Viviroma.it spettacoli a Roma - Abbiamo visto: Marlene D. The Legend con Riccardo Castagnari e al pianoforte il Maestro Andrea Calvani

Mercoledì, 30 Gennaio 2019

 

Ci sono persone la cui sola presenza e il cui magnetismo sono in grado di catturare l’attenzione di tutti i presenti, altre il cui fascino irresistibile è in grado di conquistare chiunque, altre ancora dal talento straordinario o di una bellezza algida da mozzare il fiato. Marlene Dietrich era tutto questo. La Dietrich non è stata unicamente una delle più grandi dive di tutti tempi. 

IMG_2488

Il suo personaggio eclettico e poliedrico, da sempre molto ammirato, fu d'esempio e fonte d’ispirazione. 

Ella nacque in Germania e divenne cittadina americana; si oppose apertamente alla guerra e al Nazismo. 

Oltre ai numerosi riconoscimenti alla carriera Marlene Dietrich ricevette la Medal of Freedom e fu insignita della Legione D’onore francese.

Questa pièce teatrale intende renderle omaggio e delineare la personalità di una diva senza tempo, esaltandone pregi e, con affettuosa ironia, anche i difetti (richiamando ad esempio la sua ossessione per le gambe che lei aveva assicurato). 

Un’interpretazione unica, sensuale, dolcissima, spiritosa, uno spettacolo ricco di emozioni e sentimenti. 

E’ sorprendente come l’attore riesca talmente a fondersi nel suo personaggio da rendere assolutamente irrilevante il fatto che sia un uomo a interpretare una donna: lo fa con garbo, passione, femminilità ed esaltandone la fierezza, la trasgressività, l’autocompiacimento, lo splendore androgino.

La raffinatezza e il fascino vengono ancora di più evidenziati dall’eleganza delle movenze e della ricchezza dei costumi di scena.

Una rappresentazione che ha avuto un enorme successo tanto da fare numerose tournée in tutto il mondo per 18 lunghi anni e che oltre ad essere la celebrazione di una diva, al tempo stesso rappresenta il culmine del successo nella carriera dell’attore che la interpreta: Riccardo Castagnaro. 

E perché mai dovrebbe sorprenderci che è proprio un uomo a ricoprire il ruolo della Dietrich: una donna che osava indossare i pantaloni e “ che persino le donne possono adorare”.

L’attore ha voluto dire addio al suo personaggio preferito proprio nel teatro dove tanto tempo fa aveva debuttato questo grazioso spettacolo. 

Emozionanti le interpretazioni musicali e canore di alcune canzoni tra cui ricordiamo: Lili Marleen, Lola Lola, Just a gigolò. A questi intermezzi musicali fanno da cornice, i monologhi, i numerosi riferimenti alla carriera e alla personalità dell’artista, alla copiosa produzione cinematografica, alle sue passioni, ai suoi numerosi amanti.

Una chicca e una piacevole scoperta è stato il teatro Flaviano, storico centro di riferimento di numerosi attori, dallo stile ricercato e dall’ambiente intimo e accogliente. 

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

cileno

Chi è in linea