Viviroma.it spettacoli a Roma - Abbiamo visto: VIKTOR UND VIKTORIA al teatro Quirino

Giovedì, 07 Febbraio 2019

Una roboante Veronica Pivetti veste gli scomodi ed ingombranti doppi panni di VIKTOR UND VIKTORIA

Immagine correlata

in una vicenda che si svolge sullo sfondo della Germania della Repubblica di Weimar, impoverita ed affamata dalla dilagante crisi economica e annebbiata dai fumi degli ultimi fasti libertini berlinesi che dilagano decadenti e distratti, incuranti della sorgente minaccia nazionalsocialista che proietta le sue sinistre ombre fino sul palco dove rapisce la mente del giovane aiutante di scena Gherardt trasformandolo in delatore del regime.

La trama, semplificata e riadattata rispetto al testo originario, scivola leggera grazie ai suoi personaggi tra cui in particolare, oltre alla menzionata protagonista, quello di Vito Esposito interpretato dall'ottimo Yari Gugliucci. Discutibile la napoletanizzazione di questo personaggio che ci spieghiamo con il desiderio di voler dotare la commedia di un sapore più nostrano oppure con l'intento di conquistare facili punti di gradimento giocando sulla proverbiale simpatia campana. 
Memorabile la divertente Lilli Schultz, bionda fatale rubacuori senza cervello, interpretata magistralmente da Roberta Cartocci, mentre l'affascinante nobile Frederich Von Stein è interpretato da Giorgio Borghetti che succede nel ruolo a Giorgio Lupano (il ragioniere gentiluomo del Paradiso delle Signore).

Immagine correlata
La trama della commedia è semplice: un'attrice squattrinata giunge a Berlino dalla provincia e si lascia convincere da Vito, malconcio attore immigrato italiano, a sostituirlo nel ruolo di un uomo che interpreta una donna. Victoria si trova così ad interpretare sé stessa nei panni di un uomo e, per quanto il compito sembri tanto pazzesco quanto proibitivo, alla fine ottiene un enorme successo che le permette di calcare i palchi di mezza Europa e di diventare ricca e famosa. 
Il suo conturbante fascino androgino tuttavia non manca di destare curiosità e sospetti, soprattutto quando si innamora del conte Von Stein che la contraccambia e la bacia in pubblico di fronte allo scandalizzato Gherardt.

Immagine correlata
“VIKTOR UND VIKTORIA” è dunque una commedia degli equivoci che risulta divertente pur nell'impegnativo confronto con il delicato tema della sessualità tradita in nome della società e dell'opportunismo. Victoria per sopravvivere deve rinunciare a sé stessa, alla sua vera vita e alle relazioni sentimentali, si costringe ad annichilire la sua dimensione femminile e accetta di mortificarsi nascondendo le proprie fattezze corporee. Ci riuscirà grazie alla sua determinazione e al suo talento di attrice ma il risultato finale sarà quello di una caricatura di uomo, una specie di ibrida invenzione che, pur nella sua inquietante e torbida stranezza, farà innamorare di sé donne e uomini.

 

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

Roby

Chi è in linea