Viviroma.it spettacoli a Roma - Abbiamo visto: CHE DISASTRO DI COMMEDIA al Teatro Manzoni

Venerdì, 01 Febbraio 2019

CHE DISASTRO DI COMMEDIA

Teatro Manzoni via Monte Zebio, 14

fino al 24 febbraio

Personalmente è la seconda volta che vedo questo “spettacolo” avendo visto la Prima italiana nel dicembre del 2016 e, scusate, ma chiamarlo commedia è riduttivo, sia per le doti anche atletiche degli attori e sia per la continua mutazione scenografica, pur rimanendo nella stessa “vittoriana”, per arredi e costumi, ambientazione.

Non saremo all’ Old Red Lion Theatre di Londra dove debuttò nel 2012 con il titolo di “The Play That Goes Wrong” (Il Gioco che va male), né al Duchess Theatre di Londra dove ha debuttato in prima mondiale nel 2014, ed è attualmente ancora in scena ininterrottamente, presso lo stesso teatro, da quasi cinque anni; neppure siamo a Broadway, dove è approdato girando per venti paesi nel mondo e collezionando numerosi premi, tra i quali l’Olivier Award come Migliore Commedia, ed in Francia il Premio Molière ma, con questo “Gioco”, del regista inglese Mark Bell, anche al Teatro Manzoni ci si diverte e non poco.

Con un’inizio che non comincia ma è già iniziato, ed una fine che sa poco di “sipario” e molto di “colpo di scena” gli attori, tutti bravi, rappresentano un gruppo teatrale amatoriale, “La Compagnia dei Filodrammatici di Sant’Eufrasio Piedimonte”, la quale cerca di mettere su una storia che gira intorno ad un misterioso omicidio, ambientato nel West End londinese degli anni ’20, “Delitto a Villa Aversham”.
Dire che non ne va dritta una è un’eufemismo, con gli attori che sono ancora più bravi, con una sincronia mirabile, a far di tutto per sembrare naturalmente imbranati, pur rimanendo ligi ai ruoli imposti dal copione ed a gestire tutti gli imprevisti che, letteralmente, gli “franano” addosso, ed il tutto con tempi che in alcuni momenti sono decisamente serrati. I paradossi, le gags e gli effetti a sorpresa non vanno raccontati, vanno vissuti dal vivo a teatro, magari insieme ai bambini che apprezzeranno certamente un pò di comicità in salsa english.
La vera difficoltà per lo spettatore è tenere, tra una risata ed un’apparente improvvisazione , il filo della trama che, nonostante tutto c’è, ed ha anche ambizioni da triller anche se, verrebbe voglia di dire : fortunatamente, è stata “un disastro di commedia”, ma uno spettacolo divertente.

Roma 31 gennaio 2019              Maurizio Moretti

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

MxM

Altri articoli di MxM

Chi è in linea