Spettacoli a Roma - Eventi

Eventi, scegli il giorno

Giugno 2021
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 13 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • Campidoglio, quattro incontri online per la mostra Josef Koudelka. Radici. Evidenza della storia, enigma della bellezza.

      Campidoglio, quattro incontri online per la mostra Josef Koudelka. Radici. Evidenza della storia, enigma della bellezza.

      Giu 13 2021
      ROMA
      Prende il via il 13 aprile il ciclo Radici. Sguardi sulla mostra: quattro incontri online gratuiti sui canali social del Museo dell’Ara Pacis, un approfondimento intorno alla mostra “Josef Koudelka. Radici. Evidenza della storia, enigma della bellezza” allestita presso il museo. Rispettando le disposizioni per l’emergenza sanitaria, l’esposizione sarà prorogata fino al 29 agosto 2021. La mostra è promossa nella sua unica tappa italiana da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, Contrasto e Magnum Photos, organizzata da Contrasto e Zètema Progetto Cultura, con la collaborazione di Villa Medici. Académie de France à Rome e Centro Ceco di Roma, Ambasciata della Repubblica Ceca.
    • Una casa di pazzi al Manzoni

      Una casa di pazzi al Manzoni

      Giu 13 2021
      Teatro Manzoni
      Al Teatro Manzoni debutta “Una casa di pazzi”, spettacolo ispirato alla grande commedia all’italiana. Con Enzo Casertano, Roberto D’Alessandro, Maria Lauria, Maria Cristina Gionta, regia Silvio Giordani. Dal 25 maggio al 13 giugno ore 18.30
    • RENDEZ VOUS NUOVO CINEMA FRANCESE dal 9 al 13 Giugno al Cinema Nuovo Sacher di Roma

      RENDEZ VOUS NUOVO CINEMA FRANCESE dal 9 al 13 Giugno al Cinema Nuovo Sacher di Roma

      Giu 13 2021
      cinema nuovo sacher, Roma
      Dal 9 al 13 giugno 2021 Cinema Nuovo Sacher di Roma RENDEZ-VOUS, il FESTIVAL DEL NUOVO CINEMA FRANCESE, torna a Roma al Cinema Nuovo Sacher, dal 9 al 13 giugno 2021 RENDEZ-VOUS 2021 | Il cinema è donna Nel solco del tradizionale format della manifestazione, nata con l’intento di far scoprire la pluralità di voci del cinema d’Oltralpe, quest’anno il festival mette al centro della scena le DONNE DEL CINEMA FRANCESE. Una panoramica di cineaste e attrici, volti noti ed esordienti, per offrire un’istantanea di un cinema creativo, vitale, plurale. FILM DI APERTURA | ANTOINETTE DANS LES CÉVENNES di Caroline Vignal Ad aprire l’XI edizione della manifestazione è ANTOINETTE DANS LES CÉVENNES | IO, LUI, LEI E L’ASINO di Caroline Vignal. La commedia neo-western femminista – Label Cannes 2020 – ha entusiasmato il pubblico e la critica francese e ha coronato la protagonista – la sensazionale Laure Calamy, conosciuta in Italia per il suo ruolo di Noémie nella serie Chiami il mio agente! – con il César per la migliore attrice 2021. Al centro di questo racconto di emancipazione, brillante e solare, che strizza l’occhio alle commedie di Éric Rohmer, l’imprevedibile viaggio sul cammino di Stevenson della buffa Antoinette alle prese con il suo mal d’amore. Una volta arrivata nella cornice dei magnifici paesaggi montuosi del Midi, la donna non troverà traccia del suo amante, ma si ritroverà a tu per tu con Patrick, un asino recalcitrante che l’accompagnerà in un viaggio molto singolare. Il film è presentato a Roma, in anteprima nazionale, dalla regista Caroline Vignal e uscirà in sala il 10 giugno con Kitchen Film. IL CINEMA INCONTRA LA LETTERATURA NEL SEGNO DI ANNIE ERNAUX Rendez-vous presenta in anteprima PASSION SIMPLE di Danielle Arbid e J’AI AIMÉ VIVRE LÀ di Régis Sauder, due film strettamenti legati all’opera di Annie Ernaux, la scrittrice francese, amatissima in Italia, che attraverso una scrittura autobiografica del reale, ha indagato il femminile e il sociale, raccontando i mutamenti del tempo e scrivendo un personale manifesto femminista, divenuto universale. A presentare a Roma in anteprima italiana, PASSION SIMPLE | L’AMANTE RUSSO – Label Cannes 2020 – sarà la regista Danielle Arbid. Protagonista del film: l’intensa e magnetica Laetitia Dosch, astro nascente del cinema francese. L’attrice ha conquistato a Cannes la Caméra d’Or per Jeune Femme di Léonor Serraille, in programma a Rendez-vous 2018. Passion simple è l’adattamento del libro omonimo di Annie Ernaux, pubblicato nel 1992, un racconto autobiografico che aveva fatto scandalo per il suo timbro erotico e sovversivo. Al centro del film l’esplorazione dei limiti di una relazione impossibile, quella vissuta da Hélène (Laetitia Dosch), una intellettuale, docente universitaria e madre divorziata, e Alexandre (Sergei Polunin), diplomatico russo sposato. Danielle Arbid, con intensità e sensualità, traduce in immagini l’erranza di una donna in preda al potere del proprio desiderio. Ancora non uscito in Francia, Passion simple è distribuito in Italia dal 17 giugno da Kitchen Film, che aveva già portato nelle sale italiane Dans les champs de bataille della stessa regista. Nel documentario J’AI AIMÉ VIVRE LÀ di Régis Sauder, presentato in anteprima italiana, ancora inedito in Francia, la voce e le parole di Annie Ernaux ci portano in viaggio nella città che la scrittrice ha eletto da anni a sua residenza. È qui che ha scritto la maggior parte dei suoi libri, nutrita dall’osservazione degli altri e della sua storia intima. Quando si parla di Cergy-Pontoise non si dice periferia, ma città nuova: è a 40 chilometri da Parigi, e nelle belle giornate si può persino vedere la Tour Eiffel. È un luogo spuntato fuori dal nulla, senza memoria, che però ha saputo accogliere gente da tutto il mondo. Un incontro delicato e poetico tra cinema e letteratura. BRILLANTI ESORDI e CINEMONDO La nostra panoramica sul nuovo cinema francese si compone di un caleidoscopio di voci di giovani cineaste che si presentano con un timbro autoriale già molto definito e originale, innovativo nelle scelte stilistiche, che aspira a trasformare la memoria in viaggio e cronaca dal mondo. Dopo l’esordio con La Belle et la meute, sulla lotta e il calvario burocratico di una donna tunisina vittima di violenza, continua a provocare il cinema della regista Kaouther Ben Hania che con L’HOMME QUI A VENDU SA PEAU | L’UOMO CHE VENDETTE LA SUA PELLE, realizza una favola politica, audace e sofisticata. La storia racconta le rocambolesche vicende di Sam Ali, un siriano esiliato in Libano. Per raggiungere il suo amore in Europa, accetta di farsi tatuare la schiena da un diabolico artista, ma trasformare il suo corpo in opera d’arte si rivela una decisione che gli costa la libertà. Candidato all’Oscar 2021 come miglior film straniero, il film vede nel cast Yahya Mahayni, miglior attore a Venezia 77 nella sezione Orizzonti, e un’inedita Monica Bellucci nel ruolo di una gallerista senza scrupoli. A presentare il film a Roma, e poi a Bologna e Torino, il protagonista Yahya Mahayni. Il film esce in sala a fine agosto con Wanted Cinema. Il PREMIO France 24 – Rendez-vous 2021 di quest’anno va all’esordio eccellente SOUS LE CIEL D’ALICE a firma della giovane regista Chloé Mazlo, che presenta a Roma la sua opera prima in anteprima italiana. Selezionato alla 59* Semaine de la Critique di Cannes 2020, il film vede protagonista Alba Rohrwacher. La storia comincia negli anni Cinquanta, quando la giovane Alice (Rohrwacher) lascia la Svizzera per il Libano. Alice non si innamora solo del Paese ma anche di Joseph, ambizioso astrofisico che sogna di inviare il primo cosmonauta libanese nello spazio. Dopo qualche anno di felicità, la guerra civile incrina il paradiso che la donna si è costruita e cerca di proteggere con tutte le sue forze. Segnalatasi con l’animazione Les Petits Cailloux – Premio César per il migliore cortometraggio nel 2015 – Chloé Mazlo, con il suo debutto, introduce nel racconto alcuni intermezzi onirici animati, servendosi della tecnica della stop motion, traducendo i suoi ricordi familiari in un poetico equilibrio tra fantasia e melanconia. Ci porta in viaggio nei Balcani la regista Aude Léa Rapin con LES HÉROS NE MEURENT JAMAIS, la sua opera prima nella quale dimostra di saper padroneggiare con levità un melange sottile e abile di registri, giocando del limite tra finzione e documentario. La storia racconta di un viaggio e di un incontro. Joachim (Jonathan Couzinié) è un attore, Alice (Adèle Haenel) una regista. Una mattina, in una strada di Parigi, un uomo scambia Joachim per un soldato chiamato Zoran, morto in Bosnia il 21 agosto 1983: lo stesso giorno in cui è nato Joachim. Turbati dalla coincidenza, i due decidono di partire per i Balcani: vogliono ritrovare Zoran e girare un film sulla reincarnazione. Passato alla Semaine de la Critique di Cannes 2019, il film è una riflessione coraggiosa, divertente e originale sulla paura della morte e i fantasmi della guerra, in bilico tra mockumentary e road movie, dolore e incanto. VIAGGIO NEL CINEMA DI GENERE | Commedia, animazione, noir Alla voce commedia il cinema francese, negli ultimi anni, non ha mancato di stupirci e di raccogliere il favore del pubblico con storie originali che hanno saputo declinare il genere in maniera sempre originale e innovativa. Se come scriveva Molière «è una strana impresa far ridere la gente onesta», la questione del comico, resta prima di tutto un fatto d’autore. Per rendere conto di questa panoramica, il programma comprende tre commedie d’autore. Sarà Jean-Paul Salomé a presentare a Roma, dopo l’anteprima bolognese al Biografilm, LA DARONNE | LA PADRINA, una commedia, insolente e brillante, a firma del regista francese, con una sempre più sorprendente Isabelle Huppert. Patience fa da interprete delle intercettazioni telefoniche per la squadra antidroga di Parigi. A differenza del nome che porta, è stufa della sua vita e di quel lavoro malpagato. Quando intercetta i traffici del figlio di una donna a lei cara, si intrufola nella rete dei trafiquants per proteggerlo. Si ritrova tra le mani un carico di droga e non si farà sfuggire l’occasione! Dal romanzo La bugiarda di Hannelore Cayre, Salomé dirige una delle più grandi attrici di sempre in un’imprevedibile commedia poliziesca che gioca sull’illusione delle seconde possibilità. Il film sarà nelle sale dal 14 ottobre, distribuito da I Wonder Pictures. Nicolas Maury, la star della serie Chiami il mio agente!, presenta a Roma, in anteprima nazionale, la sua opera prima: GARÇON CHIFFON, che ha scritto, diretto e interpretato, Label Cannes 2020. Nel film Maury è Jérémi, un attore che fatica a far decollare la propria carriera, e la cui vita sentimentale non va meglio, rovinata dalle sue continue crisi di gelosia. Sfinito, decide di lasciare Parigi e di ritornare al suo paesino in campagna, dove cerca di rimettersi in sesto tra le braccia della madre (Nathalie Baye). La commedia, brillante e commovente, gioca sul terreno del racconto di formazione, con una scrittura intelligente e ricca di sfumature che si tiene in perfetto equilibrio tra comicità e malinconia. Nella panoramica, non poteva mancare il cinema eccentrico ed esilarante di Quentin Dupieux. Direttamente dalla Mostra del Cinema di Venezia 77, arriva a Roma: MANDIBULES – DUE UOMINI E UNA MOSCA. Conosciuto con lo pseudonimo di Mr. Oizo per la sua attività di produttore e DJ e per film surreali come Rubber, Wrong e Le Daim, Dupieux ci regala ancora un film esilarante, al limite dell’assurdo, un racconto spumeggiante e liberatorio sull’amicizia, dove la leggerezza è un modo per sopravvivere, nonostante tutto. La storia segue le vicende di due amici squattrinati: Jean-Gab e Manu, due scemi (e più scemi), partiti in missione per conto di un misterioso cliente: devono consegnare una valigetta in cambio di cinquecento euro. Nel rubare una vecchia auto per il viaggio, trovano nel cofano una mosca gigante. Decidono di addestrarla al furto, con il sogno di diventare ricchi. Lungo la strada si imbatteranno in una serie di avventure tragicomiche sullo sfondo di un’estate in una Costa Azzurra che somiglia alla California. Solo la stravagante Agnès (Adèle Exarchopoulos) si accorgerà del loro segreto. Dupieux regala all’attrice un inedito e riuscitissimo ruolo comico. Il film sarà nelle sale dal 17 giugno, distribuito da I Wonder Pictures. Sul fronte animazione sbarca a Roma JOSEP di Aurel, presentato dal festival in anteprima nazionale, insignito con il César 2021 come miglior film di animazione. La storia parte nel febbraio del 1939, quando, travolto dal flusso dei repubblicani in fuga dalla dittatura di Franco, il governo francese rinchiude i rifugiati spagnoli nei campi di concentramento. In uno di questi, due uomini diventano amici: uno è un poliziotto, l’altro è Josep Bartolí, militante antifranchista ed eccezionale disegnatore. Il fumettista Aurel (ovvero Aurélien Froment, già illustratore per Le Monde, Politis e Le Canard enchainé) debutta alla regia con un’animazione scritta da Jean-Louis Milesi, sceneggiatore di tanti film di Robert Guédiguian: l’incredibile storia vera di Bartolì, l’illustratore-viaggiatore che riuscì a scappare dal campo e a raggiungere il Messico, dove incontrò e sedusse addirittura Frida Kahlo. Un’opera potente per il soggetto e per la poesia visiva, che rafforza il realismo della storia di partenza, ed emoziona senza sentimentalismi. L’abbiamo conosciuto in Italia con Les Anarchistes, il film in costume in cui ritrae un anarchico tra ragione e sentimento, il regista Elie Wajeman, al suo terzo lungometraggio, in MÉDECIN DE NUIT si cimenta con il noir, il genere per eccellenza del cinema francese. Colpo di fulmine della Selezione Ufficiale di Cannes 2020, il film, non ancora uscito nelle sale francesi, è presentato al festival in anteprima nazionale. A condurci per mano in questo intenso e serrato noir è l’ottimo Vincent Macaigne, tra gli attori più interessanti degli ultimi anni. La storia segue la vita turbolenta di Mikaël, medico di guardia durante i turni di notte. Un uomo che non si risparmia, cura i pazienti dei quartieri difficili e visita anche quelli di cui nessuno si occupa: i senzatetto e i tossicodipendenti. Diviso tra la moglie e l’amante, trascinato dal cugino farmacista in un pericoloso traffico di false ricette, la sua vita è un disastro. Mikaël non ha più scelta: deve riprendere in mano il suo destino, tutto in una notte. FOCUS | EMMANUELLE BÉART: Il cuore non sbaglia Il focus speciale dell’XI edizione del festival è dedicato a Emmanuelle Béart, attrice versatile, perfezionista e sensibile, femme fatale dal fascino magnetico che non ha mai smesso di vivere con intensità il suo tempo e di mettere la sua notorietà al servizio del sociale. Attivista per numerose campagne umanitarie e ambientaliste, da ambasciatrice per l’UNICEF a militante per i diritti dei sans papier. L’attrice sarà a Roma per presentare, in anteprima nazionale, il suo ultimo film L’ÉTREINTE, al fianco del regista Ludovic Bergery. L’opera prima dell’attore riporta sullo schermo l’attrice, dopo un lungo periodo in cui ha consacrato il suo lavoro al teatro. Abbiamo la gioia di ritrovarla in un ritratto di donna vedova alle prese con la sua «seconda vita», tra solitudine e riappropriazione del proprio corpo e una liberazione che ha il sapore di un’autentica rinascita. Per il focus dedicato, il pubblico romano riscoprirà sul grande schermo UN CŒUR EN HIVER | UN CUORE IN INVERNO, il magnifico film del 1992 di Claude Sautet. Sulle musiche di Ravel, una raffinata e dolente storia d’amore e d’amicizia con tre straordinari protagonisti: Emmanuelle Béart, Daniel Auteuil e André Dussollier, un gioco dei sentimenti valso a Sautet il César per il miglior film e il Leone d’Argento alla regia a Venezia 49, e poi tre David di Donatello (miglior film straniero, migliore attrice straniera a Béart e miglior attore straniero ad Auteuil). LA PIATTAFORMA RENDEZ-VOUS PLAY Rendez-vous Play è l'offerta audiovisiva dell'Institut Français Italia, sostenuta dal Ministero dell’Istruzione, che si rivolge ai ragazzi con un ricco catalogo di oltre 150 risorse audiovisive, disponibili in lingua originale e sottotitoli in italiano. L'offerta è gratuita e accessibile sia online sia nelle sale. Vanta i prestigiosi supporti di Rai, Arte e Mubi, propone film di patrimonio, classici, commedie, cartoni animati, documentari incluse le opere più recenti. Inaugurata durante il lockdown, in soli tre mesi, la piattaforma ha conquistato oltre 1700 docenti. Il Festival Rendez-vous sarà anche l’occasione per proiezioni speciali, organizzate con le scuole. RENDEZ-VOUS SU CHILI L'undicesima edizione del Rendez-vous offrirà, in collaborazione con la piattaforma italiana VoD Chili, anche una selezione di opere che valorizzano gli artisti francesi presenti al festival. I film con Isabelle Huppert, Adèle Exarchopoulos, Laure Calamy e Benjamin Lavernhe potranno essere scoperti o riscoperti online su Chili dal 9 al 13 giugno. Le proiezioni sono in versione originale con sottotitoli in italiano.
    • Le sfacciate Meretrici

