Spettacoli a Roma - Categoria eventi: Mostre

Eventi, scegli il giorno

Ottobre 2021
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
    • AMERICA ON SCREEN

      AMERICA ON SCREEN

      Ott 21 2021
      ROMA
      La mostra fotografica è composta da una raccolta di ventidue ritratti di dive che hanno contribuito a rendere famoso il cinema americano, coprendo un periodo storico che va dal cinema muto agli anni ‘70, includendo inoltre una piccola sezione di scatti dedicata ad attrici italiane «prestate» a Hollywood.
    • Prima, donna. Margaret Bourke-White.

      Prima, donna. Margaret Bourke-White.

      Ott 22 2021
      ROMA
      una tra le figure più rappresentative ed emblematiche del fotogiornalismo, la mostra Prima, donna. Margaret Bourke-White, ospitata al Museo di Roma in Trastevere dal 21 settembre al 27 febbraio 2022.
    • CIAO MASCHIO

      CIAO MASCHIO

      Ott 23 2021
      ROMA
      CIAO MASCHIO VOLTO POTERE E IDENTITÀ DELL’UOMO CONTEMPORANEO, ospitata alla Galleria d’Arte Moderna dal 23 giugno al 14 novembre 2021, descrive l’evoluzione della rappresentazione e del ruolo dell’uomo contemporaneo nella società e l’influenza che questi cambiamenti hanno avuto sulle arti, in particolare dalla seconda metà degli anni Sessanta fino al presente periodo post-ideologico.
    • VULNERABILE  di GIULIA SPERNAZZA .

      VULNERABILE di GIULIA SPERNAZZA .

      Ott 23 2021
      ROMA
      La mostra VULNERABILE di Giulia Spernazza. Il titolo intende mettere in evidenza la parte più sensibile che è dentro ognuno di noi, la nostra “zona cieca”, un territorio che vale la pena perlustrare e osservare con estrema compassione. Accogliere le nostre imperfezioni trasformando le debolezze in punti di forza. Rendersi vulnerabili. Superare le paure accettando il rischio di essere feriti nell'esporsi senza corazze.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Ott 25 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • Casina di Raffaello, le nuove attività per bambini

      Casina di Raffaello, le nuove attività per bambini

      Ott 26 2021
      ROMA
      Casina di Raffaello, lo spazio arte e creatività dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, gestito in collaborazione con Zetema Progetto Cultura, da martedì 5 a sabato 30 ottobre propone nuovi laboratori dedicati ai bambini che potranno giocare e imparare divertendosi.
    • SAVE THE DATE  KLIMT. La Secessione e l’Italia

      SAVE THE DATE KLIMT. La Secessione e l’Italia

      Ott 27 2021
      ROMA
      La mostra ripercorre la vita e la produzione artistica di Klimt, sottolineandone il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e indagando sul suo rapporto con l’Italia, meta dei suoi viaggi e luogo di alcuni suoi successi espositivi. Sono circa 200 le opere esposte, tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture di Klimt e degli artisti della sua cerchia.
    • QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi,

      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi,

      Ott 29 2021
      ROMA
      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre a Palazzo Cipolla arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola, uno degli esponenti più importanti della media-art a livello internazionale.
    • QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola

      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola

      Ott 29 2021
      ROMA
      Dal 29 settembre Palazzo Cipolla a Roma ospiterà la prima mostra monografica di Quayola (1982), artista romano di origine e londinese di adozione, tra gli esponenti più importanti della media-art a livello internazionale.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Nov 01 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    •  Napoleone Ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

      Napoleone Ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

      Nov 06 2021
      ROMA
      La mostra Napoleone ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria – ospitata al Museo Napoleonico dal 5 maggio, giorno in cui si celebrano i duecento anni dalla morte, al 9 gennaio 2022 – presenta i materiali delle collezioni del museo con l’intento di ricostruire i momenti estremi dell’epopea napoleonica a partire dall’arrivo dell’Imperatore sconfitto sull’isola di Sant’Elena, remoto dominio inglese nell’Atlantico meridionale.
    • Calogero Cascio. Picture Stories, 1956 – 1971.

      Calogero Cascio. Picture Stories, 1956 – 1971.

