Viviroma.it spettacoli a Roma - Abbiamo visto IL FU MATTIA PASCAL al Teatro Marconi.

Mercoledì, 30 Gennaio 2019

 Il fu Mattia Pascal1 5

Mattia Pascal sostanzialmente è un uomo in trappola. Un uomo costretto dalle proprie menzogne a rinunciare all'agognata libertà. Cosa può un uomo davanti a una simile prigione? Fuggire per esempio, fuggire per cambiare vita. Questo è quello che avviene in IL FU MATTIA PASCAL, di Luigi Pirandello, con adattamento di Eleonora Di Fortunato e Claudio Boccaccini che lo ha anche diretto. Un romanzo dei primi del '900 estremamente attuale e che, dopo il successo della scorsa stagione al Teatro Ghione, è tornato in scena al Teatro Marconi.
Nella scenografia primeggia una grandissima libreria con volumi enormi che ci accompagnano per tutta la durata della pièce. 
Un "muro" di storie e consapevolezze, di personaggi veri o inventati, di vite vissute o sprecate.
Un muro che ci pone immediatamente su piani più alti dove "il punto di vista" può essere spostato dalla più facile ignoranza. 
Quella beata ignoranza che ci fa puntare il dito e che non si accorge che le altre quattro della mano sono rivolte verso di noi. La messinscena converge l'attenzione del pubblico sulle maschere che indossiamo, dietro le quali tutti, più o meno, ci nascondiamo per meglio ESSERE e più raramente, dopotutto, per ingannare. Siamo esseri fragili e sostituibili. Che è pure la dannazione di Mattia quando tornando a casa dopo la fuga, travestita da disgrazia, scopre che tutti, compresa sua moglie, hanno "guardato avanti" e in un certo senso dimenticato. Che poi, guardare avanti, non è altro che uno tsunami di indifferenza, per uno che, come Mattia, pone al centro del mondo sempre se stesso. Difficile è per l'uomo accettare che siamo un elemento di passaggio. Ecco quindi che Mattia Pascal, Adriano Meis nella sua seconda vita, si avvicina al mondo esoterico cercando l'Oltre come un'ancora di salvezza. Le maschere talvolta ci si attaccano così tanto alla pelle da renderci impossibile togliercele. Perdiamo spesso la nostra identità e perennemente la cerchiamo. Pirandello conosceva bene gli uomini, si compenetrava con essi. Forse per questo riusciva a scrivere, con elevate note empatiche, i tormenti esistenziali dei suoi personaggi, fusione ben riuscita anche agli attori di questa bella versione de IL FU MATTIA PASCAL interpretato da Felice Della Corte, con Alessia Navarro, Siddhartha Prestinari, Paolo Perinelli, Maurizio Greco, Marco Lupi e Livia Lucina Ferretti. Bravi!

Teatro Marconi

viale Guglielmo Marconi 698

fino al 3 febbraio

tel 065943554 –info@teatromarconi.it

info@teatromarconi.it

www.teatromarconi.it

dal giovedi alla domenica

ore 21.00 domenica ore 17.30

biglietti Intero 24€ ridotto 20€

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

YARRO

Chi è in linea