Evento Arlecchino servitore di due padroni

cover photo

Arlecchino servitore di due padroni

Arlecchino servitore di due padroni
  • Posti disponibili: 1 di 2 totali.
    Devi registrarti per partecipare
  • 1 partecipante

Dall’ 11 al 23 febbraio al Teatro Argentina il regista e attore piemontese cinque volte premio Ubu, Valerio Binasco, si confronta con un grande titolo del repertorio rileggendo Arlecchino servitore di due padroni con uno spettacolo di forte impatto cinematografico. La fattura giocosa, sospesa, intatta nella sua grazia, della penna goldoniana ben si presta a vestirsi dei meccanismi comici di una borghesia dinamica e virtuosa che celebra l’intraprendenza femminile e l’amore romantico, e al contempo si confronta con i temi della povertà – latente nella leggendaria fame di Arlecchino – e del dolore.

Valerio Binasco ha stupito critica e pubblico frantumando la tradizione con un Goldoni che guarda più alla commedia all’italiana che alla commedia dell’arte, dando voce a un’umanità vecchio stampo, paesana e arcaica, che ha abitato il nostro mondo in bianco e nero. Famelico, bugiardo, disperato e arraffone, l’Arlecchino “contemporaneo” di Valerio Binasco è un poveraccio che sugli equivoci costruisce una specie di misero riscatto sociale: «A chi mi chiede: come mai ancora Arlecchino? rispondo che i classici sono carichi di una forza inesauribile e l’antico teatro è ancora il teatro della festa e della favola».

Il suo stile cinematografico, fatto di sintesi, unità di azione e suspense, è al servizio del testo di Goldoni, un perfetto congegno che dal 1745 non smette di funzionare e incantare il pubblico. La commedia della stravaganza diventa così un gioioso viaggio nel tempo, alle origini del teatro italiano e della sua grande tradizione comica, con un cast molto affiatato di attori molti dei quali collaborano da tempo con il regista. Personaggio dalle molteplici contraddizioni: meschino e anarchico, irriguardoso e servile, Arlecchino riesce a portare scompiglio nell’ottusa società borghese, con una carica che suo malgrado si può perfino dire ‘sovversiva’. «Non è mia intenzione fare uno spettacolo ispirato alla Commedia dell’Arte, così come non userò le maschere della tradizione. Per quanto sarà possibile, tenterò di dare a questo testo un sapore moderno, cercando di restituire l’umanità e la credibilità dei personaggi anche quando la tentazione del formalismo teatrale fine a se stesso ci sembrerà irresistibile. Non ho voluto avvicinarmi a un 'mostro sacro', un’icona come Arlecchino per testimoniare il mio rapporto con la teatralità – annota Binasco – Certo, la forza impressionante delle prime commedie di Goldoni arriva fino a noi, anche a dispetto di molte ingenuità drammaturgiche, e di altrettante concessioni al gusto e alle convenzioni dell’epoca. Resistere a questa pura forza teatrale che si propone in modo giocoso, infantile, ballerino, non sarà impresa facile, e qualcuno potrà legittimamente domandarmi: perché resistere, dunque? Ho due risposte. La prima è che le invenzioni di Strehler per rivisitare (per quanto possibile) la Commedia dell’Arte sono insuperabili, e si sono espresse con una nettezza che rende inutile e frustrante qualsiasi tentativo di incamminarsi sulla medesima strada. La seconda, che ha una risonanza più intima per me, è che in questa commedia, (al pari di altre commedie del ‘primo’ Goldoni) io avverto il richiamo di qualcosa che ha a che fare con un ‘certo tipo di umanità’, la cui anima travalica i limiti del teatro per il teatro, e chiede di essere raccontata con maggiore realismo, con maggiore commozione. È il richiamo di una tipologia umana di vecchio stampo, l’Italia povera ma bella di sapore paesano e umilmente arcaico che è rimasta attiva a lungo nel nostro paese, sia sulla scena che nella vita reale, ha abitato il nostro mondo in bianco e nero, si è seduta ai tavoli di vecchie osterie, ha indossato gli ultimi cappelli, ha assistito al trionfo della modernità con comico sussiego, ci ha fatto ridere e piangere a teatro e al cinema con le ‘nuove maschere’ dei grandi comici del Novecento, e poi è svanita per sempre, nel nulla del nuovo secolo televisivo. La voce di questa umanità è quella della Commedia».

Categoria
Teatro
Orario
19 Feb 2020 alle 21:00 - 19 Feb 2020 alle 21:00
Luogo
Teatro Argentina
Avvenimento
Giornaliero
Amministratori Evento
Redazione

Socialnetwork

  • Riccardo Antinori ha stretto amicizia con Mauro
  • Mauro ha condiviso 6 foto nell'album Foto di Mauro
    5 ore fa 18 minuti fa

  • Marco Campagna ha stretto amicizia con Roberta Sanzò
  • Serafin ha condiviso una foto.
    19 ore fa 18 minuti fa

  • Serafin ha condiviso una foto.
    20 ore fa 17 minuti fa

    ...” sai che Il Buonarroti fu il campione del disegno, e intendiamo per disegno los studio de la “notomia”; il Pinturicchio ingrandì nella “grazia”; Sebastiano del Piombo fu insigne pittore del colorito.
    Però Raffaello si distinse in tutti questi aspetti della pittura, arrivando alla coma di ogni aspetto.
    Caro amico, Raffaello ci porta e trasporta nello spazio che non conosce lo sveglio.
    Si carissimo amico, non ne dobbiamo guardare soli con gli occhi ma con il cuore e l’anima aperti a sognare. “