      Le sfacciate Meretrici

      Giu 13 2021
      Teatro Vittoria, Roma
      La storia del Risorgimento, per tradizione, è sempre stata declinata al maschile. In realtà, non è fatta solo di uomini straordinari, ma anche di donne straordinarie, nella maggior parte dei casi dimenticate dalla memoria storica. Eppure, la loro presenza è sorprendente: donne di ogni estrazione e provenienza sociale, nobili, borghesi, popolane, contadine di tutte le regioni d'Italia si scoprirono appassionate di politica e libertà, abolirono le loro differenze di classe e combatterono insieme per un obiettivo unitario. Le donne fecero risorgere l'Italia, e l'Italia fece risorgere le donne. Senza rinnegare il ruolo di madri, mogli, compagne, sorelle, amiche, non vollero rispettare i destini a loro riservati dalla tradizione. Volevano partecipare! E le loro idee si rivelarono decisive in molte situazioni. “Le sfacciate meretrici” vuole essere un omaggio all'impegno e al coraggio di tutte le donne che hanno contribuito all'indipendenza e all'Unità italiana accanto e al pari degli uomini, attraverso il racconto di alcune delle loro storie così incredibili, eppure vere. Le sfacciate meretrici scritto e diretto da Chiara Bonome con (in ordine alfabetico) Virginia Bonacini, Chiara Bonome, Valerio Camelin, Andrea Carpiceci, Chiara David, Stefano Dilauro disegno luci Valerio Camelin datore luci Simone Balletti disegno locandina Marco Foscari foto di scena Manuela Giusto
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Giu 14 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Giu 14 2021
      ROMA
      La Casa del Cinema di Roma è lieta di presentare dal 7 giugno al 4 Luglio 2021 la mostra Vittorio De Sica - Ieri, oggi e domani, realizzata dall'Associazione Teatroantico per celebrare i 120 anni dalla nascita del grande attore e regista. Curata da Giulio D'Ascenzo e Elisabetta Centore, l’esposizione gratuita ripercorre la carriera artistica, sia teatrale che cinematografica, di Vittorio De Sica attraverso locandine teatrali, manifesti, foto buste cinematografiche, immagini, riviste e brochure originali, coprendo un arco temporale che va dal 1923 al 1974, anno della sua scomparsa.
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 14 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • RENDEZ VOUS NUOVO CINEMA FRANCESE dal 9 al 13 Giugno al Cinema Nuovo Sacher di Roma

      RENDEZ VOUS NUOVO CINEMA FRANCESE dal 9 al 13 Giugno al Cinema Nuovo Sacher di Roma

      Giu 14 2021
      cinema nuovo sacher, Roma
      Dal 9 al 13 giugno 2021 Cinema Nuovo Sacher di Roma RENDEZ-VOUS, il FESTIVAL DEL NUOVO CINEMA FRANCESE, torna a Roma al Cinema Nuovo Sacher, dal 9 al 13 giugno 2021 RENDEZ-VOUS 2021 | Il cinema è donna Nel solco del tradizionale format della manifestazione, nata con l’intento di far scoprire la pluralità di voci del cinema d’Oltralpe, quest’anno il festival mette al centro della scena le DONNE DEL CINEMA FRANCESE. Una panoramica di cineaste e attrici, volti noti ed esordienti, per offrire un’istantanea di un cinema creativo, vitale, plurale. FILM DI APERTURA | ANTOINETTE DANS LES CÉVENNES di Caroline Vignal Ad aprire l’XI edizione della manifestazione è ANTOINETTE DANS LES CÉVENNES | IO, LUI, LEI E L’ASINO di Caroline Vignal. La commedia neo-western femminista – Label Cannes 2020 – ha entusiasmato il pubblico e la critica francese e ha coronato la protagonista – la sensazionale Laure Calamy, conosciuta in Italia per il suo ruolo di Noémie nella serie Chiami il mio agente! – con il César per la migliore attrice 2021. Al centro di questo racconto di emancipazione, brillante e solare, che strizza l’occhio alle commedie di Éric Rohmer, l’imprevedibile viaggio sul cammino di Stevenson della buffa Antoinette alle prese con il suo mal d’amore. Una volta arrivata nella cornice dei magnifici paesaggi montuosi del Midi, la donna non troverà traccia del suo amante, ma si ritroverà a tu per tu con Patrick, un asino recalcitrante che l’accompagnerà in un viaggio molto singolare. Il film è presentato a Roma, in anteprima nazionale, dalla regista Caroline Vignal e uscirà in sala il 10 giugno con Kitchen Film. IL CINEMA INCONTRA LA LETTERATURA NEL SEGNO DI ANNIE ERNAUX Rendez-vous presenta in anteprima PASSION SIMPLE di Danielle Arbid e J’AI AIMÉ VIVRE LÀ di Régis Sauder, due film strettamenti legati all’opera di Annie Ernaux, la scrittrice francese, amatissima in Italia, che attraverso una scrittura autobiografica del reale, ha indagato il femminile e il sociale, raccontando i mutamenti del tempo e scrivendo un personale manifesto femminista, divenuto universale. A presentare a Roma in anteprima italiana, PASSION SIMPLE | L’AMANTE RUSSO – Label Cannes 2020 – sarà la regista Danielle Arbid. Protagonista del film: l’intensa e magnetica Laetitia Dosch, astro nascente del cinema francese. L’attrice ha conquistato a Cannes la Caméra d’Or per Jeune Femme di Léonor Serraille, in programma a Rendez-vous 2018. Passion simple è l’adattamento del libro omonimo di Annie Ernaux, pubblicato nel 1992, un racconto autobiografico che aveva fatto scandalo per il suo timbro erotico e sovversivo. Al centro del film l’esplorazione dei limiti di una relazione impossibile, quella vissuta da Hélène (Laetitia Dosch), una intellettuale, docente universitaria e madre divorziata, e Alexandre (Sergei Polunin), diplomatico russo sposato. Danielle Arbid, con intensità e sensualità, traduce in immagini l’erranza di una donna in preda al potere del proprio desiderio. Ancora non uscito in Francia, Passion simple è distribuito in Italia dal 17 giugno da Kitchen Film, che aveva già portato nelle sale italiane Dans les champs de bataille della stessa regista. Nel documentario J’AI AIMÉ VIVRE LÀ di Régis Sauder, presentato in anteprima italiana, ancora inedito in Francia, la voce e le parole di Annie Ernaux ci portano in viaggio nella città che la scrittrice ha eletto da anni a sua residenza. È qui che ha scritto la maggior parte dei suoi libri, nutrita dall’osservazione degli altri e della sua storia intima. Quando si parla di Cergy-Pontoise non si dice periferia, ma città nuova: è a 40 chilometri da Parigi, e nelle belle giornate si può persino vedere la Tour Eiffel. È un luogo spuntato fuori dal nulla, senza memoria, che però ha saputo accogliere gente da tutto il mondo. Un incontro delicato e poetico tra cinema e letteratura. BRILLANTI ESORDI e CINEMONDO La nostra panoramica sul nuovo cinema francese si compone di un caleidoscopio di voci di giovani cineaste che si presentano con un timbro autoriale già molto definito e originale, innovativo nelle scelte stilistiche, che aspira a trasformare la memoria in viaggio e cronaca dal mondo. Dopo l’esordio con La Belle et la meute, sulla lotta e il calvario burocratico di una donna tunisina vittima di violenza, continua a provocare il cinema della regista Kaouther Ben Hania che con L’HOMME QUI A VENDU SA PEAU | L’UOMO CHE VENDETTE LA SUA PELLE, realizza una favola politica, audace e sofisticata. La storia racconta le rocambolesche vicende di Sam Ali, un siriano esiliato in Libano. Per raggiungere il suo amore in Europa, accetta di farsi tatuare la schiena da un diabolico artista, ma trasformare il suo corpo in opera d’arte si rivela una decisione che gli costa la libertà. Candidato all’Oscar 2021 come miglior film straniero, il film vede nel cast Yahya Mahayni, miglior attore a Venezia 77 nella sezione Orizzonti, e un’inedita Monica Bellucci nel ruolo di una gallerista senza scrupoli. A presentare il film a Roma, e poi a Bologna e Torino, il protagonista Yahya Mahayni. Il film esce in sala a fine agosto con Wanted Cinema. Il PREMIO France 24 – Rendez-vous 2021 di quest’anno va all’esordio eccellente SOUS LE CIEL D’ALICE a firma della giovane regista Chloé Mazlo, che presenta a Roma la sua opera prima in anteprima italiana. Selezionato alla 59* Semaine de la Critique di Cannes 2020, il film vede protagonista Alba Rohrwacher. La storia comincia negli anni Cinquanta, quando la giovane Alice (Rohrwacher) lascia la Svizzera per il Libano. Alice non si innamora solo del Paese ma anche di Joseph, ambizioso astrofisico che sogna di inviare il primo cosmonauta libanese nello spazio. Dopo qualche anno di felicità, la guerra civile incrina il paradiso che la donna si è costruita e cerca di proteggere con tutte le sue forze. Segnalatasi con l’animazione Les Petits Cailloux – Premio César per il migliore cortometraggio nel 2015 – Chloé Mazlo, con il suo debutto, introduce nel racconto alcuni intermezzi onirici animati, servendosi della tecnica della stop motion, traducendo i suoi ricordi familiari in un poetico equilibrio tra fantasia e melanconia. Ci porta in viaggio nei Balcani la regista Aude Léa Rapin con LES HÉROS NE MEURENT JAMAIS, la sua opera prima nella quale dimostra di saper padroneggiare con levità un melange sottile e abile di registri, giocando del limite tra finzione e documentario. La storia racconta di un viaggio e di un incontro. Joachim (Jonathan Couzinié) è un attore, Alice (Adèle Haenel) una regista. Una mattina, in una strada di Parigi, un uomo scambia Joachim per un soldato chiamato Zoran, morto in Bosnia il 21 agosto 1983: lo stesso giorno in cui è nato Joachim. Turbati dalla coincidenza, i due decidono di partire per i Balcani: vogliono ritrovare Zoran e girare un film sulla reincarnazione. Passato alla Semaine de la Critique di Cannes 2019, il film è una riflessione coraggiosa, divertente e originale sulla paura della morte e i fantasmi della guerra, in bilico tra mockumentary e road movie, dolore e incanto. VIAGGIO NEL CINEMA DI GENERE | Commedia, animazione, noir Alla voce commedia il cinema francese, negli ultimi anni, non ha mancato di stupirci e di raccogliere il favore del pubblico con storie originali che hanno saputo declinare il genere in maniera sempre originale e innovativa. Se come scriveva Molière «è una strana impresa far ridere la gente onesta», la questione del comico, resta prima di tutto un fatto d’autore. Per rendere conto di questa panoramica, il programma comprende tre commedie d’autore. Sarà Jean-Paul Salomé a presentare a Roma, dopo l’anteprima bolognese al Biografilm, LA DARONNE | LA PADRINA, una commedia, insolente e brillante, a firma del regista francese, con una sempre più sorprendente Isabelle Huppert. Patience fa da interprete delle intercettazioni telefoniche per la squadra antidroga di Parigi. A differenza del nome che porta, è stufa della sua vita e di quel lavoro malpagato. Quando intercetta i traffici del figlio di una donna a lei cara, si intrufola nella rete dei trafiquants per proteggerlo. Si ritrova tra le mani un carico di droga e non si farà sfuggire l’occasione! Dal romanzo La bugiarda di Hannelore Cayre, Salomé dirige una delle più grandi attrici di sempre in un’imprevedibile commedia poliziesca che gioca sull’illusione delle seconde possibilità. Il film sarà nelle sale dal 14 ottobre, distribuito da I Wonder Pictures. Nicolas Maury, la star della serie Chiami il mio agente!, presenta a Roma, in anteprima nazionale, la sua opera prima: GARÇON CHIFFON, che ha scritto, diretto e interpretato, Label Cannes 2020. Nel film Maury è Jérémi, un attore che fatica a far decollare la propria carriera, e la cui vita sentimentale non va meglio, rovinata dalle sue continue crisi di gelosia. Sfinito, decide di lasciare Parigi e di ritornare al suo paesino in campagna, dove cerca di rimettersi in sesto tra le braccia della madre (Nathalie Baye). La commedia, brillante e commovente, gioca sul terreno del racconto di formazione, con una scrittura intelligente e ricca di sfumature che si tiene in perfetto equilibrio tra comicità e malinconia. Nella panoramica, non poteva mancare il cinema eccentrico ed esilarante di Quentin Dupieux. Direttamente dalla Mostra del Cinema di Venezia 77, arriva a Roma: MANDIBULES – DUE UOMINI E UNA MOSCA. Conosciuto con lo pseudonimo di Mr. Oizo per la sua attività di produttore e DJ e per film surreali come Rubber, Wrong e Le Daim, Dupieux ci regala ancora un film esilarante, al limite dell’assurdo, un racconto spumeggiante e liberatorio sull’amicizia, dove la leggerezza è un modo per sopravvivere, nonostante tutto. La storia segue le vicende di due amici squattrinati: Jean-Gab e Manu, due scemi (e più scemi), partiti in missione per conto di un misterioso cliente: devono consegnare una valigetta in cambio di cinquecento euro. Nel rubare una vecchia auto per il viaggio, trovano nel cofano una mosca gigante. Decidono di addestrarla al furto, con il sogno di diventare ricchi. Lungo la strada si imbatteranno in una serie di avventure tragicomiche sullo sfondo di un’estate in una Costa Azzurra che somiglia alla California. Solo la stravagante Agnès (Adèle Exarchopoulos) si accorgerà del loro segreto. Dupieux regala all’attrice un inedito e riuscitissimo ruolo comico. Il film sarà nelle sale dal 17 giugno, distribuito da I Wonder Pictures. Sul fronte animazione sbarca a Roma JOSEP di Aurel, presentato dal festival in anteprima nazionale, insignito con il César 2021 come miglior film di animazione. La storia parte nel febbraio del 1939, quando, travolto dal flusso dei repubblicani in fuga dalla dittatura di Franco, il governo francese rinchiude i rifugiati spagnoli nei campi di concentramento. In uno di questi, due uomini diventano amici: uno è un poliziotto, l’altro è Josep Bartolí, militante antifranchista ed eccezionale disegnatore. Il fumettista Aurel (ovvero Aurélien Froment, già illustratore per Le Monde, Politis e Le Canard enchainé) debutta alla regia con un’animazione scritta da Jean-Louis Milesi, sceneggiatore di tanti film di Robert Guédiguian: l’incredibile storia vera di Bartolì, l’illustratore-viaggiatore che riuscì a scappare dal campo e a raggiungere il Messico, dove incontrò e sedusse addirittura Frida Kahlo. Un’opera potente per il soggetto e per la poesia visiva, che rafforza il realismo della storia di partenza, ed emoziona senza sentimentalismi. L’abbiamo conosciuto in Italia con Les Anarchistes, il film in costume in cui ritrae un anarchico tra ragione e sentimento, il regista Elie Wajeman, al suo terzo lungometraggio, in MÉDECIN DE NUIT si cimenta con il noir, il genere per eccellenza del cinema francese. Colpo di fulmine della Selezione Ufficiale di Cannes 2020, il film, non ancora uscito nelle sale francesi, è presentato al festival in anteprima nazionale. A condurci per mano in questo intenso e serrato noir è l’ottimo Vincent Macaigne, tra gli attori più interessanti degli ultimi anni. La storia segue la vita turbolenta di Mikaël, medico di guardia durante i turni di notte. Un uomo che non si risparmia, cura i pazienti dei quartieri difficili e visita anche quelli di cui nessuno si occupa: i senzatetto e i tossicodipendenti. Diviso tra la moglie e l’amante, trascinato dal cugino farmacista in un pericoloso traffico di false ricette, la sua vita è un disastro. Mikaël non ha più scelta: deve riprendere in mano il suo destino, tutto in una notte. FOCUS | EMMANUELLE BÉART: Il cuore non sbaglia Il focus speciale dell’XI edizione del festival è dedicato a Emmanuelle Béart, attrice versatile, perfezionista e sensibile, femme fatale dal fascino magnetico che non ha mai smesso di vivere con intensità il suo tempo e di mettere la sua notorietà al servizio del sociale. Attivista per numerose campagne umanitarie e ambientaliste, da ambasciatrice per l’UNICEF a militante per i diritti dei sans papier. L’attrice sarà a Roma per presentare, in anteprima nazionale, il suo ultimo film L’ÉTREINTE, al fianco del regista Ludovic Bergery. L’opera prima dell’attore riporta sullo schermo l’attrice, dopo un lungo periodo in cui ha consacrato il suo lavoro al teatro. Abbiamo la gioia di ritrovarla in un ritratto di donna vedova alle prese con la sua «seconda vita», tra solitudine e riappropriazione del proprio corpo e una liberazione che ha il sapore di un’autentica rinascita. Per il focus dedicato, il pubblico romano riscoprirà sul grande schermo UN CŒUR EN HIVER | UN CUORE IN INVERNO, il magnifico film del 1992 di Claude Sautet. Sulle musiche di Ravel, una raffinata e dolente storia d’amore e d’amicizia con tre straordinari protagonisti: Emmanuelle Béart, Daniel Auteuil e André Dussollier, un gioco dei sentimenti valso a Sautet il César per il miglior film e il Leone d’Argento alla regia a Venezia 49, e poi tre David di Donatello (miglior film straniero, migliore attrice straniera a Béart e miglior attore straniero ad Auteuil). LA PIATTAFORMA RENDEZ-VOUS PLAY Rendez-vous Play è l'offerta audiovisiva dell'Institut Français Italia, sostenuta dal Ministero dell’Istruzione, che si rivolge ai ragazzi con un ricco catalogo di oltre 150 risorse audiovisive, disponibili in lingua originale e sottotitoli in italiano. L'offerta è gratuita e accessibile sia online sia nelle sale. Vanta i prestigiosi supporti di Rai, Arte e Mubi, propone film di patrimonio, classici, commedie, cartoni animati, documentari incluse le opere più recenti. Inaugurata durante il lockdown, in soli tre mesi, la piattaforma ha conquistato oltre 1700 docenti. Il Festival Rendez-vous sarà anche l’occasione per proiezioni speciali, organizzate con le scuole. RENDEZ-VOUS SU CHILI L'undicesima edizione del Rendez-vous offrirà, in collaborazione con la piattaforma italiana VoD Chili, anche una selezione di opere che valorizzano gli artisti francesi presenti al festival. I film con Isabelle Huppert, Adèle Exarchopoulos, Laure Calamy e Benjamin Lavernhe potranno essere scoperti o riscoperti online su Chili dal 9 al 13 giugno. Le proiezioni sono in versione originale con sottotitoli in italiano.
    • Campidoglio, finalmente riapre al pubblico il Mausoleo di Augusto