      Nov 06 2021
      ROMA
      Sarà aperta al pubblico dal 6 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022 al Museo Roma in Trastevere la mostra fotografica Calogero Cascio. Picture Stories, 1956-1971 che rende omaggio per la prima volta all’attività di uno dei grandi protagonisti della fotografia italiana del secondo Novecento, Calogero Cascio (Sciacca - AG, 1927 / Roma, 2015), fotoreporter siciliano che, dalla metà degli anni Cinquanta ai primi anni Settanta, raccontò, attraverso il suo sguardo fotografico, situazioni e momenti tra i più significativi dell’epoca.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Nov 08 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • Come un cane ballerino   Esposizione di Natacha Lesueur

      Come un cane ballerino Esposizione di Natacha Lesueur

      Nov 13 2021
      ROMA
      L’opera di Natacha Lesueur è essenzialmente fotografica. I suoi interessi artistici si articolano intorno al corpo, all’apparenza, all’aspetto e all’intima relazione tra il corpo e la sua interiorità. Attraverso una serie di immagini costruite come quadri, il corpo è sottoposto a diversi trattamenti che rilevano al tempo stesso la costrizione, la messa in scena e la maschera.
    •  Museo dell’Ara Pacis la mostra ALBERTO BIASI. Tuffo nell’arcobaleno

      Museo dell’Ara Pacis la mostra ALBERTO BIASI. Tuffo nell’arcobaleno

      Nov 13 2021
      ROMA
      La mostra Alberto Biasi. Tuffo nell’arcobaleno, promossa e prodotta da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Il Cigno GG Edizioni con la collaborazione dell’Archivio Alberto Biasi e organizzata da Il Cigno GG Edizioni con Villaggio Globale International, con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura e il supporto di Studio d’Arte GR, porta a Roma – dal 13 ottobre 2021 al 20 febbraio 2022 – un’antologia della produzione del grande Maestro, tra gli indiscussi protagonisti dell’arte del Secondo Dopoguerra in Italia.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Nov 15 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • L’astrattismo rivoluzionario di Vinicio Berti  a 100 anni dalla nascita (1921-2021)

      L’astrattismo rivoluzionario di Vinicio Berti a 100 anni dalla nascita (1921-2021)

