Abbiamo visto: 'Gli alti e bassi di Biancaneve' al Teatro Palladium

Domenica, 02 Dicembre 2018

Abbiamo visto 'Gli alti e bassi di Biancaneve' e ci è piaciuto. Ritmo e ripetitività simboleggiano per Emma Dante, attrice regista e drammaturga italiana, l'istinto umano. In scena al Teatro Palladium sabato 1 e domenica 2 dicembre, Italia Carroccio, Davide Celona e Daniela Macaluso mettono in atto gesti rapidi e sincronici con i quali ogni sorta d'istinto viene espresso senza troppi filtri. E così adulti e bambini si vedono rappresentati nei diversi sentimenti che ci appartengono. Uno su tutti l'invidia che è alla base del racconto che poi sfocia nella giustizia e nell'amore che vince sul male. La pièce inizia gettando negli occhi degli spettatori l'incanto di balocchi e ninnoli lanciati in aria sotto un cono di luce magico. La fiaba parte con purezza e cresce, come accade nella vita, con la contaminazione di istinti più bassi. La regina, in un divertente gioco simultaneo col suo doppio allo specchio, si vede costretta a una realtà difficile da accettare, il tempo che passa e la bellezza che sfuma. Coinvolgendo i bambini con domande dalle risposte imprevedibili e a volte esilaranti, gli attori danno prova di grande capacità di gestire un'improvvisazione. La fiaba prosegue con la scelta registica di mettere la regina, strega cattiva, su dei trampoli ma, quando il male si fa "alto" e grosso ecco che il bene restituisce il colpo dal "basso" della sua semplicità...un bacio d'amore. Così la vità è: con alti e bassi, la vita è, senza scuse o troppi fronzoli.

Gli-alti-e-bassi-di-BiancaNeve-fotodiCarmineMaringola.jpg (800×531)


Autore

YARRO

File disponibili

Nessun file caricato