      Campidoglio, finalmente riapre al pubblico il Mausoleo di Augusto

      Giu 15 2021
      ROMA
      Da oggi riapre al pubblico il Mausoleo di Augusto, il più grande sepolcro circolare del mondo antico, emblema della magnificenza architettonica della romanità. Finalmente il monumento torna accessibile a tutti.
    • L’inno alla vita di Nina Maroccolo.

      L’inno alla vita di Nina Maroccolo.

      Giu 15 2021
      ROMA
      La rivoluzione degli eucalipti di Nina Maroccolo è il nuovo, inedito concept espositivo ospitato alla Galleria d’Arte Moderna di Roma, promosso da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, ideato dalla stessa artista. Mostra a cura di Plinio Perilli. Il catalogo d’arte, vera sinestesia tra le opere e un denso e visionario romanzo lirico, è edito da Disvelare edizioni, primo volume della collana Le Sibille, curato da Officina Mirabilis. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura.
    • TEMPO BAROCCO IN MOSTRA  A PALAZZO BARBERINI

      TEMPO BAROCCO IN MOSTRA A PALAZZO BARBERINI

      Giu 15 2021
      ROMA
      Il progetto Tempo Barocco nasce da un'idea che Francesca Cappelletti ha condiviso con me nel 2017 e che lei ha sviluppato in questi anni”, afferma Flaminia Gennari Santori, che prosegue: “Costruire insieme questa mostra con la quale inauguriamo il nuovo spazio per le esposizioni temporanee è stato davvero entusiasmante. Ora che Francesca dirige la Galleria Borghese, questa mostra diventa anche una magnifica occasione per dare avvio ad una relazione e ad un confronto proficui tra due musei che con il loro patrimonio sono certamente tra i più rilevanti nel racconto di un’epoca e della sua arte, nel contesto nazionale e internazionale”.
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 15 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • RENDEZ VOUS NUOVO CINEMA FRANCESE dal 9 al 13 Giugno al Cinema Nuovo Sacher di Roma

      RENDEZ VOUS NUOVO CINEMA FRANCESE dal 9 al 13 Giugno al Cinema Nuovo Sacher di Roma

