TEATRO - Abbiamo visto: LA FINE DELLA FIERA al teatro Cometa off

Giovedì, 04 Aprile 2019

È impossibile farla franca. Qualunque cosa tu faccia, qualunque cosa tu dica, prima o poi il destino cinico e baro passa a saldare il conto.
La fine della fiera, in scena fino al 14 aprile al teatro Cometa Off, è uno spettacolo come pochi se ne vedono di questi tempi.
Quattro gli attori in scena, quattro storie diverse, quattro confessioni che si intersecano. Non si parlano mai direttamente eppure tutti sono in qualche modo collegati, si passano una palla carica di emozioni l'uno con l'altro la lanciano al pubblico e la riprendono, creando un vortice divertente ma al tempo stesso commovente, creando un viaggio alla scoperta di ciò che più gli preme dire e trascinando dentro la loro storia lo spettatore, creando quella meravigliosa illusione che solo il Teatro, quello con la T maiuscola, riesce a fare.


La regia di Riccardo Scarafoni, accompagna queste storie senza "graffiarle", puntando sulla verità e l'emotività di ogni personaggio esaltandone il lato comico in un gioco fatto di tempi rubati e controtempi dando così la possibilità al lato tragico di ognuno, tutt'altro che trascurato, di tirare una stoccata finale allo spettatore. Una regia aggraziata che permette allo spettacolo di arrivare dritto al cuore e di lasciarsi coinvolgere.
Gli interpreti sono:
- Alice Bertini, unica donna in scena, giovane attrice di grande talento, è il Camaleonte. Un personaggio dalle molteplici sfaccettature, un personaggio dal sapore agrodolce, un personaggio che nasconde, dietro diverse caratterizzazioni, un terribile segreto. Un'interpretazione vissuta e trasmessa, fa sì che sia una gioia guardare questa donna all'opera mentre vola letteralmente da un personaggio all'altro, ognuno ben delineato, ognuno con una vita propria, ognuno che come una pallina su un piano inclinato la porta inevitabilmente alla conclusione della sua storia.

-Jesus Emiliano Coltorti è Lo Squalo. Cinico, spietato, bellissimo nella sua superbia. Coltorti restituisce egregiamente l'immagine di un lavoratore instancabile, il top di gamma, l'uomo d'affari che non fallisce mai. Ed è meraviglioso e sconvolgente vedere come questa maschera ben costruita, lentamente si sgretoli nel corso della messa in scena. La tecnica e l'emotività messe a servizio dello spettatore rendono il suo personaggio qualcosa di unico.

-Simone Crisari è Il Cane. Il suo personaggio è divertente, leggero, innamorato. Crisari con la sua interpretazione, conquista piano piano, corteggia delicatamente lo spettatore, lo fa entrare nel suo salotto, gli fa conoscere Anna, la sua compagna, entra in confidenza ed empatia con il pubblico e nel raccontare l'epilogo della sua storia lo devasta. Il suo personaggio parte come una brezza leggera e si trasforma in un uragano da cui non si può sfuggire.

-Fabrizio Sabatucci (in sostituzione temporanea di Gianluca Machelli) è Il Lupo. Un personaggio tragicomico. Un personaggio che sembra essere perseguitato da quel destino cinico e baro di cui tutti sembrano essere inconsapevoli marionette. Ma non lui. Lui sa, o meglio è fermamente convinto di non meritare di "essere felice come voi altri stronzi" e lo dice senza paura. Con estrema difficoltà cerca di andare avanti e sgomitare per ritagliarsi il suo angolo nel mondo senza riuscire però a farne davvero parte. Medita di fare cose orribili, ma il suo animo è buono, colpisce con la rassegnazione e la disperazione di chi non ha ormai più niente da perdere.

Questo spettacolo è un turbine di sensazioni è un vero e proprio viaggio alla scoperta di quattro storie nella quale riconoscersi.
Il testo di Daniele Prato e Francesca Staasch, credo sia, senza tempo. Permette che si rida nella "digrazia" e che si pianga quando ormai ci si ritrova trasportati verso l'apice della vicenda.
Una scenografia composta da pedane di legno, permette che ognuno di questi straordinari attori, si muova in uno spazio vitale isolato ma, allo stesso tempo, sono insieme. La loro è una danza che vale assolutamente la pena vedere.
"La fine della fiera" teatro cometa off fino al 14 aprile 2019.
Concludo usando le parole di Veruska Rossi, assistente alla regia di questo spettacolo.
"Quattro attori straordinari per quatro storie.
Quattro confessioni nelle quali potersi riconoscere.
A volte lievi, altre volte dure.
Ora ironiche, ora tragiche.
Leggere. O amare. Persino comiche.
Mai banali.
Come la vita."