      Nov 15 2021
      ROMA
      Alla Galleria d’Arte Moderna di Roma l’astrattismo rivoluzionario di Vinicio Berti a 100 anni dalla nascita (1921-2021) Dal 14 ottobre al 12 dicembre 2021 la mostra ricostruisce l’estetica e le teorie politiche dell’arte di Berti attraverso l’esposizione di opere inedite e documentazione d’archivio Roma, 14 ottobre 2021 – Vinicio Berti Antagonista Continuo è il nuovo, inedito concept espositivo ospitato alla Galleria d’Arte Moderna di Roma dal 14 ottobre al 12 dicembre 2021, promosso da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con la collaborazione del Comune di Rende, Museo del Presente (Rende/CS), del Centro Studi d’Arte - Archivio Vinicio Berti, della Galleria d’Arte Nozzoli di Empoli e di Roma Centro Mostre. Mostra a cura di Claudio Crescentini e Roberto Sottile. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura. Per il Centenario della Nascita del famoso astrattista Vinicio Berti (1921-2021) e a trent’anni dalla sua scomparsa (1991), la GAM ospiterà una mostra a lui dedicata tramite la quale si cercherà di ricostruire l’evoluzione pittorica del fondatore del gruppo dell’Astrattismo classico (1950). Un gruppo rivoluzionario per il periodo sia per l’attività artistica sia per quella delle teorie estetiche che sfociarono indissolubilmente nel politico. Esplicito il Manifesto del gruppo stesso che propose, come nuovo indirizzo per l’arte contemporanea, la fine della distruzione e l’inizio della costruzione, tanto da anticipare l’arte e le teorie degli altri gruppi astrattisti nazionali, dal MAC Movimento Arte Concreta a Forma I, con i quali Berti ha sempre mantenuto importanti rapporti. In particolare con Gillo Dorfles, Achille Perilli e Piero Dorazio. Scelta mantenuta coerentemente da Berti che nella pittura non scese mai in tentazioni con l’Informale, il neo-dadaismo o il concettuale, elaborando un’arte totalmente originale e fortemente politicizzata vissuta anche in parallelo con altri astrattisti del periodo, suoi amici fraterni, e in particolare con Emilio Vedova. In mostra una selezione di dipinti che ricostruiscono le fasi tematiche e iconografiche di Berti, a partire dalle prime prove realiste-espressioniste dei primi anni Quaranta, oltre a un’inedita documentazione d’archivio e fotografica sull’artista che comunque ha sempre considerato l’astrattismo come dominante, con l’uso del colore come atto politico. Del resto l’artista si muoveva in un ambiente marxista che si evidenzia sia nella sua azione pittorica così come dai suoi scritti. Per tale constatazione scientifica, alcuni dipinti di Berti saranno collocati fra le opere di artisti in collezione della GAM – Ercole Drei, Arturo Dazzi, Carlo Rivalta, Amleto Cataldi, ecc. – in modo da creare un colloquio alternativo proprio con quegli stili classici e formali combattuti dall’“antagonista” Berti. Con in più un suggestivo “incontro” visivo fra due paesaggi del giovane Berti (inizio anni Quaranta) con quello che è considerato, per il suo arcaismo e le sperimentazioni materiche, fra gli artisti che hanno influenzato la nascita della nuova arte di Berti: Arturo Martini. Una sezione sarà invece dedicata al fumetto di Berti e ai suoi personaggi molto conosciuti nel mondo, grazie anche alla figura base di Pinocchio che lo ha, come lo stesso artista affermava, “perseguitato” per tutta la vita. In mostra anche il documentario d’arte, recentemente ri-digitalizzato, VINICIO BERTI 70 ANNI DI PITTURA CONTRO (11’22”, colore, 2002), prodotto dall’Archivio Vinicio Berti - Firenze, dal Centro Internazionale Antinoo per l’Arte - Centro Documentazione Marguerite Yourcenar, con il rimixaggio di alcune importanti interviste dell’artista. La mostra avrà un percorso itinerante che prevede, oltre a Roma: Certaldo - Palazzo Pretorio (settembre-ottobre 2021), Rende/Cosenza - Museo del Presente (dicembre 2021- gennaio 2022), Firenze - Spazio espositivo Carlo Azeglio Ciampi Regione Toscana (febbraio 2022) e altre sedi di Milano e Mosca in corso di definizione. Ad accompagnare la mostra nelle sue diverse sedi un volume di studi (Galileo editore), sempre curato da Claudio Crescentini e Roberto Sottile con, oltre quelli dei curatori, saggi inediti di Rossana Buono, Gabriele Simongini e Claudio Strinati. In concomitanza del centenario è stato istituito un Comitato scientifico composto da prestigiosi studiosi del settore e artisti: Giorgio Bacci (docente, Università di Firenze), Luca Massimo Barbero (Direttore, Istituto di Storia dell’Arte, Fondazione Giorgio Cini, Venezia), Luca Bellingeri (Direttore, Biblioteca Nazionale, Firenze / Direttore ad interim Biblioteca Marucelliana, Firenze), Rossana Buono (docente, Università Tor Vergata, Roma), Ennio Calabria (artista), Marcello Ciccuto (docente, Università di Pisa), Claudio Crescentini (Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali), Riccardo Ferrucci (critico d’arte, Regione Toscana), Gabriele Simongini (docente, Accademia Belle Arti, Frosinone), Roberto Sottile (Direttore artistico, Centro Sudi d’Arte - Archivio Vinicio Berti / Responsabile artistico, Museo del Presente, Rende/Cosenza) e Claudio Strinati (storico dell’arte). Nel Comitato organizzativo: Giuseppe Chiarello (Presidente, Centro Studi d’Arte - Archivio