      Giu 15 2021
      cinema nuovo sacher, Roma
      Dal 9 al 13 giugno 2021 Cinema Nuovo Sacher di Roma RENDEZ-VOUS, il FESTIVAL DEL NUOVO CINEMA FRANCESE, torna a Roma al Cinema Nuovo Sacher, dal 9 al 13 giugno 2021 RENDEZ-VOUS 2021 | Il cinema è donna Nel solco del tradizionale format della manifestazione, nata con l’intento di far scoprire la pluralità di voci del cinema d’Oltralpe, quest’anno il festival mette al centro della scena le DONNE DEL CINEMA FRANCESE. Una panoramica di cineaste e attrici, volti noti ed esordienti, per offrire un’istantanea di un cinema creativo, vitale, plurale. FILM DI APERTURA | ANTOINETTE DANS LES CÉVENNES di Caroline Vignal Ad aprire l’XI edizione della manifestazione è ANTOINETTE DANS LES CÉVENNES | IO, LUI, LEI E L’ASINO di Caroline Vignal. La commedia neo-western femminista – Label Cannes 2020 – ha entusiasmato il pubblico e la critica francese e ha coronato la protagonista – la sensazionale Laure Calamy, conosciuta in Italia per il suo ruolo di Noémie nella serie Chiami il mio agente! – con il César per la migliore attrice 2021. Al centro di questo racconto di emancipazione, brillante e solare, che strizza l’occhio alle commedie di Éric Rohmer, l’imprevedibile viaggio sul cammino di Stevenson della buffa Antoinette alle prese con il suo mal d’amore. Una volta arrivata nella cornice dei magnifici paesaggi montuosi del Midi, la donna non troverà traccia del suo amante, ma si ritroverà a tu per tu con Patrick, un asino recalcitrante che l’accompagnerà in un viaggio molto singolare. Il film è presentato a Roma, in anteprima nazionale, dalla regista Caroline Vignal e uscirà in sala il 10 giugno con Kitchen Film. IL CINEMA INCONTRA LA LETTERATURA NEL SEGNO DI ANNIE ERNAUX Rendez-vous presenta in anteprima PASSION SIMPLE di Danielle Arbid e J’AI AIMÉ VIVRE LÀ di Régis Sauder, due film strettamenti legati all’opera di Annie Ernaux, la scrittrice francese, amatissima in Italia, che attraverso una scrittura autobiografica del reale, ha indagato il femminile e il sociale, raccontando i mutamenti del tempo e scrivendo un personale manifesto femminista, divenuto universale. A presentare a Roma in anteprima italiana, PASSION SIMPLE | L’AMANTE RUSSO – Label Cannes 2020 – sarà la regista Danielle Arbid. Protagonista del film: l’intensa e magnetica Laetitia Dosch, astro nascente del cinema francese. L’attrice ha conquistato a Cannes la Caméra d’Or per Jeune Femme di Léonor Serraille, in programma a Rendez-vous 2018. Passion simple è l’adattamento del libro omonimo di Annie Ernaux, pubblicato nel 1992, un racconto autobiografico che aveva fatto scandalo per il suo timbro erotico e sovversivo. Al centro del film l’esplorazione dei limiti di una relazione impossibile, quella vissuta da Hélène (Laetitia Dosch), una intellettuale, docente universitaria e madre divorziata, e Alexandre (Sergei Polunin), diplomatico russo sposato. Danielle Arbid, con intensità e sensualità, traduce in immagini l’erranza di una donna in preda al potere del proprio desiderio. Ancora non uscito in Francia, Passion simple è distribuito in Italia dal 17 giugno da Kitchen Film, che aveva già portato nelle sale italiane Dans les champs de bataille della stessa regista. Nel documentario J’AI AIMÉ VIVRE LÀ di Régis Sauder, presentato in anteprima italiana, ancora inedito in Francia, la voce e le parole di Annie Ernaux ci portano in viaggio nella città che la scrittrice ha eletto da anni a sua residenza. È qui che ha scritto la maggior parte dei suoi libri, nutrita dall’osservazione degli altri e della sua storia intima. Quando si parla di Cergy-Pontoise non si dice periferia, ma città nuova: è a 40 chilometri da Parigi, e nelle belle giornate si può persino vedere la Tour Eiffel. È un luogo spuntato fuori dal nulla, senza memoria, che però ha saputo accogliere gente da tutto il mondo. Un incontro delicato e poetico tra cinema e letteratura. BRILLANTI ESORDI e CINEMONDO La nostra panoramica sul nuovo cinema francese si compone di un caleidoscopio di voci di giovani cineaste che si presentano con un timbro autoriale già molto definito e originale, innovativo nelle scelte stilistiche, che aspira a trasformare la memoria in viaggio e cronaca dal mondo. Dopo l’esordio con La Belle et la meute, sulla lotta e il calvario burocratico di una donna tunisina vittima di violenza, continua a provocare il cinema della regista Kaouther Ben Hania che con L’HOMME QUI A VENDU SA PEAU | L’UOMO CHE VENDETTE LA SUA PELLE, realizza una favola politica, audace e sofisticata. La storia racconta le rocambolesche vicende di Sam Ali, un siriano esiliato in Libano. Per raggiungere il suo amore in Europa, accetta di farsi tatuare la schiena da un diabolico artista, ma trasformare il suo corpo in opera d’arte si rivela una decisione che gli costa la libertà. Candidato all’Oscar 2021 come miglior film straniero, il film vede nel cast Yahya Mahayni, miglior attore a Venezia 77 nella sezione Orizzonti, e un’inedita Monica Bellucci nel ruolo di una gallerista senza scrupoli. A presentare il film a Roma, e poi a Bologna e Torino, il protagonista Yahya Mahayni. Il film esce in sala a fine agosto con Wanted Cinema. Il PREMIO France 24 – Rendez-vous 2021 di quest’anno va all’esordio eccellente SOUS LE CIEL D’ALICE a firma della giovane regista Chloé Mazlo, che presenta a Roma la sua opera prima in anteprima italiana. Selezionato alla 59* Semaine de la Critique di Cannes 2020, il film vede protagonista Alba Rohrwacher. La storia comincia negli anni Cinquanta, quando la giovane Alice (Rohrwacher) lascia la Svizzera per il Libano. Alice non si innamora solo del Paese ma anche di Joseph, ambizioso astrofisico che sogna di inviare il primo cosmonauta libanese nello spazio. Dopo qualche anno di felicità, la guerra civile incrina il paradiso che la donna si è costruita e cerca di proteggere con tutte le sue forze. Segnalatasi con l’animazione Les Petits Cailloux – Premio César per il migliore cortometraggio nel 2015 – Chloé Mazlo, con il suo debutto, introduce nel racconto alcuni intermezzi onirici animati, servendosi della tecnica della stop motion, traducendo i suoi ricordi familiari in un poetico equilibrio tra fantasia e melanconia. Ci porta in viaggio nei Balcani la regista Aude Léa Rapin con LES HÉROS NE MEURENT JAMAIS, la sua opera prima nella quale dimostra di saper padroneggiare con levità un melange sottile e abile di registri, giocando del limite tra finzione e documentario. La storia racconta di un viaggio e di un incontro. Joachim (Jonathan Couzinié) è un attore, Alice (Adèle Haenel) una regista. Una mattina, in una strada di Parigi, un uomo scambia Joachim per un soldato chiamato Zoran, morto in Bosnia il 21 agosto 1983: lo stesso giorno in cui è nato Joachim. Turbati dalla coincidenza, i due decidono di partire per i Balcani: vogliono ritrovare Zoran e girare un film sulla reincarnazione. Passato alla Semaine de la Critique di Cannes 2019, il film è una riflessione coraggiosa, divertente e originale sulla paura della morte e i fantasmi della guerra, in bilico tra mockumentary e road movie, dolore e incanto. VIAGGIO NEL CINEMA DI GENERE | Commedia, animazione, noir Alla voce commedia il cinema francese, negli ultimi anni, non ha mancato di stupirci e di raccogliere il favore del pubblico con storie originali che hanno saputo declinare il genere in maniera sempre originale e innovativa. Se come scriveva Molière «è una strana impresa far ridere la gente onesta», la questione del comico, resta prima di tutto un fatto d’autore. Per rendere conto di questa panoramica, il programma comprende tre commedie d’autore. Sarà Jean-Paul Salomé a presentare a Roma, dopo l’anteprima bolognese al Biografilm, LA DARONNE | LA PADRINA, una commedia, insolente e brillante, a firma del regista francese, con una sempre più sorprendente Isabelle Huppert. Patience fa da interprete delle intercettazioni telefoniche per la squadra antidroga di Parigi. A differenza del nome che porta, è stufa della sua vita e di quel lavoro malpagato. Quando intercetta i traffici del figlio di una donna a lei cara, si intrufola nella rete dei trafiquants per proteggerlo. Si ritrova tra le mani un carico di droga e non si farà sfuggire l’occasione! Dal romanzo La bugiarda di Hannelore Cayre, Salomé dirige una delle più grandi attrici di sempre in un’imprevedibile commedia poliziesca che gioca sull’illusione delle seconde possibilità. Il film sarà nelle sale dal 14 ottobre, distribuito da I Wonder Pictures. Nicolas Maury, la star della serie Chiami il mio agente!, presenta a Roma, in anteprima nazionale, la sua opera prima: GARÇON CHIFFON, che ha scritto, diretto e interpretato, Label Cannes 2020. Nel film Maury è Jérémi, un attore che fatica a far decollare la propria carriera, e la cui vita sentimentale non va meglio, rovinata dalle sue continue crisi di gelosia. Sfinito, decide di lasciare Parigi e di ritornare al suo paesino in campagna, dove cerca di rimettersi in sesto tra le braccia della madre (Nathalie Baye). La commedia, brillante e commovente, gioca sul terreno del racconto di formazione, con una scrittura intelligente e ricca di sfumature che si tiene in perfetto equilibrio tra comicità e malinconia. Nella panoramica, non poteva mancare il cinema eccentrico ed esilarante di Quentin Dupieux. Direttamente dalla Mostra del Cinema di Venezia 77, arriva a Roma: MANDIBULES – DUE UOMINI E UNA MOSCA. Conosciuto con lo pseudonimo di Mr. Oizo per la sua attività di produttore e DJ e per film surreali come Rubber, Wrong e Le Daim, Dupieux ci regala ancora un film esilarante, al limite dell’assurdo, un racconto spumeggiante e liberatorio sull’amicizia, dove la leggerezza è un modo per sopravvivere, nonostante tutto. La storia segue le vicende di due amici squattrinati: Jean-Gab e Manu, due scemi (e più scemi), partiti in missione per conto di un misterioso cliente: devono consegnare una valigetta in cambio di cinquecento euro. Nel rubare una vecchia auto per il viaggio, trovano nel cofano una mosca gigante. Decidono di addestrarla al furto, con il sogno di diventare ricchi. Lungo la strada si imbatteranno in una serie di avventure tragicomiche sullo sfondo di un’estate in una Costa Azzurra che somiglia alla California. Solo la stravagante Agnès (Adèle Exarchopoulos) si accorgerà del loro segreto. Dupieux regala all’attrice un inedito e riuscitissimo ruolo comico. Il film sarà nelle sale dal 17 giugno, distribuito da I Wonder Pictures. Sul fronte animazione sbarca a Roma JOSEP di Aurel, presentato dal festival in anteprima nazionale, insignito con il César 2021 come miglior film di animazione. La storia parte nel febbraio del 1939, quando, travolto dal flusso dei repubblicani in fuga dalla dittatura di Franco, il governo francese rinchiude i rifugiati spagnoli nei campi di concentramento. In uno di questi, due uomini diventano amici: uno è un poliziotto, l’altro è Josep Bartolí, militante antifranchista ed eccezionale disegnatore. Il fumettista Aurel (ovvero Aurélien Froment, già illustratore per Le Monde, Politis e Le Canard enchainé) debutta alla regia con un’animazione scritta da Jean-Louis Milesi, sceneggiatore di tanti film di Robert Guédiguian: l’incredibile storia vera di Bartolì, l’illustratore-viaggiatore che riuscì a scappare dal campo e a raggiungere il Messico, dove incontrò e sedusse addirittura Frida Kahlo. Un’opera potente per il soggetto e per la poesia visiva, che rafforza il realismo della storia di partenza, ed emoziona senza sentimentalismi. L’abbiamo conosciuto in Italia con Les Anarchistes, il film in costume in cui ritrae un anarchico tra ragione e sentimento, il regista Elie Wajeman, al suo terzo lungometraggio, in MÉDECIN DE NUIT si cimenta con il noir, il genere per eccellenza del cinema francese. Colpo di fulmine della Selezione Ufficiale di Cannes 2020, il film, non ancora uscito nelle sale francesi, è presentato al festival in anteprima nazionale. A condurci per mano in questo intenso e serrato noir è l’ottimo Vincent Macaigne, tra gli attori più interessanti degli ultimi anni. La storia segue la vita turbolenta di Mikaël, medico di guardia durante i turni di notte. Un uomo che non si risparmia, cura i pazienti dei quartieri difficili e visita anche quelli di cui nessuno si occupa: i senzatetto e i tossicodipendenti. Diviso tra la moglie e l’amante, trascinato dal cugino farmacista in un pericoloso traffico di false ricette, la sua vita è un disastro. Mikaël non ha più scelta: deve riprendere in mano il suo destino, tutto in una notte. FOCUS | EMMANUELLE BÉART: Il cuore non sbaglia Il focus speciale dell’XI edizione del festival è dedicato a Emmanuelle Béart, attrice versatile, perfezionista e sensibile, femme fatale dal fascino magnetico che non ha mai smesso di vivere con intensità il suo tempo e di mettere la sua notorietà al servizio del sociale. Attivista per numerose campagne umanitarie e ambientaliste, da ambasciatrice per l’UNICEF a militante per i diritti dei sans papier. L’attrice sarà a Roma per presentare, in anteprima nazionale, il suo ultimo film L’ÉTREINTE, al fianco del regista Ludovic Bergery. L’opera prima dell’attore riporta sullo schermo l’attrice, dopo un lungo periodo in cui ha consacrato il suo lavoro al teatro. Abbiamo la gioia di ritrovarla in un ritratto di donna vedova alle prese con la sua «seconda vita», tra solitudine e riappropriazione del proprio corpo e una liberazione che ha il sapore di un’autentica rinascita. Per il focus dedicato, il pubblico romano riscoprirà sul grande schermo UN CŒUR EN HIVER | UN CUORE IN INVERNO, il magnifico film del 1992 di Claude Sautet. Sulle musiche di Ravel, una raffinata e dolente storia d’amore e d’amicizia con tre straordinari protagonisti: Emmanuelle Béart, Daniel Auteuil e André Dussollier, un gioco dei sentimenti valso a Sautet il César per il miglior film e il Leone d’Argento alla regia a Venezia 49, e poi tre David di Donatello (miglior film straniero, migliore attrice straniera a Béart e miglior attore straniero ad Auteuil). LA PIATTAFORMA RENDEZ-VOUS PLAY Rendez-vous Play è l'offerta audiovisiva dell'Institut Français Italia, sostenuta dal Ministero dell’Istruzione, che si rivolge ai ragazzi con un ricco catalogo di oltre 150 risorse audiovisive, disponibili in lingua originale e sottotitoli in italiano. L'offerta è gratuita e accessibile sia online sia nelle sale. Vanta i prestigiosi supporti di Rai, Arte e Mubi, propone film di patrimonio, classici, commedie, cartoni animati, documentari incluse le opere più recenti. Inaugurata durante il lockdown, in soli tre mesi, la piattaforma ha conquistato oltre 1700 docenti. Il Festival Rendez-vous sarà anche l’occasione per proiezioni speciali, organizzate con le scuole. RENDEZ-VOUS SU CHILI L'undicesima edizione del Rendez-vous offrirà, in collaborazione con la piattaforma italiana VoD Chili, anche una selezione di opere che valorizzano gli artisti francesi presenti al festival. I film con Isabelle Huppert, Adèle Exarchopoulos, Laure Calamy e Benjamin Lavernhe potranno essere scoperti o riscoperti online su Chili dal 9 al 13 giugno. Le proiezioni sono in versione originale con sottotitoli in italiano.
    • APPUNTAMENTI ON LINE DAI MUSEI CIVICI DI ROMA 24 FEBBRAIO – 2 MARZO 2021

      APPUNTAMENTI ON LINE DAI MUSEI CIVICI DI ROMA 24 FEBBRAIO – 2 MARZO 2021

      Giu 16 2021
      ROMA
      Educare alle mostre, educare alla città propone, lunedì 1 marzo alle 16.30 per la rubrica RACCONTARE LE MOSTRE, l’appuntamento La via delle api, a cura di Massimo Capula, Carla Marangoni e Paola Marzoli. Si parlerà della mostra omonima, allestita al Museo Civico di Zoologia (dal 25 febbraio al 27 giugno 2021), un percorso sensoriale attraverso il mondo delle api e i loro prodotti. IL MAUSOLEO DI AUGUSTO RITROVATO è al centro dell’incontro di martedì 2 marzo alle 16.30, a cura di Elisabetta Carnabuci e Sebastiano La Manna. Per prenotazioni telefonare al numero 060608. Gli incontri sono gratuiti su piattaforma Google Suite e aperti a tutti, una sezione è riservata all’ interlocuzione con i relatori. Si suggerisce di entrare con il browser Google Chrome. info_didatticasovraintendenza@comune.roma.it
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 16 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • RENDEZ VOUS NUOVO CINEMA FRANCESE dal 9 al 13 Giugno al Cinema Nuovo Sacher di Roma

      RENDEZ VOUS NUOVO CINEMA FRANCESE dal 9 al 13 Giugno al Cinema Nuovo Sacher di Roma

