatro India

Venerdì, 15 Novembre 2019

Dal romanzo di Chiara Ingrao abbiamo visto al Teatro India “Habiba la Magica” dove i bambini da spettatori diventano protagonisti sulla scena insieme agli attori

foto habiba

Fino al 17 novembre al Teatro India la regista Marta Gilmore porta in scena “Habiba la Magica”, adattamento per il teatro dell'omonimo romanzo di Chiara Ingrao. 

La storia è portata in scena da tre performer Tony Allotta, Alessandra Arcangeli e Maria Panatta che si prestano ad un gioco di trasformazioni continue, dando corpo e voce ad una pluralità di personaggi alternando interpretazione e narrazione. 

“Habiba la Magica” è la storia di una bambina afro-italiana che vive nel quartiere romano di Torpignattara.
Habiba è arrivata in Italia nella pancia della sua mamma, ma durante la traversata ha perso il papà. 
Vive in bilico fra due identità; è una grande tifosa romanista, mentre la sua amica è laziale; ha una mamma moderna, ma severa che la critica perché è troppo fifona; in più esige che la figlia parli per forza il francese, la sua lingua di origine, mentre lei , come le sue amiche del quartiere dove abita, preferisce parlare “romanaccio”.
Un giorno Habiba riceve un dono da una strega in pensione mascherata da “gattara”: una scopetta parlante che le insegna a superare le sue paure, a ridere dei prepotenti, a volare sulla città risvegliandone i monumenti. Ma proprio quando si sente più forte, Habiba si trova da sola, ad affrontare pericoli e scelte difficili.

Alla prima dello spettacolo di oggi 14 novembre, hanno partecipato i bambini di molte scuole di Roma. Fin dalla prima scena hanno potuto ridere e riflettere sulle proprie emozioni e relazioni affettive, su identità e diversità, sul rapporto con le origini, sull’ amicizia, sulla magia, sulle migrazioni e sulle paure.

Lo spettacolo ha coinvolto magicamente i piccoli spettatori che sono saliti sul palcoscenico e hanno interagito attivamente in diverse scene con grande entusiasmo e divertimento.

Le maestre sono rimaste meravigliate e sorprese nel vedere i loro alunni immedesimarsi nel ruolo della protagonista, sentire e vivere insieme ad Habiba le stesse paure che i bambini incontrano durante la crescita, come salire per la prima volta sulla bicicletta, affrontare la paura del buio, di fantasmi, streghe e mostri.

L’intero spettacolo è stato ambientato nella cameretta di Habiba con pochi e semplici oggetti in contrapposizione alle magiche immagini che venivano proiettate sullo sfondo, grazie al contributo visivo di video-proiezioni di grande effetto realistico, nel quale lo spettatore si è sentito immerso nell’incantesimo della magia.

Il ritmo dei dialoghi dello spettacolo è stato molto intenso con toni talvolta abbastanza forti.

La musica è stata spesse volte occasione per coinvolgere il pubblico a interagire con gli attori, i quali sono stati capaci di interpretare in maniera spontanea e con naturalezza i loro ruolo. In particolare, è da apprezzare l’autenticità dell’attrice protagonista.

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

Giusi

Post dai gruppi

Chi è in linea