Vinicio Berti) e Nicola Nozzoli (Direttore artistico, Galleria Nozzoli). BIOGRAFIA Vinicio Berti nasce a Firenze nel 1921, è uno dei primi pittori italiani ad aderire all’astrattismo, oltre che a esserne al tempo stesso teorico e attivista. Impegnato anche come illustratore e autore di fumetti di grande diffusione europea. È tra i protagonisti del movimento innovatore “Arte d’Oggi”, legato alla rivista omonima, e poi fondatore del movimento “Astrattismo classico” (1950). Espone alla Galleria Vigna Nuova di Firenze e nel 1958 alla Galleria La Salita di Roma; partecipa alla Quadriennale di Roma nel 1959. Nel 1963 vince il “Fiorino d’oro”. Fra i punti di riferimento di Berti troviamo Fiamma Vigo della Galleria Numero, con la quale instaura un vero e proprio sodalizio intellettuale, così come con Palma Bucarelli e Giulio Carlo Argan. Altro protagonista del consolidamento culturale di Berti è Toti Scialoja con il quale l’artista ha tenuto però rapporti discontinui ma profondi, anche grazie alla comune amicizia di Marcello Argilli, scrittore e sperimentatore di molteplici forme di narrativa per ragazzi, il quale insieme a Gianni Rodari, altro amico di Berti, redige il famoso settimanale per ragazzi Il Pioniere, al quale Vinicio collaborò per lungo tempo. Berti mantiene nei decenni una grande coerenza di stile espressivo e partecipa a numerose mostre e rassegne nazionali ed internazionali. Negli anni Settanta l’artista introduce nella sua pittura il tema della “Visione verso l’alto” che avvia direttamente alla serie Guardare in alto, con la quale Berti sottolinea una fervida speranza di riscatto che assorbe totalmente la sua pittura per tutti gli anni Ottanta, fino alle ultimissime opere del biennio 1990-91. Parallelamente alla sua attività di pittore svolse costantemente l’attività di illustratore e fumettista in pubblicazioni per ragazzi. Infatti, dagli anni Trenta in poi, Berti si è dedicato con passione alla fumettistica, all’inizio, durante il Regime Fascista, su tipologie e personaggi tipicamente legati alla cultura americana, in un periodo non vista di buon occhio, e poi creando personaggi ex-novo che nel tempo sono diventati un vero e proprio alter ego di Berti stesso. Come Chiodino, Atomino e Sgorbio, conosciuti in tutto il mondo e tradotti in oltre 15 lingue, tra cui uruguaiano, finlandese, russo, estone e cinese. Molto di questo materiale è stato esposto in maniera unitaria e complessiva nelle mostre postume tenute alla Galleria La Soffitta di Sesto Fiorentino (1995), introdotta da un sentito elogio storico di Sergio Staino che considera Berti come uno dei suoi maestri, e alla Biblioteca Marucelliana di Firenze (2000). Personale e politica la sua rivisitazione di Pinocchio, da Berti trasformato in fumetto già nel 1947 sulle pagine della “Toscana Nuova”. Su questo personaggio “riletto” da Berti ricordiamo in particolare la grande mostra postuma, allestita negli Stabilimenti cinematografici Spitfire a Papigno di Terni (2002), dove le opere che l’artista ha dedicato al burattino di Collodi colloquiano perfettamente con le scenografie di Danilo Donati per il film Pinocchio di Roberto Benigni che partecipa e apre l’evento con la proiezione in prima mondiale del suo film. Berti è attivo negli anni Ottanta anche nell’ambito del muralismo pittorico, con interventi permanenti realizzati nel Cinema Manzoni di Firenze (ora trasformato nel centro culturale polivalente Accademia del Teatro Manzoni) e nel 1986, con il grande murale realizzato per l’anno di Firenze Capitale Europea della Cultura. Eseguito sulla parete esterna del Palasport di Firenze (ora Nelson Mandela Forum). Un uomo geniale, estroso, polemico riversa nei dipinti l’ostinazione e l’umiltà che gli sono propri. Muore a Firenze nel 1991. INFO Mostra Vinicio Berti Antagonista Continuo Dove Roma, Galleria d’Arte Moderna – via Francesco Crispi, 24 Quando 14 ottobre - 12 dicembre 2021 Promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali A cura di Claudio Crescentini e Roberto Sottile Organizzazione Centro Studi d’Arte - Archivio Vinicio Berti, Galleria Nicola Nozzoli Orari Dal martedì alla domenica ore 10.00-18.30. Ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura Biglietti Preacquisto consigliato online Intero € 7,50; ridotto € 6,50 Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale: Intero € 6,50; ridotto € 5,50 Ingresso con biglietto gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente. Ingresso con biglietto gratuito per i possessori della MIC Card Info 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 19.00); www.galleriaartemodernaroma.it; www.museiincomuneroma.it Per entrare al museo In ottemperanza a quanto stabilito dal Decreto Legge del 23 luglio 2021, n. 105, l’ingresso al Museo sarà consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Green Pass. Attesa del proprio turno a distanza di sicurezza (almeno 1 mt). Misurazione temperatura con termoscanner (non è possibile accedere con temperatura uguale o superiore a 37.5°). Esibire il biglietto digitale o la stampa cartacea del print@Home senza passare dalla biglietteria. Nel museo È obbligatorio l’uso della mascherina. Vietati gli assembramenti.
    • L' INFERNO  DI  DANTE ALLE SCUDERIE DEL QUIRINALE.I