      Giu 16 2021
      cinema nuovo sacher, Roma
      Dal 9 al 13 giugno 2021 Cinema Nuovo Sacher di Roma RENDEZ-VOUS, il FESTIVAL DEL NUOVO CINEMA FRANCESE, torna a Roma al Cinema Nuovo Sacher, dal 9 al 13 giugno 2021 RENDEZ-VOUS 2021 | Il cinema è donna Nel solco del tradizionale format della manifestazione, nata con l’intento di far scoprire la pluralità di voci del cinema d’Oltralpe, quest’anno il festival mette al centro della scena le DONNE DEL CINEMA FRANCESE. Una panoramica di cineaste e attrici, volti noti ed esordienti, per offrire un’istantanea di un cinema creativo, vitale, plurale. FILM DI APERTURA | ANTOINETTE DANS LES CÉVENNES di Caroline Vignal Ad aprire l’XI edizione della manifestazione è ANTOINETTE DANS LES CÉVENNES | IO, LUI, LEI E L’ASINO di Caroline Vignal. La commedia neo-western femminista – Label Cannes 2020 – ha entusiasmato il pubblico e la critica francese e ha coronato la protagonista – la sensazionale Laure Calamy, conosciuta in Italia per il suo ruolo di Noémie nella serie Chiami il mio agente! – con il César per la migliore attrice 2021. Al centro di questo racconto di emancipazione, brillante e solare, che strizza l’occhio alle commedie di Éric Rohmer, l’imprevedibile viaggio sul cammino di Stevenson della buffa Antoinette alle prese con il suo mal d’amore. Una volta arrivata nella cornice dei magnifici paesaggi montuosi del Midi, la donna non troverà traccia del suo amante, ma si ritroverà a tu per tu con Patrick, un asino recalcitrante che l’accompagnerà in un viaggio molto singolare. Il film è presentato a Roma, in anteprima nazionale, dalla regista Caroline Vignal e uscirà in sala il 10 giugno con Kitchen Film. IL CINEMA INCONTRA LA LETTERATURA NEL SEGNO DI ANNIE ERNAUX Rendez-vous presenta in anteprima PASSION SIMPLE di Danielle Arbid e J’AI AIMÉ VIVRE LÀ di Régis Sauder, due film strettamenti legati all’opera di Annie Ernaux, la scrittrice francese, amatissima in Italia, che attraverso una scrittura autobiografica del reale, ha indagato il femminile e il sociale, raccontando i mutamenti del tempo e scrivendo un personale manifesto femminista, divenuto universale. A presentare a Roma in anteprima italiana, PASSION SIMPLE | L’AMANTE RUSSO – Label Cannes 2020 – sarà la regista Danielle Arbid. Protagonista del film: l’intensa e magnetica Laetitia Dosch, astro nascente del cinema francese. L’attrice ha conquistato a Cannes la Caméra d’Or per Jeune Femme di Léonor Serraille, in programma a Rendez-vous 2018. Passion simple è l’adattamento del libro omonimo di Annie Ernaux, pubblicato nel 1992, un racconto autobiografico che aveva fatto scandalo per il suo timbro erotico e sovversivo. Al centro del film l’esplorazione dei limiti di una relazione impossibile, quella vissuta da Hélène (Laetitia Dosch), una intellettuale, docente universitaria e madre divorziata, e Alexandre (Sergei Polunin), diplomatico russo sposato. Danielle Arbid, con intensità e sensualità, traduce in immagini l’erranza di una donna in preda al potere del proprio desiderio. Ancora non uscito in Francia, Passion simple è distribuito in Italia dal 17 giugno da Kitchen Film, che aveva già portato nelle sale italiane Dans les champs de bataille della stessa regista. Nel documentario J’AI AIMÉ VIVRE LÀ di Régis Sauder, presentato in anteprima italiana, ancora inedito in Francia, la voce e le parole di Annie Ernaux ci portano in viaggio nella città che la scrittrice ha eletto da anni a sua residenza. È qui che ha scritto la maggior parte dei suoi libri, nutrita dall’osservazione degli altri e della sua storia intima. Quando si parla di Cergy-Pontoise non si dice periferia, ma città nuova: è a 40 chilometri da Parigi, e nelle belle giornate si può persino vedere la Tour Eiffel. È un luogo spuntato fuori dal nulla, senza memoria, che però ha saputo accogliere gente da tutto il mondo. Un incontro delicato e poetico tra cinema e letteratura. BRILLANTI ESORDI e CINEMONDO La nostra panoramica sul nuovo cinema francese si compone di un caleidoscopio di voci di giovani cineaste che si presentano con un timbro autoriale già molto definito e originale, innovativo nelle scelte stilistiche, che aspira a trasformare la memoria in viaggio e cronaca dal mondo. Dopo l’esordio con La Belle et la meute, sulla lotta e il calvario burocratico di una donna tunisina vittima di violenza, continua a provocare il cinema della regista Kaouther Ben Hania che con L’HOMME QUI A VENDU SA PEAU | L’UOMO CHE VENDETTE LA SUA PELLE, realizza una favola politica, audace e sofisticata. La storia racconta le rocambolesche vicende di Sam Ali, un siriano esiliato in Libano. Per raggiungere il suo amore in Europa, accetta di farsi tatuare la schiena da un diabolico artista, ma trasformare il suo corpo in opera d’arte si rivela una decisione che gli costa la libertà. Candidato all’Oscar 2021 come miglior film straniero, il film vede nel cast Yahya Mahayni, miglior attore a Venezia 77 nella sezione Orizzonti, e un’inedita Monica Bellucci nel ruolo di una gallerista senza scrupoli. A presentare il film a Roma, e poi a Bologna e Torino, il protagonista Yahya Mahayni. Il film esce in sala a fine agosto con Wanted Cinema. Il PREMIO France 24 – Rendez-vous 2021 di quest’anno va all’esordio eccellente SOUS LE CIEL D’ALICE a firma della giovane regista Chloé Mazlo, che presenta a Roma la sua opera prima in anteprima italiana. Selezionato alla 59* Semaine de la Critique di Cannes 2020, il film vede protagonista Alba Rohrwacher. La storia comincia negli anni Cinquanta, quando la giovane Alice (Rohrwacher) lascia la Svizzera per il Libano. Alice non si innamora solo del Paese ma anche di Joseph, ambizioso astrofisico che sogna di inviare il primo cosmonauta libanese nello spazio. Dopo qualche anno di felicità, la guerra civile incrina il paradiso che la donna si è costruita e cerca di proteggere con tutte le sue forze. Segnalatasi con l’animazione Les Petits Cailloux – Premio César per il migliore cortometraggio nel 2015 – Chloé Mazlo, con il suo debutto, introduce nel racconto alcuni intermezzi onirici animati, servendosi della tecnica della stop motion, traducendo i suoi ricordi familiari in un poetico equilibrio tra fantasia e melanconia. Ci porta in viaggio nei Balcani la regista Aude Léa Rapin con LES HÉROS NE MEURENT JAMAIS, la sua opera prima nella quale dimostra di saper padroneggiare con levità un melange sottile e abile di registri, giocando del limite tra finzione e documentario. La storia racconta di un viaggio e di un incontro. Joachim (Jonathan Couzinié) è un attore, Alice (Adèle Haenel) una regista. Una mattina, in una strada di Parigi, un uomo scambia Joachim per un soldato chiamato Zoran, morto in Bosnia il 21 agosto 1983: lo stesso giorno in cui è nato Joachim. Turbati dalla coincidenza, i due decidono di partire per i Balcani: vogliono ritrovare Zoran e girare un film sulla reincarnazione. Passato alla Semaine de la Critique di Cannes 2019, il film è una riflessione coraggiosa, divertente e originale sulla paura della morte e i fantasmi della guerra, in bilico tra mockumentary e road movie, dolore e incanto. VIAGGIO NEL CINEMA DI GENERE | Commedia, animazione, noir Alla voce commedia il cinema francese, negli ultimi anni, non ha mancato di stupirci e di raccogliere il favore del pubblico con storie originali che hanno saputo declinare il genere in maniera sempre originale e innovativa. Se come scriveva Molière «è una strana impresa far ridere la gente onesta», la questione del comico, resta prima di tutto un fatto d’autore. Per rendere conto di questa panoramica, il programma comprende tre commedie d’autore. Sarà Jean-Paul Salomé a presentare a Roma, dopo l’anteprima bolognese al Biografilm, LA DARONNE | LA PADRINA, una commedia, insolente e brillante, a firma del regista francese, con una sempre più sorprendente Isabelle Huppert. Patience fa da interprete delle intercettazioni telefoniche per la squadra antidroga di Parigi. A differenza del nome che porta, è stufa della sua vita e di quel lavoro malpagato. Quando intercetta i traffici del figlio di una donna a lei cara, si intrufola nella rete dei trafiquants per proteggerlo. Si ritrova tra le mani un carico di droga e non si farà sfuggire l’occasione! Dal romanzo La bugiarda di Hannelore Cayre, Salomé dirige una delle più grandi attrici di sempre in un’imprevedibile commedia poliziesca che gioca sull’illusione delle seconde possibilità. Il film sarà nelle sale dal 14 ottobre, distribuito da I Wonder Pictures. Nicolas Maury, la star della serie Chiami il mio agente!, presenta a Roma, in anteprima nazionale, la sua opera prima: GARÇON CHIFFON, che ha scritto, diretto e interpretato, Label Cannes 2020. Nel film Maury è Jérémi, un attore che fatica a far decollare la propria carriera, e la cui vita sentimentale non va meglio, rovinata dalle sue continue crisi di gelosia. Sfinito, decide di lasciare Parigi e di ritornare al suo paesino in campagna, dove cerca di rimettersi in sesto tra le braccia della madre (Nathalie Baye). La commedia, brillante e commovente, gioca sul terreno del racconto di formazione, con una scrittura intelligente e ricca di sfumature che si tiene in perfetto equilibrio tra comicità e malinconia. Nella panoramica, non poteva mancare il cinema eccentrico ed esilarante di Quentin Dupieux. Direttamente dalla Mostra del Cinema di Venezia 77, arriva a Roma: MANDIBULES – DUE UOMINI E UNA MOSCA. Conosciuto con lo pseudonimo di Mr. Oizo per la sua attività di produttore e DJ e per film surreali come Rubber, Wrong e Le Daim, Dupieux ci regala ancora un film esilarante, al limite dell’assurdo, un racconto spumeggiante e liberatorio sull’amicizia, dove la leggerezza è un modo per sopravvivere, nonostante tutto. La storia segue le vicende di due amici squattrinati: Jean-Gab e Manu, due scemi (e più scemi), partiti in missione per conto di un misterioso cliente: devono consegnare una valigetta in cambio di cinquecento euro. Nel rubare una vecchia auto per il viaggio, trovano nel cofano una mosca gigante. Decidono di addestrarla al furto, con il sogno di diventare ricchi. Lungo la strada si imbatteranno in una serie di avventure tragicomiche sullo sfondo di un’estate in una Costa Azzurra che somiglia alla California. Solo la stravagante Agnès (Adèle Exarchopoulos) si accorgerà del loro segreto. Dupieux regala all’attrice un inedito e riuscitissimo ruolo comico. Il film sarà nelle sale dal 17 giugno, distribuito da I Wonder Pictures. Sul fronte animazione sbarca a Roma JOSEP di Aurel, presentato dal festival in anteprima nazionale, insignito con il César 2021 come miglior film di animazione. La storia parte nel febbraio del 1939, quando, travolto dal flusso dei repubblicani in fuga dalla dittatura di Franco, il governo francese rinchiude i rifugiati spagnoli nei campi di concentramento. In uno di questi, due uomini diventano amici: uno è un poliziotto, l’altro è Josep Bartolí, militante antifranchista ed eccezionale disegnatore. Il fumettista Aurel (ovvero Aurélien Froment, già illustratore per Le Monde, Politis e Le Canard enchainé) debutta alla regia con un’animazione scritta da Jean-Louis Milesi, sceneggiatore di tanti film di Robert Guédiguian: l’incredibile storia vera di Bartolì, l’illustratore-viaggiatore che riuscì a scappare dal campo e a raggiungere il Messico, dove incontrò e sedusse addirittura Frida Kahlo. Un’opera potente per il soggetto e per la poesia visiva, che rafforza il realismo della storia di partenza, ed emoziona senza sentimentalismi. L’abbiamo conosciuto in Italia con Les Anarchistes, il film in costume in cui ritrae un anarchico tra ragione e sentimento, il regista Elie Wajeman, al suo terzo lungometraggio, in MÉDECIN DE NUIT si cimenta con il noir, il genere per eccellenza del cinema francese. Colpo di fulmine della Selezione Ufficiale di Cannes 2020, il film, non ancora uscito nelle sale francesi, è presentato al festival in anteprima nazionale. A condurci per mano in questo intenso e serrato noir è l’ottimo Vincent Macaigne, tra gli attori più interessanti degli ultimi anni. La storia segue la vita turbolenta di Mikaël, medico di guardia durante i turni di notte. Un uomo che non si risparmia, cura i pazienti dei quartieri difficili e visita anche quelli di cui nessuno si occupa: i senzatetto e i tossicodipendenti. Diviso tra la moglie e l’amante, trascinato dal cugino farmacista in un pericoloso traffico di false ricette, la sua vita è un disastro. Mikaël non ha più scelta: deve riprendere in mano il suo destino, tutto in una notte. FOCUS | EMMANUELLE BÉART: Il cuore non sbaglia Il focus speciale dell’XI edizione del festival è dedicato a Emmanuelle Béart, attrice versatile, perfezionista e sensibile, femme fatale dal fascino magnetico che non ha mai smesso di vivere con intensità il suo tempo e di mettere la sua notorietà al servizio del sociale. Attivista per numerose campagne umanitarie e ambientaliste, da ambasciatrice per l’UNICEF a militante per i diritti dei sans papier. L’attrice sarà a Roma per presentare, in anteprima nazionale, il suo ultimo film L’ÉTREINTE, al fianco del regista Ludovic Bergery. L’opera prima dell’attore riporta sullo schermo l’attrice, dopo un lungo periodo in cui ha consacrato il suo lavoro al teatro. Abbiamo la gioia di ritrovarla in un ritratto di donna vedova alle prese con la sua «seconda vita», tra solitudine e riappropriazione del proprio corpo e una liberazione che ha il sapore di un’autentica rinascita. Per il focus dedicato, il pubblico romano riscoprirà sul grande schermo UN CŒUR EN HIVER | UN CUORE IN INVERNO, il magnifico film del 1992 di Claude Sautet. Sulle musiche di Ravel, una raffinata e dolente storia d’amore e d’amicizia con tre straordinari protagonisti: Emmanuelle Béart, Daniel Auteuil e André Dussollier, un gioco dei sentimenti valso a Sautet il César per il miglior film e il Leone d’Argento alla regia a Venezia 49, e poi tre David di Donatello (miglior film straniero, migliore attrice straniera a Béart e miglior attore straniero ad Auteuil). LA PIATTAFORMA RENDEZ-VOUS PLAY Rendez-vous Play è l'offerta audiovisiva dell'Institut Français Italia, sostenuta dal Ministero dell’Istruzione, che si rivolge ai ragazzi con un ricco catalogo di oltre 150 risorse audiovisive, disponibili in lingua originale e sottotitoli in italiano. L'offerta è gratuita e accessibile sia online sia nelle sale. Vanta i prestigiosi supporti di Rai, Arte e Mubi, propone film di patrimonio, classici, commedie, cartoni animati, documentari incluse le opere più recenti. Inaugurata durante il lockdown, in soli tre mesi, la piattaforma ha conquistato oltre 1700 docenti. Il Festival Rendez-vous sarà anche l’occasione per proiezioni speciali, organizzate con le scuole. RENDEZ-VOUS SU CHILI L'undicesima edizione del Rendez-vous offrirà, in collaborazione con la piattaforma italiana VoD Chili, anche una selezione di opere che valorizzano gli artisti francesi presenti al festival. I film con Isabelle Huppert, Adèle Exarchopoulos, Laure Calamy e Benjamin Lavernhe potranno essere scoperti o riscoperti online su Chili dal 9 al 13 giugno. Le proiezioni sono in versione originale con sottotitoli in italiano.
    • Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Giu 17 2021
      Cinema Farnese, Roma
      Torna la vetrina sul miglior cinema d’autore dai paesi dell’Estremo Oriente. Una manifestazione che, insieme a proiezioni di film inediti, ha organizzato in passato anche numerose retrospettive dedicate ai maestri e invitato ospiti di gala. Quest'anno un'edizione in sicurezza con molte novità e due giornate-evento speciali dedicate alla Corea e al Vietnam. La diciottesima edizione di Asian Film Festival presenterà 28 lungometraggi e 2 cortometraggi provenienti da 11 paesi dell’Estremo Oriente (Giappone, Corea del Sud, Cina, Filippine, Hong Kong, Taiwan, Indonesia, Malesia, Thailandia, Vietnam e Singapore), con 5 anteprime internazionali, 6 anteprime europee e numerose anteprime italiane. Il festival si terrà da giovedì 17 a mercoledì 23 giugno 2021, a Roma, al Cinema Farnese (Piazza Campo De' Fiori 56).
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 17 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    •  Romeo e Giulietta: per un mondo libero   di William Shakespeare

      Romeo e Giulietta: per un mondo libero di William Shakespeare

      Giu 17 2021
      Teatro Trastevere
      17 e il 18 Giugno ore 21 #teatrotrastevereroma Per il mese dell’LGBTQ Pride Romeo e Giulietta: per un mondo libero di William Shakespeare Regia Gemma Costa e Miranda Angeli Con Giulia Sanna, Michele Diroidi, Anna Cianca, Ira Fonten, Mikhail Silvestro Sustersic, Gilda Rinaldi Bertanza, Caterina Rossi, Andrea Amato, Cecilia Michettoni e Nunzia Fabrizi. Luci Andrea Aureli Scenografie Mattia Pisani Costumi Lesley Venditti Aiuto alla regia Paolina Gramegna
    • Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Giu 18 2021
      Cinema Farnese, Roma
      Torna la vetrina sul miglior cinema d’autore dai paesi dell’Estremo Oriente. Una manifestazione che, insieme a proiezioni di film inediti, ha organizzato in passato anche numerose retrospettive dedicate ai maestri e invitato ospiti di gala. Quest'anno un'edizione in sicurezza con molte novità e due giornate-evento speciali dedicate alla Corea e al Vietnam. La diciottesima edizione di Asian Film Festival presenterà 28 lungometraggi e 2 cortometraggi provenienti da 11 paesi dell’Estremo Oriente (Giappone, Corea del Sud, Cina, Filippine, Hong Kong, Taiwan, Indonesia, Malesia, Thailandia, Vietnam e Singapore), con 5 anteprime internazionali, 6 anteprime europee e numerose anteprime italiane. Il festival si terrà da giovedì 17 a mercoledì 23 giugno 2021, a Roma, al Cinema Farnese (Piazza Campo De' Fiori 56).
    • Colore, Calore, Movimento.