  • Eleonora Bavastro ha stretto amicizia con ANGELA ALESSANDRIS
  • LePatrizie ha stretto amicizia con ANGELA ALESSANDRIS
  • Mauro
    ieri

    Buona sera a tutti sono Mauro Mancinelli, ho frequentato liceo Artistico, dove ho coltivato il mio interesse per l'arte, ho sperimentato e scoperto nuove forme pittoriche.
    Mi sono accostato alla tecnica dell' incisone, sono diventato incisore e stampatore, ho lavorato due anni come calcografo nella famosa stamperia Grafica dei Greci, venendo a contatto con i più importanti artisti del momento.
    Nei primi anni 80 frequento la scuola di Arti Ornamentali partecipando a diverse mostre collettive .Successivamente collaboro con l'agenzia grafica Bottega dell'immagine per la quale realizzo numerosi progetti.Dopo un lungo periodo di riflessione mi riaccosto alla pittura sperimentando l'acquarello ed è con questo che riesco ad esprimere appieno la passione per i colori. 2018 mostra L'Arte del Portico 2019 primo premio le tre signore di Calcata.

  • Mauro ha una nuova cover profilo.

    ieri

  • Riccardo Antinori Associazione viviroma
    ieri

    Carla nn hai risposto per il trastevere

  • Eleonora Bavastro ha creato un nuovo articolo

    ieri

    ROARING THE TWENTIES - RED PELLINI 4et

    Sabato 18 luglio 2020 Red Pellini (saxofono), Alessio Magliari (pianoforte), Giancarlo Colangelo (sax basso) e Carlo Battisti (batteria) Museo del Saxofono via dei Molini snc (angolo via Reggiani) 00054 - Maccarese, Fiumicino (RM) ore 20.30 apericena ore 21.30 concerto Biglietto concerto: €15,00 Apericena: €10,00 Prevendita su...

    Musica
  • Eleonora Bavastro ha creato un nuovo articolo

    ieri

    SOS MADE IN ITALY

    Il settore musicale e dello spettacolo dal vivo Made in Italy rischia la chiusura SOS MADE IN ITALY: APPELLO URGENTE DI OPERATORI E ARTISTI DEL SETTORE MUSICALE E SPETTACOLO DAL VIVO INDIPENDENTE ED EMERGENTE: INTERVENTI CONCRETI IMMEDIATI ENTRO L’ESTATE ALTRIMENTI IL SETTORE CHIUDE. Entro l’estate serve un bonus a fondo perduto per tutta la...

    Musica
  • Eleonora Bavastro ha creato un nuovo articolo

    ieri

    LUIGI RELE': "DREAMS - CANZONI DI PROTESTA, DI PACE E D’AMORE"

    Dreams il nuovo album di Luigi Relè . Dodici tracce, dodici racconti legati gli uni agli altri da un filo comune rappresentato dal sogno declinato in diversi modi. Il sogno notturno, del quale a volte ricordiamo i contenuti al risveglio, oppure il sogno come impresa, talmente grande da sembrare impossibile, oppure ancora l’idea che sembra...

    Musica
  • Eleonora Bavastro ha creato un nuovo articolo

    ieri

  • Eleonora Bavastro ha creato un nuovo articolo

    ieri

  • Eleonora Bavastro ha creato un nuovo articolo

    ieri

    ANDREA LICCIARDO - LIPARI è uscito IL VIDEO della Hit dell'estate

    Sabato è uscito il video di LIPARI, il nuovo singolo di Andrea Licciardo , omaggio alla sua terra; un brano pop che porterà tutti a ballare in spiaggia questa estate.   LIPARI è un luogo magico dove può succedere di tutto. Un'isola paradisiaca, dove ogni anno migliaia di turisti lasciano il cuore e a volte trovano anche l'amore. Un uomo ed una...

    Musica
  • Serafin ha condiviso una foto.
    ieri

    “ Il dipinto di Raffaello è come un sogno, dove ci porta a vivere quello che non ne possiamo quando ci siamo svegliati” .

  • Simo102000
    2 giorni fa

    La verità la trovi dentro di te
    m.youtube.com/…

  • Serafin ha una nuova cover profilo.

    2 giorni fa

  • Serafin ha una nuova cover profilo.

    2 giorni fa

  • Monia Manzo ha creato un nuovo articolo

    2 giorni fa

    ABBABULA 2020

    ABBABULA 2020 XXII Edizione SASSARI, 4 – 7 AGOSTO SAMUEL | PAOLO BENVEGNÙ | DAVIDE TOFFOLO | MAX COLLINI | LODO GUENZI & BEBO GUIDETTI | CIMINI | NICHOLAS CIUFERRI & THE NIRO | COSIMO DAMIANO DAMATO & ERICA MOU | LUIGI FRASSETTO | LACANA | ANGELA COLOMBINO | OK BA | DANIELA PES & MARIO GANAU Si accendono le luci sul palco di ABBABULA. Dal 4 al 7...

    Musica
  • Monia Manzo ha creato un nuovo articolo

    2 giorni fa

    I CONCERTI NEL PARCO. ROSSinJAZZ

    I CONCERTI NEL PARCO ESTATE2020 #CISIAMO Parco di Casa Del Jazz Martedi 14 luglio ore 21.00 RICCARDO ROSSI, in una veste inedita, ci racconta alcuni suoi incontri con la musica che hanno punteggiato momenti particolari della sua vita. Un piccolo omaggio speciale, è riservato all’incontro con Alberto Sordi, nel 100° anniversario dalla sua nascita...

    Musica
  • Marco Campagna ha stretto amicizia con Monia Manzo
  • Stefy ha stretto amicizia con Lucia Monopoli

Chi è in linea