      L' INFERNO DI DANTE ALLE SCUDERIE DEL QUIRINALE.I

      Nov 15 2021
      ROMA
      Un progetto ambizioso che, concentrandosi sulla prima delle tre cantiche della Divina Commedia, da sempre la più rappresentata, si propone di evidenziare il senso ultimo del grande affresco teologico-allegorico di Dante: indicare all’umanità un percorso di liberazione dalle miserie e dagli orrori de «l’aiuola che ci fa tanto feroci» (Par. XXII, 151) verso una condizione di felicità e di salvezza.
    • Al Museo Civico di Zoologia la mostra di Elena Engelsen For the Love of Animals.

      Al Museo Civico di Zoologia la mostra di Elena Engelsen For the Love of Animals.

      Nov 16 2021
      ROMA
      Attraverso un corpus di 22 sculture, Engelsen guida alla scoperta e alla conoscenza del mondo animale guardando alla biodiversità e alla necessità di ripensare una convivenza rispettosa e armonica con l’ambiente. Dalla fragilità dell’orso polare all’espressione corrucciata del gorilla, dall’eleganza del camaleonte al pangolino avvolto su sé stesso, la scultrice norvegese coglie espressioni e stati d’animo conferendo agli animali una vitalità fermata nella scultura, in grado di eternarli e di eternare le loro caratteristiche morfologiche e, con esse, quelle espressive. Posizionate lungo il perimetro della Sala della Balena, le sculture scandiscono il percorso culminando nelle tre colonne – due colonne coclidi che sembrano omaggiare Roma, una che appare quasi come un tributo alla scultura modernista novecentesca – sormontate da tartarughe, tapiri e antilopi a rappresentare simbolicamente la sacralità di queste specie.
    • Al via oggi Contemporaneamente Roma 2021

      Al via oggi Contemporaneamente Roma 2021

      Nov 16 2021
      ROMA
      Dal 15 ottobre al 31 dicembre, un cartellone di interventi di street art, talk, concerti, performance, danza, laboratori, passeggiate urbane e molto altro, per ripensare gli spazi dell’Urbe Creare occasioni di incontro e dialogo, ripensare gli spazi cittadini, stimolare la riflessione e, soprattutto, dare spazio alle visioni e ai linguaggi più innovativi dell'arte, per esplorare i fermenti della scena romana e guardare al domani, riconfermando Roma come riferimento della cultura contemporanea.
    • AMERICA ON SCREEN

      AMERICA ON SCREEN

      Nov 21 2021
      ROMA
      La mostra fotografica è composta da una raccolta di ventidue ritratti di dive che hanno contribuito a rendere famoso il cinema americano, coprendo un periodo storico che va dal cinema muto agli anni ‘70, includendo inoltre una piccola sezione di scatti dedicata ad attrici italiane «prestate» a Hollywood.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Nov 22 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • Prima, donna. Margaret Bourke-White.

      Prima, donna. Margaret Bourke-White.

      Nov 22 2021
      ROMA
      una tra le figure più rappresentative ed emblematiche del fotogiornalismo, la mostra Prima, donna. Margaret Bourke-White, ospitata al Museo di Roma in Trastevere dal 21 settembre al 27 febbraio 2022.
    • VULNERABILE  di GIULIA SPERNAZZA .

      VULNERABILE di GIULIA SPERNAZZA .

      Nov 23 2021
      ROMA
      La mostra VULNERABILE di Giulia Spernazza. Il titolo intende mettere in evidenza la parte più sensibile che è dentro ognuno di noi, la nostra “zona cieca”, un territorio che vale la pena perlustrare e osservare con estrema compassione. Accogliere le nostre imperfezioni trasformando le debolezze in punti di forza. Rendersi vulnerabili. Superare le paure accettando il rischio di essere feriti nell'esporsi senza corazze.
    • SAVE THE DATE  KLIMT. La Secessione e l’Italia

      SAVE THE DATE KLIMT. La Secessione e l’Italia

      Nov 27 2021
      ROMA
      La mostra ripercorre la vita e la produzione artistica di Klimt, sottolineandone il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e indagando sul suo rapporto con l’Italia, meta dei suoi viaggi e luogo di alcuni suoi successi espositivi. Sono circa 200 le opere esposte, tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture di Klimt e degli artisti della sua cerchia.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Nov 29 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi,

      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi,

      Nov 29 2021
      ROMA
      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre a Palazzo Cipolla arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola, uno degli esponenti più importanti della media-art a livello internazionale.
    • QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola

      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola

      Nov 29 2021
      ROMA
      Dal 29 settembre Palazzo Cipolla a Roma ospiterà la prima mostra monografica di Quayola (1982), artista romano di origine e londinese di adozione, tra gli esponenti più importanti della media-art a livello internazionale.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Dic 06 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    •  Napoleone Ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

      Napoleone Ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

      Dic 06 2021
      ROMA
      La mostra Napoleone ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria – ospitata al Museo Napoleonico dal 5 maggio, giorno in cui si celebrano i duecento anni dalla morte, al 9 gennaio 2022 – presenta i materiali delle collezioni del museo con l’intento di ricostruire i momenti estremi dell’epopea napoleonica a partire dall’arrivo dell’Imperatore sconfitto sull’isola di Sant’Elena, remoto dominio inglese nell’Atlantico meridionale.
    • Calogero Cascio. Picture Stories, 1956 – 1971.