      Colore, Calore, Movimento.

      Giu 18 2021
      ROMA
      SALVIAMO IL PIANETA è il messaggio degli scatti esposti a Roma di Rossella Pezzino de Geronimo, tra le più importanti imprenditrici italiane nel settore del riciclo dei rifiuti
    • A QUEL PAESE  di Rogelio López Cuenca

      A QUEL PAESE di Rogelio López Cuenca

      Giu 18 2021
      ROMA
      Prorogata fino al 27 giugno 2021 la mostra A quel paese, prima retrospettiva in Italia dell’artista Rogelio López Cuenca, a cura di Anna Cestelli Guidi e realizzata dalla Real Academia de España en Roma, Acción Cultural Española AC/E, in collaborazione con la Fondazione Baruchello. La retrospettiva di Rogelio López Cuenca, borsista a Roma nel 1995-1996, si compone di 16 opere fortemente rappresentative dei lavori dell’artista andaluso e del suo legame con Roma nato durante il soggiorno all’Accademia e realizzate tra gli inizi degli anni Novanta e oggi. L’esposizione si articola in tre sedi: il nucleo più sostanzioso dei lavori è in mostra negli spazi dell’Accademia di Spagna sul Gianicolo, dove sono eccezionalmente aperti al pubblico anche la terrazza-giardino e lo spazio di co-working. Due opere sono state visibili alla Fondazione Baruchello a Monteverde fino al 5 giugno.
    • ESPOSIZIONE TRIENNALE DI ARTI VISIVE A ROMA

      ESPOSIZIONE TRIENNALE DI ARTI VISIVE A ROMA

      Giu 18 2021
      ROMA
      Il tema di questa quarta edizione sarà ispirato ai cambiamenti globali dell’ultimo ventennio La cultura artistica di Roma si prepara a ripartire con la quarta edizione della Triennale di Arti Visive che inaugurerà domani 11 giugno fino al 15 luglio 2021. Promossa dal Gruppo Start, organizzazione che si occupa di editoria e mostre d’arte internazionali, con il patrocinio morale del Ministero dei Beni Culturali (per quanto riguarda la rassegna presso la Galleria della Biblioteca Angelica) in quest’edizione parteciperanno oltre duecento artisti italiani con trecento opere esposte in cinque spazi espositivi, collocati in palazzi storici della capitale: Palazzo Borghese- Gallerie del Cembalo (Largo Fontanella Borghese 19), Palazzo della Cancelleria (Piazza della Cancelleria 1), Galleria della Biblioteca Angelica (Piazza di S. Agostino 8) Palazzo Velli-Expò (Piazza di Sant’Egidio 10) Medina Roma Art Gallery (Via Angelo Poliziano 32-34-36).
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 18 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    •  Romeo e Giulietta: per un mondo libero   di William Shakespeare

      Romeo e Giulietta: per un mondo libero di William Shakespeare

      Giu 18 2021
      Teatro Trastevere
      17 e il 18 Giugno ore 21 #teatrotrastevereroma Per il mese dell’LGBTQ Pride Romeo e Giulietta: per un mondo libero di William Shakespeare Regia Gemma Costa e Miranda Angeli Con Giulia Sanna, Michele Diroidi, Anna Cianca, Ira Fonten, Mikhail Silvestro Sustersic, Gilda Rinaldi Bertanza, Caterina Rossi, Andrea Amato, Cecilia Michettoni e Nunzia Fabrizi. Luci Andrea Aureli Scenografie Mattia Pisani Costumi Lesley Venditti Aiuto alla regia Paolina Gramegna
    • Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Giu 19 2021
      Cinema Farnese, Roma
      Torna la vetrina sul miglior cinema d’autore dai paesi dell’Estremo Oriente. Una manifestazione che, insieme a proiezioni di film inediti, ha organizzato in passato anche numerose retrospettive dedicate ai maestri e invitato ospiti di gala. Quest'anno un'edizione in sicurezza con molte novità e due giornate-evento speciali dedicate alla Corea e al Vietnam. La diciottesima edizione di Asian Film Festival presenterà 28 lungometraggi e 2 cortometraggi provenienti da 11 paesi dell’Estremo Oriente (Giappone, Corea del Sud, Cina, Filippine, Hong Kong, Taiwan, Indonesia, Malesia, Thailandia, Vietnam e Singapore), con 5 anteprime internazionali, 6 anteprime europee e numerose anteprime italiane. Il festival si terrà da giovedì 17 a mercoledì 23 giugno 2021, a Roma, al Cinema Farnese (Piazza Campo De' Fiori 56).
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 19 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Giu 20 2021
      Cinema Farnese, Roma
      Torna la vetrina sul miglior cinema d’autore dai paesi dell’Estremo Oriente. Una manifestazione che, insieme a proiezioni di film inediti, ha organizzato in passato anche numerose retrospettive dedicate ai maestri e invitato ospiti di gala. Quest'anno un'edizione in sicurezza con molte novità e due giornate-evento speciali dedicate alla Corea e al Vietnam. La diciottesima edizione di Asian Film Festival presenterà 28 lungometraggi e 2 cortometraggi provenienti da 11 paesi dell’Estremo Oriente (Giappone, Corea del Sud, Cina, Filippine, Hong Kong, Taiwan, Indonesia, Malesia, Thailandia, Vietnam e Singapore), con 5 anteprime internazionali, 6 anteprime europee e numerose anteprime italiane. Il festival si terrà da giovedì 17 a mercoledì 23 giugno 2021, a Roma, al Cinema Farnese (Piazza Campo De' Fiori 56).
    • MIRCEA CANTOR A VILLA MEDICI

      MIRCEA CANTOR A VILLA MEDICI

      Giu 20 2021
      ROMA
      Prendendo spunto da un repertorio iconografico e iconologico universale, rappresentato da immagini e gesti semplici, appartenenti alla quotidianità, Mircea Cantor riflette sulle componenti storiche e culturali che plasmano la realtà e sulle varie sfumature semantiche che l’articolano. Tale procedimento di osservazione trae spesso origine dall’esperienza individuale dell’artista, avvenuta al principio in Romania e poi in Francia, e si esplicita attraverso molte forme linguistiche alcune delle quali rappresentate a Roma in occasione del suo esordio individuale a Villa Medici. Si tratta di diversi lavori, alcuni dei quali concepiti per l’occasione, e distribuiti in vari ambienti sparsi nei giardini dell’Accademia, instaurando un sottile dialogo tra contemporaneità e patrimonio.
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 20 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Giu 21 2021
      Cinema Farnese, Roma
      Torna la vetrina sul miglior cinema d’autore dai paesi dell’Estremo Oriente. Una manifestazione che, insieme a proiezioni di film inediti, ha organizzato in passato anche numerose retrospettive dedicate ai maestri e invitato ospiti di gala. Quest'anno un'edizione in sicurezza con molte novità e due giornate-evento speciali dedicate alla Corea e al Vietnam. La diciottesima edizione di Asian Film Festival presenterà 28 lungometraggi e 2 cortometraggi provenienti da 11 paesi dell’Estremo Oriente (Giappone, Corea del Sud, Cina, Filippine, Hong Kong, Taiwan, Indonesia, Malesia, Thailandia, Vietnam e Singapore), con 5 anteprime internazionali, 6 anteprime europee e numerose anteprime italiane. Il festival si terrà da giovedì 17 a mercoledì 23 giugno 2021, a Roma, al Cinema Farnese (Piazza Campo De' Fiori 56).
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Giu 21 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Giu 21 2021
      ROMA
      La Casa del Cinema di Roma è lieta di presentare dal 7 giugno al 4 Luglio 2021 la mostra Vittorio De Sica - Ieri, oggi e domani, realizzata dall'Associazione Teatroantico per celebrare i 120 anni dalla nascita del grande attore e regista. Curata da Giulio D'Ascenzo e Elisabetta Centore, l’esposizione gratuita ripercorre la carriera artistica, sia teatrale che cinematografica, di Vittorio De Sica attraverso locandine teatrali, manifesti, foto buste cinematografiche, immagini, riviste e brochure originali, coprendo un arco temporale che va dal 1923 al 1974, anno della sua scomparsa.
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 21 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Giu 22 2021
      Cinema Farnese, Roma
      Torna la vetrina sul miglior cinema d’autore dai paesi dell’Estremo Oriente. Una manifestazione che, insieme a proiezioni di film inediti, ha organizzato in passato anche numerose retrospettive dedicate ai maestri e invitato ospiti di gala. Quest'anno un'edizione in sicurezza con molte novità e due giornate-evento speciali dedicate alla Corea e al Vietnam. La diciottesima edizione di Asian Film Festival presenterà 28 lungometraggi e 2 cortometraggi provenienti da 11 paesi dell’Estremo Oriente (Giappone, Corea del Sud, Cina, Filippine, Hong Kong, Taiwan, Indonesia, Malesia, Thailandia, Vietnam e Singapore), con 5 anteprime internazionali, 6 anteprime europee e numerose anteprime italiane. Il festival si terrà da giovedì 17 a mercoledì 23 giugno 2021, a Roma, al Cinema Farnese (Piazza Campo De' Fiori 56).
    • Campidoglio, finalmente riapre al pubblico il Mausoleo di Augusto

      Campidoglio, finalmente riapre al pubblico il Mausoleo di Augusto

      Giu 22 2021
      ROMA
      Da oggi riapre al pubblico il Mausoleo di Augusto, il più grande sepolcro circolare del mondo antico, emblema della magnificenza architettonica della romanità. Finalmente il monumento torna accessibile a tutti.
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 22 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Asian Film Festival dal 17 a 23 giugno 2021 al Cinema Farnese

      Giu 23 2021
      Cinema Farnese, Roma
      Torna la vetrina sul miglior cinema d’autore dai paesi dell’Estremo Oriente. Una manifestazione che, insieme a proiezioni di film inediti, ha organizzato in passato anche numerose retrospettive dedicate ai maestri e invitato ospiti di gala. Quest'anno un'edizione in sicurezza con molte novità e due giornate-evento speciali dedicate alla Corea e al Vietnam. La diciottesima edizione di Asian Film Festival presenterà 28 lungometraggi e 2 cortometraggi provenienti da 11 paesi dell’Estremo Oriente (Giappone, Corea del Sud, Cina, Filippine, Hong Kong, Taiwan, Indonesia, Malesia, Thailandia, Vietnam e Singapore), con 5 anteprime internazionali, 6 anteprime europee e numerose anteprime italiane. Il festival si terrà da giovedì 17 a mercoledì 23 giugno 2021, a Roma, al Cinema Farnese (Piazza Campo De' Fiori 56).
    • APPUNTAMENTI ON LINE DAI MUSEI CIVICI DI ROMA 24 FEBBRAIO – 2 MARZO 2021

      APPUNTAMENTI ON LINE DAI MUSEI CIVICI DI ROMA 24 FEBBRAIO – 2 MARZO 2021

      Giu 23 2021
      ROMA
      Educare alle mostre, educare alla città propone, lunedì 1 marzo alle 16.30 per la rubrica RACCONTARE LE MOSTRE, l’appuntamento La via delle api, a cura di Massimo Capula, Carla Marangoni e Paola Marzoli. Si parlerà della mostra omonima, allestita al Museo Civico di Zoologia (dal 25 febbraio al 27 giugno 2021), un percorso sensoriale attraverso il mondo delle api e i loro prodotti. IL MAUSOLEO DI AUGUSTO RITROVATO è al centro dell’incontro di martedì 2 marzo alle 16.30, a cura di Elisabetta Carnabuci e Sebastiano La Manna. Per prenotazioni telefonare al numero 060608. Gli incontri sono gratuiti su piattaforma Google Suite e aperti a tutti, una sezione è riservata all’ interlocuzione con i relatori. Si suggerisce di entrare con il browser Google Chrome. info_didatticasovraintendenza@comune.roma.it
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 23 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 24 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • Colore, Calore, Movimento.

      Colore, Calore, Movimento.

