Viviroma.it spettacoli a Roma - Abbiamo visto ‘Nella giungla delle città’ al Teatro Trastevere

Venerdì, 16 Novembre 2018

Al Teatro Trastevere, dal 15 al 18 Novembre 2018

Adattamento e regia di Alessandro De Feo. Per gli appassionati trovate accanto il testo dell'opera completo.

E ci è piaciuto molto. Ci ha stupito una regia coinvolgente, che usa tutti gli spazi del teatro, non solo il palcoscenico. Mi sono ritrovato con una donna scaraventata per terra a un metro da me. Mi è volata sui piedi una tazza. Ho temuto che mi finisse in braccio qualcuno e i colpi di pistola estratti dal caricatore mi hanno rimbalzato vicino. Diciamo che sono rimasto col fiato sospeso in un primo tempo dal ritmo entusiasmante.
Della storia vi basti sapere che è un’opera giovanile di Brecht, che suggerisce la sua chiave di lettura:’
Vi trovate a Chicago, ed assistete all'inspiegabile lotta di due uomini e alla rovina di una famiglia, che dalle praterie è venuta nella giungla della metropoli. Non tormentatevi il cervello per scoprire i motivi di questa lotta, ma interessatevi alle poste umane in gioco, giudicate imparzialmente lo stile agonistico dei due avversari e concentrate la vostra attenzione sul finale.’

La giungla è una cricca di orientali di seconda generazione, sgualdrine alcolizzate, timide ragazze mittel-europee nella morsa dei lupi.
Una lotta tra due uomini apparentemente squilibrata, tra scontri, fughe ripensamenti, domande che esigono risposte. Una su tutte: Thaiti o New York?
Avvincente e misterioso Nella giungla delle città fu scritto tra il 1921 e il 1923 quando l’America, crocevia di popoli e culture, rappresentava il futuro e la possibilità di una vita nuova, tematiche più che mai attuali, che ancora oggi riescono a inquadrare e dipingere sfumature, contraddizioni ed ambiguità della società contemporanea. Che ne pensa il regista?

D: Il primo dramma propriamente epico  Bertold Brecht – che difficoltà ti ha dato?
• Mi sono confrontato con questo testo con molto entusiasmo e creatività rispetto all’azione e mi ha affascinato questo testo. Mi rendo conto che è un testo difficilmente recepibile. Ma sono stato contento di farlo
 
D: quali sono stati i cambiamenti maggiori che hai apportato alla tua rivisitazione?
• Una semplificazione al testo originale -  anche se non sembra – però ho preso posizione su certe cose che ho deciso voler esprimere a mio modo.
 
D: Sono passati cento anni dalla stesura di quest’opera - che impressione ti ha fatto questo salto nel tempo?
• La dimensione del testo non ha tempo – all’inizio di questi cento anni si iniziava a costruire i primi grattacieli a Chicago e New York e si cominciava a formare una nuova struttura metropolitana che prima non c’era   e che Brecht ha tradotto con il termine di giungla. 
 

Rivisitato dalla compagnia Cavalierimascherati, un manipolo di giovani teatranti quasi tutti passati per l' accademia del Teatro Quirino, mettendo in scena Opera da tre soldi e Un uomo è un uomo (produzione Marabutti, Attori&Tecnici), vincitore del premio Attilio Corsini 2017.


Con Nella giungla delle città appuntamento al Teatro Trastevere, Via Jacopa de’ Settesoli 3, dal 15 al 18 novembre 2018. Dal giovedì al sabato ore 21.00, domenica ore 17:30. Con
Eugenio Banella
Luisa Belviso
Matteo Castellino
Antonia Di Francesco
Lorenzo Garufo
Maurizio Greco
Diego Migeni
Flavia Rossi
Marco Usai
Irene Vannelli
musiche eseguite dal vivo dal maestro
Massimo Ricciardi

ingresso riservato ai soci
via Jacopa de'Settesoli 3, 00153 Roma
contatti: 065814004 info@teatrotrastevere.it
www.teatrotrastevere.it #ilpostodelleidee
https://www.facebook.com/teatrotrastevere/#

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Chi è in linea