      Calogero Cascio. Picture Stories, 1956 – 1971.

      Dic 06 2021
      ROMA
      Sarà aperta al pubblico dal 6 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022 al Museo Roma in Trastevere la mostra fotografica Calogero Cascio. Picture Stories, 1956-1971 che rende omaggio per la prima volta all’attività di uno dei grandi protagonisti della fotografia italiana del secondo Novecento, Calogero Cascio (Sciacca - AG, 1927 / Roma, 2015), fotoreporter siciliano che, dalla metà degli anni Cinquanta ai primi anni Settanta, raccontò, attraverso il suo sguardo fotografico, situazioni e momenti tra i più significativi dell’epoca.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Dic 13 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • Come un cane ballerino   Esposizione di Natacha Lesueur

      Come un cane ballerino Esposizione di Natacha Lesueur

      Dic 13 2021
      ROMA
      L’opera di Natacha Lesueur è essenzialmente fotografica. I suoi interessi artistici si articolano intorno al corpo, all’apparenza, all’aspetto e all’intima relazione tra il corpo e la sua interiorità. Attraverso una serie di immagini costruite come quadri, il corpo è sottoposto a diversi trattamenti che rilevano al tempo stesso la costrizione, la messa in scena e la maschera.
    •  Museo dell’Ara Pacis la mostra ALBERTO BIASI. Tuffo nell’arcobaleno

      Museo dell’Ara Pacis la mostra ALBERTO BIASI. Tuffo nell’arcobaleno

      Dic 13 2021
      ROMA
      La mostra Alberto Biasi. Tuffo nell’arcobaleno, promossa e prodotta da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Il Cigno GG Edizioni con la collaborazione dell’Archivio Alberto Biasi e organizzata da Il Cigno GG Edizioni con Villaggio Globale International, con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura e il supporto di Studio d’Arte GR, porta a Roma – dal 13 ottobre 2021 al 20 febbraio 2022 – un’antologia della produzione del grande Maestro, tra gli indiscussi protagonisti dell’arte del Secondo Dopoguerra in Italia.
    • L' INFERNO  DI  DANTE ALLE SCUDERIE DEL QUIRINALE.I

      L' INFERNO DI DANTE ALLE SCUDERIE DEL QUIRINALE.I

      Dic 15 2021
      ROMA
      Un progetto ambizioso che, concentrandosi sulla prima delle tre cantiche della Divina Commedia, da sempre la più rappresentata, si propone di evidenziare il senso ultimo del grande affresco teologico-allegorico di Dante: indicare all’umanità un percorso di liberazione dalle miserie e dagli orrori de «l’aiuola che ci fa tanto feroci» (Par. XXII, 151) verso una condizione di felicità e di salvezza.
    • Al Museo Civico di Zoologia la mostra di Elena Engelsen For the Love of Animals.

      Al Museo Civico di Zoologia la mostra di Elena Engelsen For the Love of Animals.

      Dic 16 2021
      ROMA
      Attraverso un corpus di 22 sculture, Engelsen guida alla scoperta e alla conoscenza del mondo animale guardando alla biodiversità e alla necessità di ripensare una convivenza rispettosa e armonica con l’ambiente. Dalla fragilità dell’orso polare all’espressione corrucciata del gorilla, dall’eleganza del camaleonte al pangolino avvolto su sé stesso, la scultrice norvegese coglie espressioni e stati d’animo conferendo agli animali una vitalità fermata nella scultura, in grado di eternarli e di eternare le loro caratteristiche morfologiche e, con esse, quelle espressive. Posizionate lungo il perimetro della Sala della Balena, le sculture scandiscono il percorso culminando nelle tre colonne – due colonne coclidi che sembrano omaggiare Roma, una che appare quasi come un tributo alla scultura modernista novecentesca – sormontate da tartarughe, tapiri e antilopi a rappresentare simbolicamente la sacralità di queste specie.
    • Al via oggi Contemporaneamente Roma 2021