      Giu 25 2021
      ROMA
      SALVIAMO IL PIANETA è il messaggio degli scatti esposti a Roma di Rossella Pezzino de Geronimo, tra le più importanti imprenditrici italiane nel settore del riciclo dei rifiuti
    • A QUEL PAESE  di Rogelio López Cuenca

      A QUEL PAESE di Rogelio López Cuenca

      Giu 25 2021
      ROMA
      Prorogata fino al 27 giugno 2021 la mostra A quel paese, prima retrospettiva in Italia dell’artista Rogelio López Cuenca, a cura di Anna Cestelli Guidi e realizzata dalla Real Academia de España en Roma, Acción Cultural Española AC/E, in collaborazione con la Fondazione Baruchello. La retrospettiva di Rogelio López Cuenca, borsista a Roma nel 1995-1996, si compone di 16 opere fortemente rappresentative dei lavori dell’artista andaluso e del suo legame con Roma nato durante il soggiorno all’Accademia e realizzate tra gli inizi degli anni Novanta e oggi. L’esposizione si articola in tre sedi: il nucleo più sostanzioso dei lavori è in mostra negli spazi dell’Accademia di Spagna sul Gianicolo, dove sono eccezionalmente aperti al pubblico anche la terrazza-giardino e lo spazio di co-working. Due opere sono state visibili alla Fondazione Baruchello a Monteverde fino al 5 giugno.
    • ESPOSIZIONE TRIENNALE DI ARTI VISIVE A ROMA

      ESPOSIZIONE TRIENNALE DI ARTI VISIVE A ROMA

      Giu 25 2021
      ROMA
      Il tema di questa quarta edizione sarà ispirato ai cambiamenti globali dell’ultimo ventennio La cultura artistica di Roma si prepara a ripartire con la quarta edizione della Triennale di Arti Visive che inaugurerà domani 11 giugno fino al 15 luglio 2021. Promossa dal Gruppo Start, organizzazione che si occupa di editoria e mostre d’arte internazionali, con il patrocinio morale del Ministero dei Beni Culturali (per quanto riguarda la rassegna presso la Galleria della Biblioteca Angelica) in quest’edizione parteciperanno oltre duecento artisti italiani con trecento opere esposte in cinque spazi espositivi, collocati in palazzi storici della capitale: Palazzo Borghese- Gallerie del Cembalo (Largo Fontanella Borghese 19), Palazzo della Cancelleria (Piazza della Cancelleria 1), Galleria della Biblioteca Angelica (Piazza di S. Agostino 8) Palazzo Velli-Expò (Piazza di Sant’Egidio 10) Medina Roma Art Gallery (Via Angelo Poliziano 32-34-36).
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 25 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • IL CINEMA IN VETRO

      IL CINEMA IN VETRO

      Giu 26 2021
      ROMA
      Dal 25 maggio al 5 settembre 2021 il Museo delle Mura ospita la mostra “Il Cinema in Vetro”, in cui sono esposti i lavori realizzati dagli allievi del corso triennale di Vetrate Artistiche della Scuola d’Arte e dei Mestieri “Ettore Rolli” di Roma Capitale.
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 26 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 27 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Giu 28 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • Chiamala Roma - Fotografie di Sandro Becchetti 1968- 2013

      Chiamala Roma - Fotografie di Sandro Becchetti 1968- 2013

      Giu 28 2021
      ROMA
      Sarà aperta al pubblico dal 27 aprile al 5 settembre 2021 al Museo di Roma in Trastevere la mostra Chiamala Roma - Fotografie di Sandro Becchetti 1968 - 2013, che presenta alcuni dei lavori più importanti realizzati dal fotografo BECCHETTI (Roma,1935-Lugnano in Teverina, 2013).
    • Luciano D’Alessandro. L’ultimo idealista

      Luciano D’Alessandro. L’ultimo idealista

      Giu 28 2021
      ROMA
      È dedicata a Luciano D’Alessandro (Napoli, 1933 - 2016), uno dei massimi interpreti italiani del reportage e dell’immagine sociale, radicale osservatore delle marginalità e delle forme di reclusione, delle utopie collettive e della loro dissoluzione, la mostra antologica Luciano D’Alessandro. L’ultimo idealista, ospitata al Museo di Roma in Trastevere dal 27 aprile al 5 settembre 2021.
    • Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Giu 28 2021
      ROMA
      La Casa del Cinema di Roma è lieta di presentare dal 7 giugno al 4 Luglio 2021 la mostra Vittorio De Sica - Ieri, oggi e domani, realizzata dall'Associazione Teatroantico per celebrare i 120 anni dalla nascita del grande attore e regista. Curata da Giulio D'Ascenzo e Elisabetta Centore, l’esposizione gratuita ripercorre la carriera artistica, sia teatrale che cinematografica, di Vittorio De Sica attraverso locandine teatrali, manifesti, foto buste cinematografiche, immagini, riviste e brochure originali, coprendo un arco temporale che va dal 1923 al 1974, anno della sua scomparsa.
    • EXPERIMENT INSTAGRAM,  Teatro A dialoga con i suoi attori

      EXPERIMENT INSTAGRAM, Teatro A dialoga con i suoi attori

      Giu 28 2021
      TEATRO A
      in programma cinque incontri virtuali ogni lunedì ore 17 in diretta Instagram sul canale della Compagnia Teatro A
    • PREFERISCO CHE RESTIAMO AMICI

      PREFERISCO CHE RESTIAMO AMICI

      Giu 28 2021
      ROMA
      NELL’ARENA DEL TEATRO TOR BELLA MONACA “ARENA ESTATE ASPETTANDO IL FESTIVAL”, UN DEBUTTO NAZIONALE DA NON PERDERE. DA LUNEDÌ 28 A MERCOLEDÌ 30 GIUGNO 2021 MATILDE BRANDI E GIULIANO CAPUANO CON LA REGIA DI FRANCESCO BRANCHETTI NELLA DIVERTENTISSIMA COMMEDIA ROMANTICA “PREFERISCO CHE RESTIAMO AMICI” DI LAURENT RUQUIER, NELLA TRADUZIONE DI GIULIA SERAFINI LE MUSICHE ORIGINALI SONO DI PINO CANGIALOSI.
    • Campidoglio, finalmente riapre al pubblico il Mausoleo di Augusto

      Campidoglio, finalmente riapre al pubblico il Mausoleo di Augusto

      Giu 29 2021
      ROMA
      Da oggi riapre al pubblico il Mausoleo di Augusto, il più grande sepolcro circolare del mondo antico, emblema della magnificenza architettonica della romanità. Finalmente il monumento torna accessibile a tutti.
    • Além de 2020. Arte italiana na pandemia.

      Além de 2020. Arte italiana na pandemia.

      Giu 29 2021
      ROMA
      Arthemisia approda al MAC USP di San Paolo in Brasile con un progetto del tutto inedito e dal respiro internazionale. Per la prima volta al mondo viene presentata la mostra “Além de 2020. Arte italiana na pandemia”, un’esposizione di reazione e di forte ispirazione sociale che presenta circa 40 opere di 30 artisti italiani e il racconto di 10 iniziative che hanno coinvolto centinaia di artisti
    • GOYA FISONOMISTA  Mostra a cura di Juan Bordes

      GOYA FISONOMISTA Mostra a cura di Juan Bordes

      Giu 29 2021
      ROMA
      Per la prima volta in Italia, arriva alla Sala Dalí dell’Instituto Cervantes (piazza Navona,91 Roma) la mostra “Goya Fisonomista” a cura di Juan Bordes. Dopo Madrid, Bordeaux, Algeri e Praga viene esposta anche a Roma, da giovedì 29 aprile fino al 18 settembre 2021, la mostra che raccoglie 38 incisioni di Francisco Goya appartenenti a tre delle sue famose serie: Los Caprichos (29 incisioni), Los Disparates (5 incisioni) e Los Desastres (4 incisioni). Questa accurata selezione che analizza i rapporti dei volti di Goya con i trattati di fisiognomica dell'epoca, si completa con 109 riproduzioni di illustrazioni del XVIII e XIX secolo, oltre a un video.
    • PREFERISCO CHE RESTIAMO AMICI

      PREFERISCO CHE RESTIAMO AMICI

      Giu 29 2021
      ROMA
      NELL’ARENA DEL TEATRO TOR BELLA MONACA “ARENA ESTATE ASPETTANDO IL FESTIVAL”, UN DEBUTTO NAZIONALE DA NON PERDERE. DA LUNEDÌ 28 A MERCOLEDÌ 30 GIUGNO 2021 MATILDE BRANDI E GIULIANO CAPUANO CON LA REGIA DI FRANCESCO BRANCHETTI NELLA DIVERTENTISSIMA COMMEDIA ROMANTICA “PREFERISCO CHE RESTIAMO AMICI” DI LAURENT RUQUIER, NELLA TRADUZIONE DI GIULIA SERAFINI LE MUSICHE ORIGINALI SONO DI PINO CANGIALOSI.
    • PREFERISCO CHE RESTIAMO AMICI

      PREFERISCO CHE RESTIAMO AMICI

      Giu 30 2021
      ROMA
      NELL’ARENA DEL TEATRO TOR BELLA MONACA “ARENA ESTATE ASPETTANDO IL FESTIVAL”, UN DEBUTTO NAZIONALE DA NON PERDERE. DA LUNEDÌ 28 A MERCOLEDÌ 30 GIUGNO 2021 MATILDE BRANDI E GIULIANO CAPUANO CON LA REGIA DI FRANCESCO BRANCHETTI NELLA DIVERTENTISSIMA COMMEDIA ROMANTICA “PREFERISCO CHE RESTIAMO AMICI” DI LAURENT RUQUIER, NELLA TRADUZIONE DI GIULIA SERAFINI LE MUSICHE ORIGINALI SONO DI PINO CANGIALOSI.
    •  MANOLO VALDÉS. Le Forme del Tempo.

      MANOLO VALDÉS. Le Forme del Tempo.

      Lug 01 2021
      ROMA
      La grande mostra dell’artista spagnolo Manolo Valdés a Palazzo Cipolla a Roma – prorogata fino all’11 luglio 2021 grazie all’impegno della Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale, che la promuove, e alla disponibilità della galleria e dei prestatori delle opere – riapre i battenti martedì 27 aprile prossimo con il ritorno del Lazio in “zona gialla”.
    • Conversation Piece | Part VII  Verso Narragonia    Jos de Gruyter & Harald Thys, Benedikt Hipp, Apolonia Sokol

      Conversation Piece | Part VII Verso Narragonia Jos de Gruyter & Harald Thys, Benedikt Hipp, Apolonia Sokol

      Lug 01 2021
      ROMA
      Da lunedì 26 aprile 2021 riapre la mostra Conversation Piece | Part VII, a cura di Marcello Smarrelli, alla Fondazione Memmo, dal lunedì al venerdì, dalle ore 11.00 alle ore 18.00 (chiuso il sabato e la domenica). Protagonisti della settima edizione di Conversation Piece gli artisti Jos de Gruyter & Harald Thys (duo di artisti belga), Benedikt Hipp (vincitore del Premio Roma presso l’Accademia Tedesca Roma Villa Massimo 2020) e Apolonia Sokol (borsista presso Villa Medici - Accademia di Francia a Roma).
    • Colore, Calore, Movimento.

      Colore, Calore, Movimento.

      Lug 02 2021
      ROMA
      SALVIAMO IL PIANETA è il messaggio degli scatti esposti a Roma di Rossella Pezzino de Geronimo, tra le più importanti imprenditrici italiane nel settore del riciclo dei rifiuti
    • ESPOSIZIONE TRIENNALE DI ARTI VISIVE A ROMA

      ESPOSIZIONE TRIENNALE DI ARTI VISIVE A ROMA

      Lug 02 2021
      ROMA
      Il tema di questa quarta edizione sarà ispirato ai cambiamenti globali dell’ultimo ventennio La cultura artistica di Roma si prepara a ripartire con la quarta edizione della Triennale di Arti Visive che inaugurerà domani 11 giugno fino al 15 luglio 2021. Promossa dal Gruppo Start, organizzazione che si occupa di editoria e mostre d’arte internazionali, con il patrocinio morale del Ministero dei Beni Culturali (per quanto riguarda la rassegna presso la Galleria della Biblioteca Angelica) in quest’edizione parteciperanno oltre duecento artisti italiani con trecento opere esposte in cinque spazi espositivi, collocati in palazzi storici della capitale: Palazzo Borghese- Gallerie del Cembalo (Largo Fontanella Borghese 19), Palazzo della Cancelleria (Piazza della Cancelleria 1), Galleria della Biblioteca Angelica (Piazza di S. Agostino 8) Palazzo Velli-Expò (Piazza di Sant’Egidio 10) Medina Roma Art Gallery (Via Angelo Poliziano 32-34-36).
    • PINO BORESTA IL BORESTA CHE NON TI ASPETTI – Un ciclo espositivo in 6 episodi  a cura di Raffaele Gavarro

      PINO BORESTA IL BORESTA CHE NON TI ASPETTI – Un ciclo espositivo in 6 episodi a cura di Raffaele Gavarro

      Lug 02 2021
      ROMA
      Lo spazio Micro Arti Visive di Roma è orgogliosa di annunciare l’imminente inizio dell’ambizioso progetto espositivo IL BORESTA CHE NON TI ASPETTI. Sei episodi che ripercorreranno nell’arco di sei mesi (dal 2 marzo 2021) la vicenda artistica “dell’outsider tra gli outsider”, come lo stesso Pino Boresta ironicamente si autodefinisce.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Lug 05 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • ROMA. NASCITA DI UNA CAPITALE 1870-1915, in occasione dei 150 anni dalla proclamazione.

      ROMA. NASCITA DI UNA CAPITALE 1870-1915, in occasione dei 150 anni dalla proclamazione.

      Lug 05 2021
      ROMA
      Ideata in occasione delle celebrazioni dei 150 anni di Roma Capitale, apre al pubblico dal 4 maggio al 26 settembre 2021 al Museo di Roma a Palazzo Braschi la nuova mostra Roma. Nascita di una capitale 1870-1915 che, ripercorrendo gli eventi storici e le profonde trasformazioni urbanistiche della Terza Roma, vuole proporre una lettura dei fatti in un dialogo intrecciato con la realtà più quotidiana della vita della nuova Capitale, nella sua cronaca minuta e nei suoi diversi aspetti socio - culturali.
    • Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Lug 05 2021
      ROMA
      La Casa del Cinema di Roma è lieta di presentare dal 7 giugno al 4 Luglio 2021 la mostra Vittorio De Sica - Ieri, oggi e domani, realizzata dall'Associazione Teatroantico per celebrare i 120 anni dalla nascita del grande attore e regista. Curata da Giulio D'Ascenzo e Elisabetta Centore, l’esposizione gratuita ripercorre la carriera artistica, sia teatrale che cinematografica, di Vittorio De Sica attraverso locandine teatrali, manifesti, foto buste cinematografiche, immagini, riviste e brochure originali, coprendo un arco temporale che va dal 1923 al 1974, anno della sua scomparsa.
    •  Napoleone Ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

      Napoleone Ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

      Lug 06 2021
      ROMA
      La mostra Napoleone ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria – ospitata al Museo Napoleonico dal 5 maggio, giorno in cui si celebrano i duecento anni dalla morte, al 9 gennaio 2022 – presenta i materiali delle collezioni del museo con l’intento di ricostruire i momenti estremi dell’epopea napoleonica a partire dall’arrivo dell’Imperatore sconfitto sull’isola di Sant’Elena, remoto dominio inglese nell’Atlantico meridionale.
    • Colore, Calore, Movimento.

      Colore, Calore, Movimento.

