Modelle : Eva 

Sfida al top Herzigova contro Sklenarikova

Per Roma, e soprattutto per la gioia dei maschietti, sarebbe stato un bel colpo: vedere sfilare sulla stessa passerella, nella stessa serata Eva Herzigova e Adriana Sklenarikova. Invece il pubblico dovrà accontentarsi della sola Adriana, perché la bella Eva ha dato forfait alla Playtex, la casa di reggiseni che ha organizzato la sfilata. All'origine della rinuncia ci sarebbe un'antica rivalità tra le due top che ha spinto la Herzigova a restare a casa pur di non dividere la scena con la collega.
I battibecchi fra le due sarebbero iniziati anni fa, quando entrambe erano in ballo per presentare il festival di San Remo. In quell'occasione la Herzigova tirò fuori le unghie (peraltro curatissime) e disse: "Adriana è del tutto inadatta a condurre una manifestazione importante come il Festival di Sanremo".
Da allora pare non abbiano ancora sepolto l'ascia di guerra.


MARILYN DELL'EST

Dal 1989, anno della Rivoluzione di Velluto, in cui lasciò la nativa Cecoslovacchia, Herzigova è divenuta uno dei volti più noti nell'universo della moda. Scelta all'inizio del 1992 dalla GUESS? come testimonial pubblicitaria, succede alla onnipresente Claudia Shiffer ed apre le porte all'ondata di modelle provenienti dall'Europa dell'Est. Quale migliore occasione per conquistare un posto tra le'divine'? Le successive campagne di L'Oréal e Wonderbra rinforzano la sua immagine di Marilyn degli anni '90, anche se Eva tiene a precisare che con la indimenticabile diva americana ha in comune solo le curve. Nata il 10 marzo 1973 a Litvinov, paesino di montagna della Repubblica Ceca, diviene fotomodella per caso. Durante una visita a dei parenti a Praga, la sua migliore amica Pauline la convince a partecipare ad un concorso di bellezza organizzato da una agenzia francese. Vince e sei mesi più tardi, a soli 16 anni, è a Parigi. Il resto è storia. La top model intellettuale, come è definita, non solo parla correntemente quattro lingue, ceco, russo, inglese e francese, ma ama anche viaggiare, cucinare, leggere e giocare a tennis. Famosa è la sua immagine, opera di Peter Lindbergh, scelta per il calendario Pirelli del 1996 e le varie copertine di Elle, Marie Claire, Vogue America, GQ sono la testimonianza della preferenza accordatale dai maggiori stilisti internazionali come Valentino, Versace, Yves Saint Laurent, Givenchy ,Calvin Klein solo per citarne alcuni. 'Quella della modella è una professione molto dura, dove raramente si lavora per più di due giorni con le stesse persone. Ci si può sentire molto soli, lontano da famiglia e dagli amici. Per raggiungere buoni risultati è necessario essere disponibili, forti e molto professionali' afferma la top. Come molte altre colleghe, la bionda Eva è una saggia imprenditrice di se stessa, e pensando al futuro nel mondo dello spettacolo, partecipa al Festival di Sanremo, edizione del 1998 accanto a Raimondo Vianello e a Veronica Pivetti. Conquista così la simpatia del pubblico italiano e straniero, ma il sogno nel cassetto è fare l'attrice. Dopo aver girato 'Les Anges Guardien' con Gerard Depardieu, nel 1998 il regista italiano Vincenzo Salemme le offre il ruolo di co-protagonista nel film 'L'amico del cuore' che riscuote un grandissimo successo di critica e pubblico. Appassionata di cucina italiana, francese e giapponese ha una passione per lo champagne. Sembra che il suo ex marito Tico Torres, batterista del gruppo rock Bon Jovi, l'abbia conquistata facendole sorvolare New York di notte con il suo jet privato e sorseggiando lo spumante francese con le bollicine. Quanta strada dalla piccola Litvinov per questa bionda Marilyn dell'Est, che nonostante il successo, a volte desidera bere una semplice vodka sbattendo il pugno sul tavolo come fanno dalle sue parti.

Home