      Al via oggi Contemporaneamente Roma 2021

      Dic 16 2021
      ROMA
      Dal 15 ottobre al 31 dicembre, un cartellone di interventi di street art, talk, concerti, performance, danza, laboratori, passeggiate urbane e molto altro, per ripensare gli spazi dell’Urbe Creare occasioni di incontro e dialogo, ripensare gli spazi cittadini, stimolare la riflessione e, soprattutto, dare spazio alle visioni e ai linguaggi più innovativi dell'arte, per esplorare i fermenti della scena romana e guardare al domani, riconfermando Roma come riferimento della cultura contemporanea.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Dic 20 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • AMERICA ON SCREEN

      AMERICA ON SCREEN

      Dic 21 2021
      ROMA
      La mostra fotografica è composta da una raccolta di ventidue ritratti di dive che hanno contribuito a rendere famoso il cinema americano, coprendo un periodo storico che va dal cinema muto agli anni ‘70, includendo inoltre una piccola sezione di scatti dedicata ad attrici italiane «prestate» a Hollywood.
    • Prima, donna. Margaret Bourke-White.

      Prima, donna. Margaret Bourke-White.

      Dic 22 2021
      ROMA
      una tra le figure più rappresentative ed emblematiche del fotogiornalismo, la mostra Prima, donna. Margaret Bourke-White, ospitata al Museo di Roma in Trastevere dal 21 settembre al 27 febbraio 2022.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Dic 27 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • SAVE THE DATE  KLIMT. La Secessione e l’Italia

      SAVE THE DATE KLIMT. La Secessione e l’Italia

      Dic 27 2021
      ROMA
      La mostra ripercorre la vita e la produzione artistica di Klimt, sottolineandone il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e indagando sul suo rapporto con l’Italia, meta dei suoi viaggi e luogo di alcuni suoi successi espositivi. Sono circa 200 le opere esposte, tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture di Klimt e degli artisti della sua cerchia.
    • QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi,

      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi,

      Dic 29 2021
      ROMA
      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre a Palazzo Cipolla arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola, uno degli esponenti più importanti della media-art a livello internazionale.
    • QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola

      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola

      Dic 29 2021
      ROMA
      Dal 29 settembre Palazzo Cipolla a Roma ospiterà la prima mostra monografica di Quayola (1982), artista romano di origine e londinese di adozione, tra gli esponenti più importanti della media-art a livello internazionale.
    •  Napoleone Ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

      Napoleone Ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

      Gen 06 2022
      ROMA
      La mostra Napoleone ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria – ospitata al Museo Napoleonico dal 5 maggio, giorno in cui si celebrano i duecento anni dalla morte, al 9 gennaio 2022 – presenta i materiali delle collezioni del museo con l’intento di ricostruire i momenti estremi dell’epopea napoleonica a partire dall’arrivo dell’Imperatore sconfitto sull’isola di Sant’Elena, remoto dominio inglese nell’Atlantico meridionale.
    • Calogero Cascio. Picture Stories, 1956 – 1971.

      Calogero Cascio. Picture Stories, 1956 – 1971.

      Gen 06 2022
      ROMA
      Sarà aperta al pubblico dal 6 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022 al Museo Roma in Trastevere la mostra fotografica Calogero Cascio. Picture Stories, 1956-1971 che rende omaggio per la prima volta all’attività di uno dei grandi protagonisti della fotografia italiana del secondo Novecento, Calogero Cascio (Sciacca - AG, 1927 / Roma, 2015), fotoreporter siciliano che, dalla metà degli anni Cinquanta ai primi anni Settanta, raccontò, attraverso il suo sguardo fotografico, situazioni e momenti tra i più significativi dell’epoca.
    •  Museo dell’Ara Pacis la mostra ALBERTO BIASI. Tuffo nell’arcobaleno

      Museo dell’Ara Pacis la mostra ALBERTO BIASI. Tuffo nell’arcobaleno

      Gen 13 2022
      ROMA
      La mostra Alberto Biasi. Tuffo nell’arcobaleno, promossa e prodotta da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Il Cigno GG Edizioni con la collaborazione dell’Archivio Alberto Biasi e organizzata da Il Cigno GG Edizioni con Villaggio Globale International, con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura e il supporto di Studio d’Arte GR, porta a Roma – dal 13 ottobre 2021 al 20 febbraio 2022 – un’antologia della produzione del grande Maestro, tra gli indiscussi protagonisti dell’arte del Secondo Dopoguerra in Italia.
    • Al Museo Civico di Zoologia la mostra di Elena Engelsen For the Love of Animals.

      Al Museo Civico di Zoologia la mostra di Elena Engelsen For the Love of Animals.

