Viviroma.it spettacoli a Roma - Abbiamo visto: 'C’est Parti Mon Kiki' di Jacques Tellitocci al Mattatoio

Sabato, 10 Novembre 2018

Assistere ad uno spettacolo di Jacques Tellitocci vuol dire entrare in un mondo magico che ruota attorno alla musica del suo vibrafono; uno strumento ingombrante e complicato da smontare e rimontare, che solo un pazzo come lui (sono più o meno le sue parole) ha ancora il coraggio di suonare.

Tellitocci suona con qualunque oggetto e con qualunque materiale e C’est Parti Mon Kiki racconta la storia del cagnolino giocattolo con cui è cresciuto, che compare nelle foto che scandiscono la sua infanzia, ma anche i suoi viaggi in età adulta.

 

Quello che gira per il palco e suona con lui però è Kiki2, che ha sostituito   Kiki quando questo è passato a miglior vita.

Per i bambini è un'esperienza straordinaria assistere ad un concerto dove piccoli strumenti giocattolo, pupazzi caricati a molla, ventilatori, una ruota di bicicletta con biglie che scorrono sui raggi, tutto contribuisce a creare la musica che scandisce la storia di Jacques e Kiki.

I bambini ameranno questo concerto spettacolo ma anche i grandi ne saranno conquistati.

 

Creato da Jacques Tellitocci, compositore, performer e polistrumentista attivo da oltre vent’anni e in grado di spaziare tra differenti sonorità e generi musicali, C’est Parti Mon Kiki è una performance dedicata ai bambini dai sei anni in su, in cui la musica incontra immagini video e video-mapping.

Un vibrafono occupa il centro del palcoscenico mentre un divertente personaggio segue i suoi ricordi d’infanzia e c’invita a entrare in quella che un tempo fu la sua tana. È uno spazio pieno di giocattoli sonori e di peluche tra cui il cane Kiki, fedele compagno di giochi, che risveglia tutta la sua immaginazione.

La musica, dal sapore cinematografico, puntellata da leggere sequenze teatrali, crea l’atmosfera speciale di questo spettacolo in grado di immergerci in un mondo delicato e poetico o di trasportare i più grandi nell’universo colorato dei ricordi della propria infanzia.

Durata 60′


Interpretazione, Musica Jacques Tellitocci 

Direzione di palco Olivier Prou, Pascal Parisot 

Scenografia, Video Laurent Meunier 

Produzione Traffix Music

Qui il programma completo

 

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Chi è in linea