      Lug 09 2021
      ROMA
      SALVIAMO IL PIANETA è il messaggio degli scatti esposti a Roma di Rossella Pezzino de Geronimo, tra le più importanti imprenditrici italiane nel settore del riciclo dei rifiuti
    • DALLA PARTE DI BEATRICE: AL MUSEO BARRACCO LA VITA NOVA NELLE OPERE DI 10 ARTISTE ITALIANE

      DALLA PARTE DI BEATRICE: AL MUSEO BARRACCO LA VITA NOVA NELLE OPERE DI 10 ARTISTE ITALIANE

      Lug 09 2021
      ROMA
      Inaugura il 9 giugno 2021 (fino al 19 settembre 2021) presso il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco a Roma, la mostra La Vita Nova. L’amore in Dante nello sguardo di 10 artiste, progetto speciale del Comitato Nazionale delle Celebrazioni Dantesche 2021 istituito dal MIC Ministero dei Beni Culturali, promosso da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e con il sostegno della Fondazione Donnaregina di Napoli. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura.
    • ESPOSIZIONE TRIENNALE DI ARTI VISIVE A ROMA

      ESPOSIZIONE TRIENNALE DI ARTI VISIVE A ROMA

      Lug 09 2021
      ROMA
      Il tema di questa quarta edizione sarà ispirato ai cambiamenti globali dell’ultimo ventennio La cultura artistica di Roma si prepara a ripartire con la quarta edizione della Triennale di Arti Visive che inaugurerà domani 11 giugno fino al 15 luglio 2021. Promossa dal Gruppo Start, organizzazione che si occupa di editoria e mostre d’arte internazionali, con il patrocinio morale del Ministero dei Beni Culturali (per quanto riguarda la rassegna presso la Galleria della Biblioteca Angelica) in quest’edizione parteciperanno oltre duecento artisti italiani con trecento opere esposte in cinque spazi espositivi, collocati in palazzi storici della capitale: Palazzo Borghese- Gallerie del Cembalo (Largo Fontanella Borghese 19), Palazzo della Cancelleria (Piazza della Cancelleria 1), Galleria della Biblioteca Angelica (Piazza di S. Agostino 8) Palazzo Velli-Expò (Piazza di Sant’Egidio 10) Medina Roma Art Gallery (Via Angelo Poliziano 32-34-36).
    • ISOLE una videoinstallazione ambientale.

      ISOLE una videoinstallazione ambientale.

      Lug 11 2021
      ROMA
      Dal 10 giugno all’8 agosto 2021 nel Mausoleo di Romolo della Villa di Massenzio sull’Appia Antica sarà visibile al pubblico ISOLE, una videoinstallazione ambientale che racconta simbolicamente il senso d’inquietudine e l’aspirazione al cambiamento che ognuno porta dentro di sé in questo momento storico.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Lug 12 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • Torna l'arte contemporanea a Villa Borghese con Back to Nature 2021 con nuove opere.

      Torna l'arte contemporanea a Villa Borghese con Back to Nature 2021 con nuove opere.

      Lug 12 2021
      ROMA
      Dal 12 maggio al 25 luglio 2021 il parco di Villa Borghese, uno dei parchi storici più famosi e amati di Roma, ospita la seconda edizione di Back to Nature. Arte Contemporanea a Villa Borghese, a cura di Costantino D’Orazio.
    • Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Lug 12 2021
      ROMA
      La Casa del Cinema di Roma è lieta di presentare dal 7 giugno al 4 Luglio 2021 la mostra Vittorio De Sica - Ieri, oggi e domani, realizzata dall'Associazione Teatroantico per celebrare i 120 anni dalla nascita del grande attore e regista. Curata da Giulio D'Ascenzo e Elisabetta Centore, l’esposizione gratuita ripercorre la carriera artistica, sia teatrale che cinematografica, di Vittorio De Sica attraverso locandine teatrali, manifesti, foto buste cinematografiche, immagini, riviste e brochure originali, coprendo un arco temporale che va dal 1923 al 1974, anno della sua scomparsa.
    • Villae Film Festival

      Villae Film Festival

      Lug 12 2021
      ROMA
      Dal 12 al 18 luglio e dal 6 al 12 settembre 2021, l’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este, nei due siti dichiarati dall'UNESCO Patrimonio Mondiale dell'Umanità, Villa Adriana e Villa d’Este, ospita la terza edizione di Villae Film Festival – Quando l’Arte è in movimento rassegna di film in cui l’ARTE, nelle sue molteplici possibilità espressive, è protagonista del racconto.
    • L’inno alla vita di Nina Maroccolo.

      L’inno alla vita di Nina Maroccolo.

      Lug 15 2021
      ROMA
      La rivoluzione degli eucalipti di Nina Maroccolo è il nuovo, inedito concept espositivo ospitato alla Galleria d’Arte Moderna di Roma, promosso da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, ideato dalla stessa artista. Mostra a cura di Plinio Perilli. Il catalogo d’arte, vera sinestesia tra le opere e un denso e visionario romanzo lirico, è edito da Disvelare edizioni, primo volume della collana Le Sibille, curato da Officina Mirabilis. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura.
    • TEMPO BAROCCO IN MOSTRA  A PALAZZO BARBERINI

      TEMPO BAROCCO IN MOSTRA A PALAZZO BARBERINI

      Lug 15 2021
      ROMA
      Il progetto Tempo Barocco nasce da un'idea che Francesca Cappelletti ha condiviso con me nel 2017 e che lei ha sviluppato in questi anni”, afferma Flaminia Gennari Santori, che prosegue: “Costruire insieme questa mostra con la quale inauguriamo il nuovo spazio per le esposizioni temporanee è stato davvero entusiasmante. Ora che Francesca dirige la Galleria Borghese, questa mostra diventa anche una magnifica occasione per dare avvio ad una relazione e ad un confronto proficui tra due musei che con il loro patrimonio sono certamente tra i più rilevanti nel racconto di un’epoca e della sua arte, nel contesto nazionale e internazionale”.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Lug 19 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani

      Lug 19 2021
      ROMA
      La Casa del Cinema di Roma è lieta di presentare dal 7 giugno al 4 Luglio 2021 la mostra Vittorio De Sica - Ieri, oggi e domani, realizzata dall'Associazione Teatroantico per celebrare i 120 anni dalla nascita del grande attore e regista. Curata da Giulio D'Ascenzo e Elisabetta Centore, l’esposizione gratuita ripercorre la carriera artistica, sia teatrale che cinematografica, di Vittorio De Sica attraverso locandine teatrali, manifesti, foto buste cinematografiche, immagini, riviste e brochure originali, coprendo un arco temporale che va dal 1923 al 1974, anno della sua scomparsa.
    • MIRCEA CANTOR A VILLA MEDICI

      MIRCEA CANTOR A VILLA MEDICI

      Lug 20 2021
      ROMA
      Prendendo spunto da un repertorio iconografico e iconologico universale, rappresentato da immagini e gesti semplici, appartenenti alla quotidianità, Mircea Cantor riflette sulle componenti storiche e culturali che plasmano la realtà e sulle varie sfumature semantiche che l’articolano. Tale procedimento di osservazione trae spesso origine dall’esperienza individuale dell’artista, avvenuta al principio in Romania e poi in Francia, e si esplicita attraverso molte forme linguistiche alcune delle quali rappresentate a Roma in occasione del suo esordio individuale a Villa Medici. Si tratta di diversi lavori, alcuni dei quali concepiti per l’occasione, e distribuiti in vari ambienti sparsi nei giardini dell’Accademia, instaurando un sottile dialogo tra contemporaneità e patrimonio.
    • Pop Corn Festival del Corto dal 23 al 25 Luglio a Porto Santo Stefano

      Pop Corn Festival del Corto dal 23 al 25 Luglio a Porto Santo Stefano

      Lug 23 2021
      Porto Santo Stefano, Argentario
      Il tema è “Libertà: forme e colori dell’essere umani”. 4/a edizione del “Pop Corn Festival del Corto”, sull’Argentario torna il festival internazionale di cortometraggi. In giuria varie nuove entrate, tra cui l’attrice Euridice Axen e il noto regista Federico Moccia. Il Festival si terrà nella bella cornice dell'Argentario a Porto Santo Stefano
    • Pop Corn Festival del Corto dal 23 al 25 Luglio a Porto Santo Stefano

      Pop Corn Festival del Corto dal 23 al 25 Luglio a Porto Santo Stefano

      Lug 24 2021
      Porto Santo Stefano, Argentario
      Il tema è “Libertà: forme e colori dell’essere umani”. 4/a edizione del “Pop Corn Festival del Corto”, sull’Argentario torna il festival internazionale di cortometraggi. In giuria varie nuove entrate, tra cui l’attrice Euridice Axen e il noto regista Federico Moccia. Il Festival si terrà nella bella cornice dell'Argentario a Porto Santo Stefano
    • Pop Corn Festival del Corto dal 23 al 25 Luglio a Porto Santo Stefano

      Pop Corn Festival del Corto dal 23 al 25 Luglio a Porto Santo Stefano

      Lug 25 2021
      Porto Santo Stefano, Argentario
      Il tema è “Libertà: forme e colori dell’essere umani”. 4/a edizione del “Pop Corn Festival del Corto”, sull’Argentario torna il festival internazionale di cortometraggi. In giuria varie nuove entrate, tra cui l’attrice Euridice Axen e il noto regista Federico Moccia. Il Festival si terrà nella bella cornice dell'Argentario a Porto Santo Stefano
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Lug 26 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • IL CINEMA IN VETRO

      IL CINEMA IN VETRO

      Lug 26 2021
      ROMA
      Dal 25 maggio al 5 settembre 2021 il Museo delle Mura ospita la mostra “Il Cinema in Vetro”, in cui sono esposti i lavori realizzati dagli allievi del corso triennale di Vetrate Artistiche della Scuola d’Arte e dei Mestieri “Ettore Rolli” di Roma Capitale.
    • Chiamala Roma - Fotografie di Sandro Becchetti 1968- 2013

      Chiamala Roma - Fotografie di Sandro Becchetti 1968- 2013

      Lug 28 2021
      ROMA
      Sarà aperta al pubblico dal 27 aprile al 5 settembre 2021 al Museo di Roma in Trastevere la mostra Chiamala Roma - Fotografie di Sandro Becchetti 1968 - 2013, che presenta alcuni dei lavori più importanti realizzati dal fotografo BECCHETTI (Roma,1935-Lugnano in Teverina, 2013).
    • Luciano D’Alessandro. L’ultimo idealista

      Luciano D’Alessandro. L’ultimo idealista

      Lug 28 2021
      ROMA
      È dedicata a Luciano D’Alessandro (Napoli, 1933 - 2016), uno dei massimi interpreti italiani del reportage e dell’immagine sociale, radicale osservatore delle marginalità e delle forme di reclusione, delle utopie collettive e della loro dissoluzione, la mostra antologica Luciano D’Alessandro. L’ultimo idealista, ospitata al Museo di Roma in Trastevere dal 27 aprile al 5 settembre 2021.
    • Além de 2020. Arte italiana na pandemia.

      Além de 2020. Arte italiana na pandemia.

      Lug 29 2021
      ROMA
      Arthemisia approda al MAC USP di San Paolo in Brasile con un progetto del tutto inedito e dal respiro internazionale. Per la prima volta al mondo viene presentata la mostra “Além de 2020. Arte italiana na pandemia”, un’esposizione di reazione e di forte ispirazione sociale che presenta circa 40 opere di 30 artisti italiani e il racconto di 10 iniziative che hanno coinvolto centinaia di artisti
    • GOYA FISONOMISTA  Mostra a cura di Juan Bordes

      GOYA FISONOMISTA Mostra a cura di Juan Bordes

      Lug 29 2021
      ROMA
      Per la prima volta in Italia, arriva alla Sala Dalí dell’Instituto Cervantes (piazza Navona,91 Roma) la mostra “Goya Fisonomista” a cura di Juan Bordes. Dopo Madrid, Bordeaux, Algeri e Praga viene esposta anche a Roma, da giovedì 29 aprile fino al 18 settembre 2021, la mostra che raccoglie 38 incisioni di Francisco Goya appartenenti a tre delle sue famose serie: Los Caprichos (29 incisioni), Los Disparates (5 incisioni) e Los Desastres (4 incisioni). Questa accurata selezione che analizza i rapporti dei volti di Goya con i trattati di fisiognomica dell'epoca, si completa con 109 riproduzioni di illustrazioni del XVIII e XIX secolo, oltre a un video.
    • L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      L’EREDITÀ DI CESARE E LA CONQUISTA DEL TEMPO

      Ago 02 2021
      ROMA
      Roma, 8 febbraio 2021 - L’eredità di Cesare e la conquista del tempo è un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini. Questi straordinari calendari incisi nel marmo, dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini. Tra le righe scolpite nel marmo è narrata la storia di Roma che tutti studiano sui libri scolastici e, spesso, al visitatore frettoloso sfugge la menzione di personaggi universalmente noti, Romolo, Tarquinio il Superbo, Giulio Cesare, Augusto, al pari di famose battaglie e importanti conquiste.
    • PINO BORESTA IL BORESTA CHE NON TI ASPETTI – Un ciclo espositivo in 6 episodi  a cura di Raffaele Gavarro

      PINO BORESTA IL BORESTA CHE NON TI ASPETTI – Un ciclo espositivo in 6 episodi a cura di Raffaele Gavarro

      Ago 02 2021
      ROMA
      Lo spazio Micro Arti Visive di Roma è orgogliosa di annunciare l’imminente inizio dell’ambizioso progetto espositivo IL BORESTA CHE NON TI ASPETTI. Sei episodi che ripercorreranno nell’arco di sei mesi (dal 2 marzo 2021) la vicenda artistica “dell’outsider tra gli outsider”, come lo stesso Pino Boresta ironicamente si autodefinisce.
    • PSICOLOGI

      PSICOLOGI

      Ago 04 2021
      Vulci
      VULCI ACOUSTIC FEST 2021 Concerti al Tramonto mercoledi 4 agosto 2021 ore 19,00 Parco Naturalistico Archeologico di Vulci a Montalto di Castro
    • ROMA. NASCITA DI UNA CAPITALE 1870-1915, in occasione dei 150 anni dalla proclamazione.

      ROMA. NASCITA DI UNA CAPITALE 1870-1915, in occasione dei 150 anni dalla proclamazione.

      Ago 05 2021
      ROMA
      Ideata in occasione delle celebrazioni dei 150 anni di Roma Capitale, apre al pubblico dal 4 maggio al 26 settembre 2021 al Museo di Roma a Palazzo Braschi la nuova mostra Roma. Nascita di una capitale 1870-1915 che, ripercorrendo gli eventi storici e le profonde trasformazioni urbanistiche della Terza Roma, vuole proporre una lettura dei fatti in un dialogo intrecciato con la realtà più quotidiana della vita della nuova Capitale, nella sua cronaca minuta e nei suoi diversi aspetti socio - culturali.
    •  Napoleone Ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

      Napoleone Ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

      Ago 06 2021
      ROMA
      La mostra Napoleone ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria – ospitata al Museo Napoleonico dal 5 maggio, giorno in cui si celebrano i duecento anni dalla morte, al 9 gennaio 2022 – presenta i materiali delle collezioni del museo con l’intento di ricostruire i momenti estremi dell’epopea napoleonica a partire dall’arrivo dell’Imperatore sconfitto sull’isola di Sant’Elena, remoto dominio inglese nell’Atlantico meridionale.