Viviroma.it spettacoli a Roma - Abbiamo visto: - Il più brutto weekend della nostra vita - al Teatro Ciak

Lunedì, 14 Gennaio 2019

“Il più brutto weekend della nostra vita” è una simpatica commedia in due atti incentrata su quattro personaggi che vivono i due weekend (perché in realtà i weekend, a dispetto del titolo, sono due) peggiori della loro esistenza. Un avvocato di successo – interpretato da Nini Salerno - e sua moglie, una psicologa delle relazioni, interpretata da Antonella Elia, invitano nella loro nuova casa di campagna la coppia di amici di sempre, con l'apparente intento di farli morire d'invidia.

Che il weekend abbia tutte le premesse per andar male è evidente dall'inizio, quando, ancora prima di incontrarsi, si capisce quanto i due uomini non si sopportino, mentre le donne, amiche dai tempi della scuola, interloquiscono senza riuscire ad abbassare completamente la loro maschera di ipocrisia.

 

La commedia, scritta dall'autore canadese Norm Foster ma riadattata da Maurizio Micheli, prende fin dall'inizio una inaspettata piega all'italiana, incuneandosi sul consumato solco della “coppia che scoppia” e del genere cult degli anni '80 basato sui tradimenti matrimoniali. Colpi di scena fin dall'inizio, dunque, seguiti da una tempestosa serie di confronti divertenti, fra risentimenti taciuti, invidie malcelate e critiche sottintese in un clima comico e divertente che la rende molto gradevole.

Parlare della bravura di Maurizio Micheli e di Nini Salerno è perfino superfluo. I due, veri mostri sacri della comicità nostrana, offrono un ennesimo saggio del loro grande talento. Benedicta Boccoli, nella divertente e scoppiettante parte di Anna, è sempre perfettamente a fuoco e a tratti strappa letteralmente applausi al pubblico mentre Antonella Elia interpreta un personaggio talmente calzante che viene da chiedersi dove inizi il personaggio e dove, invece, l'Elia.

Insomma il risultato è una commedia divertente e leggera, ma solo all'apparenza, perché dietro le vicende comiche dei personaggi si celano in realtà i loro drammi esistenziali. Ognuno di essi è, infatti, alla ricerca della felicità ma finisce con il fallire miseramente. Le coppie sposate non riescono mai a trovare un equilibrio e si frantumano e perfino l'amicizia finisce per fare la stessa fine, sottolineando così in modo implicito e vagamente ammiccante come le relazioni esistenziali di qualsiasi tipo siano difficili e spesso impossibili da gestire. 

 

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

Roby

Chi è in linea