DI Daniele Prato e Franscesca Staasch
Regia Riccardo Scarafoni

 

Silvia Parasiliti Collazzo

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

Varden89

Altri articoli di Varden89

Cookies

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici di terze parti, per proporti pubblicità.

Premi il tasto Approvo per accettarene l'uso e aver letto l 'informativa, oppure esci dal sito, grazie Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza online e tener traccia delle tue preferenze. La presente policy ha lo scopo di farti comprendere che cosa sono i cookie, l'utilizzo che ne facciamo e come poterli eventualmente disabilitare.

Cliccando il tasto "APPROVO" o proseguendo la navigazione su una qualsiasi pagina di questo sito, accetti i nostri cookie.

Che cosa sono i cookie

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali (computer, tablet, smartphone, ecc.), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione delle visite successive. Questo consente ai siti che visiti di riconoscerti e offrirti servizi mirati e/o un'esperienza d'uso migliore.

Per una spiegazione più esausitva puoi consultare queste pagine:

Come controllare e disattivare i cookie

Puoi controllare ed eliminare i cookie rilasciati dai siti che visiti attraverso le impostazione del tuo browser. Ecco una guida per i browser più diffusi:

Terze parti

Questo sito utilizza servizi di terze parti per rendere la tua esperienza più ricca e coinvolgente o monitorare in modo disgregato le attività degli utenti. Integriamo servizi come Facebook, Twitter, Google Analytics. Questi servizi potrebbero rilasciare cookie per il loro funzionamento. Disabilitando questi cookie non potrai usufruire di questi servizi attraverso le nostre pagine

  • Facebook Usiamo Facebook per tenerci in contatto con i nostri utenti. Questo servizio terzo potrebbe rilasciare cookie per il suo corretto funzionamento. Opponendoti al consenso non sarai in grado di utilizzare Facebook attraverso il nostro sito.
    Per maggiorni informazioni puoi consultare questo link 
    https://www.facebook.com/help/cookies/
  • Google AdSense Usiamo Google AdSense per mostrarti della pubblicità mirata. Questo servizio terzo potrebbe rilasciare cookie per il suo corretto funzionamento. Per maggiorni informazioni puoi consultare questo link 
    https://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
  • 4 Strokmedia S.p.A
    Usiamo 4 Strokemedia S.p.A, società con sede legale in Via Panfilo Castaldi, 8, 20124, Milano per mostrarti della pubblicità mirata. Questo servizio terzo potrebbe rilasciare cookie per il suo corretto funzionamento.

  • Google Analytics

    Usiamo Google Analytics per tener traccia in maniera aggregata e anonima delle visite dei nostri utenti.
    Questo servizio terzo potrebbe rilasciare cookie per il suo corretto funzionamento.

    Per maggiorni informazioni puoi consultare questo link 
    https://support.google.com/analytics/answer/6004245?hl=i

 

Trattamento dei dati

I vostri dati sono trattati a norma di legge e secondo quanto previsto ai sensi dell’art. 13 del D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (“Codice Privacy”) e dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679

Vi invitiamo al leggere in maniera attenta La nostra Informativa sulla Privacy.   

Titolare del trattamento.
Il Titolare del trattamento è l'Associazione Okmedicina.it

Diritti dell'interessato. 
Ai sensi dell'art. 7 Codice Privacy, in qualsiasi momento l'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei dati che lo riguardano e di conoscerne il contenuto e l'origine, di verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione. Ha altresì il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi per motivi legittimi al trattamento dei dati che la riguardano. Le relative richieste vanno rivolte al seguente indirizzo e-mail: okmedicina@italiasalute.it.

Informazioni

 

Copyright © 2013-2017 Associazione 

TEL. 391.318.5657

Via A. Ruffo 48,  Roma

Riproduzione riservata anche parziale

Utenti