      Gen 16 2022
      ROMA
      Attraverso un corpus di 22 sculture, Engelsen guida alla scoperta e alla conoscenza del mondo animale guardando alla biodiversità e alla necessità di ripensare una convivenza rispettosa e armonica con l’ambiente. Dalla fragilità dell’orso polare all’espressione corrucciata del gorilla, dall’eleganza del camaleonte al pangolino avvolto su sé stesso, la scultrice norvegese coglie espressioni e stati d’animo conferendo agli animali una vitalità fermata nella scultura, in grado di eternarli e di eternare le loro caratteristiche morfologiche e, con esse, quelle espressive. Posizionate lungo il perimetro della Sala della Balena, le sculture scandiscono il percorso culminando nelle tre colonne – due colonne coclidi che sembrano omaggiare Roma, una che appare quasi come un tributo alla scultura modernista novecentesca – sormontate da tartarughe, tapiri e antilopi a rappresentare simbolicamente la sacralità di queste specie.
    • Prima, donna. Margaret Bourke-White.

      Prima, donna. Margaret Bourke-White.

      Gen 22 2022
      ROMA
      una tra le figure più rappresentative ed emblematiche del fotogiornalismo, la mostra Prima, donna. Margaret Bourke-White, ospitata al Museo di Roma in Trastevere dal 21 settembre al 27 febbraio 2022.
    • SAVE THE DATE  KLIMT. La Secessione e l’Italia

      SAVE THE DATE KLIMT. La Secessione e l’Italia

      Gen 27 2022
      ROMA
      La mostra ripercorre la vita e la produzione artistica di Klimt, sottolineandone il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e indagando sul suo rapporto con l’Italia, meta dei suoi viaggi e luogo di alcuni suoi successi espositivi. Sono circa 200 le opere esposte, tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture di Klimt e degli artisti della sua cerchia.
    • QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi,

      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi,

      Gen 29 2022
      ROMA
      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre a Palazzo Cipolla arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola, uno degli esponenti più importanti della media-art a livello internazionale.
    • QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola

      QUAYOLA. Re-coding Tra tecnologia digitale e percorsi immersivi, dal 29 settembre arrivano l’arte tecnologica e generativa di Quayola

      Gen 29 2022
      ROMA
      Dal 29 settembre Palazzo Cipolla a Roma ospiterà la prima mostra monografica di Quayola (1982), artista romano di origine e londinese di adozione, tra gli esponenti più importanti della media-art a livello internazionale.
    •  Museo dell’Ara Pacis la mostra ALBERTO BIASI. Tuffo nell’arcobaleno

      Museo dell’Ara Pacis la mostra ALBERTO BIASI. Tuffo nell’arcobaleno

      Feb 13 2022
      ROMA
      La mostra Alberto Biasi. Tuffo nell’arcobaleno, promossa e prodotta da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Il Cigno GG Edizioni con la collaborazione dell’Archivio Alberto Biasi e organizzata da Il Cigno GG Edizioni con Villaggio Globale International, con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura e il supporto di Studio d’Arte GR, porta a Roma – dal 13 ottobre 2021 al 20 febbraio 2022 – un’antologia della produzione del grande Maestro, tra gli indiscussi protagonisti dell’arte del Secondo Dopoguerra in Italia.
    • Prima, donna. Margaret Bourke-White.

      Prima, donna. Margaret Bourke-White.

      Feb 22 2022
      ROMA
      una tra le figure più rappresentative ed emblematiche del fotogiornalismo, la mostra Prima, donna. Margaret Bourke-White, ospitata al Museo di Roma in Trastevere dal 21 settembre al 27 febbraio 2022.
    • SAVE THE DATE  KLIMT. La Secessione e l’Italia

      SAVE THE DATE KLIMT. La Secessione e l’Italia

      Feb 27 2022
      ROMA
      La mostra ripercorre la vita e la produzione artistica di Klimt, sottolineandone il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e indagando sul suo rapporto con l’Italia, meta dei suoi viaggi e luogo di alcuni suoi successi espositivi. Sono circa 200 le opere esposte, tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture di Klimt e degli artisti della sua cerchia.
    • SAVE THE DATE  KLIMT. La Secessione e l’Italia

      SAVE THE DATE KLIMT. La Secessione e l’Italia

      Mar 27 2022
      ROMA
      La mostra ripercorre la vita e la produzione artistica di Klimt, sottolineandone il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e indagando sul suo rapporto con l’Italia, meta dei suoi viaggi e luogo di alcuni suoi successi espositivi. Sono circa 200 le opere esposte, tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture di Klimt e degli artisti della sua cerchia.

    Categorie

    Cerca eventi nelle vicinanze

    Ad esempio Milano, Lombardia