Modelle : Laetitia 

Laetitia Casta abbandona le sfilate:
da grande vuole fare l'attrice

La top model francese, Laetitia Casta, ha annunciato il suo addio alle passerelle e ha spiegato che d'ora in poi si dedicherà anima e corpo alla sua unica passione: il cinema. E così, un'altra star della moda, abbandona le sfilate, che le hanno dato fama, visibilità e soldi, per darsi alla settima arte. Finora, tra le decine delle top che hanno tentato questa carriera, poche hanno lasciato un segno. Claudia Schiffer, proprio ieri, è stata accolta da un'ondata di fischi alla presentazione dle suo film a Venezia. Delle performance cinematografiche di Naomi Campbell pochi ricordano qualcosa, se non che si trattò di un clamoroso flop. Ma la bella Casta, per anni testimonial eccellente di Yves Saint-Laurent, non sembra intimorita da simili precedenti. La scintilla per il grande schermo sarebbe scoppiata lo scorso anno, quando ha girato la fiction "La bicicletta blu". Alla stampa la ex-presentatrice di San Remo ha detto che per lei sarebbe più facile rimanere nella moda: "Ma ho bisogno di crescere - ha detto - e realizzare progetti artistici. E spero che mi vengano offerte parti vere". Le aziende che hanno sottoscritto con la top model contratti pubblicitari miliardari, però, non temano: la Casta ha promesso che onorerà tutti gli impegni già sottoscritti.


"Les âmes fortes", il nuovo film della Casta

Si pronuncia "letizia", si scrive alla latina. Si gioca sulla verosimiglianza del suo cognome (al suo carattere) per poi ammettere che casti sono i suoi fans. Cioè coloro che non oserebbero alzare un solo velo di dubbio sulle qualità della loro beniamina, capace di sollevare emozioni e palpitazioni, capace dopo sanremo di moltiplicare per 100, per 1000 e per 10.000 i propri estimatori. Sarà vero o sarà falso ? Giù le mani dal dubbio: Laetitia esiste, non solo nei nostri sogni ma anche nella realtà! In questi giorni si gira "Les âmes fortes", in un casale del 1808 nella campagna di Grignan nella Drôme. È il quarto film di Laetitia Casta, dopo l'ameno "Asterix e Obelix contro Cesare", il sentimental-patriottico "La bicicletta blu" visto anche in Italia su RaiDue, lo spagnolissimo "Jitano" dov'era la cattiva alla conquista della libertà in un mondo macho. Il quarto e il più difficile: perché il suo personaggio la obbliga a confrontarsi con le varie facce di sé, ragazzina festante e icona della bellezza sui media e sul web, spontanea e oculata, vera e virtuale, persino giovane e vecchia. E la fotografia che abbiamo pescato le rende merito. Eppure, siate cosresi e consetoite a questo girmalista uomo che redige quetsa poche righe di esrimere moti di dissenso rispetto all'omologazine generale: a noi Laetitia non piace. Se saremo scomunicati dall'opinine pubblica, pazienza!, vuol dire che pagheremo in soldoni lo scotto della nostra schiettezza. Ma se la Casta non ci esalta, allora chi? Qualche bellezza più mediterranea, più corvina, più colpevolmente sensuale. Lei no, è casta e quindi non è colpevole di nulla, nemmeno di questo peccatuccio non originale al quale i nostri sensi spesso vorrebbero indugiare...


LAETITIA, SIMBOLO DEL NUOVO MILLENNIO

Non soddisfatta di aver rivoluzionato l'universo delle passerelle grazie alle sue misure, 1,71 d'altezza, decisamente insolite per una modella, Laetitia Casta non smette di sorprendere: debutterà sul piccolo schermo, nella fiction 'Bicicletta blu' di Thierry Binisti in onda il 27, 28 e 29 giugno su Rai Due. La miniserie, ispirata al romanzo di Regine Desforges che ha venduto 10 milioni di copie, è una sorta di Via col Vento, ambientata nella Francia della Seconda guerra mondiale e la bella Laetitia vestirà i panni della protagonista. Dopo la fiction le novità proseguono sul grande schermo, infatti la top-model girerà il film 'Le anime forti' di Raul Ruiz. 22 anni e una carriera fulminante per quel mix d'innocenza e sensualità sprigionato dalla sua bellezza, Laetitia Casta ha deliziato le collezioni di John Galliano, Jean Paul Gaultier, Yves Saint Laurent, Chanel, Lacroix ed è apparsa su centinaia di copertine in tutto il mondo. Nel 1999 Rolling Stone la consacra 'Modella dell'anno' e Paris Match 'la più bella del mondo'. Volto dell'Oréal, corpo dei jeans Guess e della biancheria Victoria Secret's, è celebre il suo topless nel calendario Pirelli 99 immortalato dal grande Herb Ritts. Con la sua freschezza conquista persino la difficile platea del Festival di Sanremo , incubo di dive e soubrette, e poco dopo esce il suo primo film 'Asterix contro Cesare' dove interpreta il piccolo ruolo di Falpalà al fianco di Benigni e Depardieu. Il 23 novembre scorso i sindaci francesi scelgono la sua immagine per rappresentare Marianna, simbolo della Repubblica, un onore toccato solo a Brigitte Bardot e a Catherine Deneuve e successivamente, come tutte le vere dive, pubblica la sua autobiografia con foto realizzate da maestri dell'obiettivo come e Helmut Newton, Ritts, Scavullo e Issermann. Divenuta modella per caso, durante le vacanze in Corsica, il fotografo Frédéric Cressaux la nota e la porta a Parigi, dove le sue curve anni 50, che all'inizio sembrano penalizzarla, diverranno la sua fortuna. Dopo il primo servizio su Glamour Italia sfonda sui mercati francese e americano e diventa protagonista assoluta delle campagne moda più importanti. Oggi vive con la famiglia a Noisy-le-grand vicino Parigi, nonostante il successo è rimasta la ragazza semplice della porta accanto. I gossip le attribuiscono vari flirt, ma Laetitia non permette intrusioni nella sua vita privata. E' questa ragazza deliziosa il simbolo del 2000.

CLICCA SULLE FOTO PER ALLARGARLE

CLICK TO ENLARGE PHOTOS

   
   
      
 
   
 
   
  
 

 

Home