Pagina 1 di 5

Divertirsi a Roma per Natale

Musei in Musica alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea

Sabato 9 diecembre 2017
dalle ore 20.00 alle 22.30
In occasione di Musei in Musica alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea si esibirà Techne Trio, un ensemble femminile (violino, violoncello e pianoforte) che sa unire passione, temperamento e abilità.
Giovanna De Rubertis (pianoforte), Francesca Romana Fioravanti (violino) e Nagypal Eszter (violoncello) sono tre musiciste provenienti da vari Conservatori e dedite all’approfondimento della Musica da Camera nella quale si sono perfezionate.

Viale delle Belle Arti, 131


Cori sotto l'albero a Galleria Esedra

venerdì 15 dicembre 2017
dalle ore 20.30 alle ore 22.00
Concerto nell’ambito del Festival dell’Avvento Cori sotto l’albero VII edizione
Coro Centonote, direttore Rino Andolfi
“Christmas is here” brani della tradizione

Natale in 2 due tempi

Sabato 16 dicembre 2017 ore 15.30
Indirizzo: Largo 3 Giugno 1849 Zona: Quartiere Gianicolense (Roma ovest)
Concerto delle classi di canti lirico e moderno della SPM Donna Olimpia
Canto lirico
“A Ceremony of Carols”. Benjamin Britten è stato uno dei più grandi compositori inglesi del Novecento. Pianista e direttore d’orchestra di grande livelllo , è un compositore raffinatissimo e originale, pur rimanendo sempre nell’ambito della musica tonale. “A Ceremony of Carols” é nata durante il viaggio di ritorno dagli USA, nel 1942. il viaggio durò molto più a lungo del previsto e, durante una sosta a Halifax (Nova Scotia), Britten scovò una raccolta di poesie medioevali “The English Galaxy of Shorter Poems” in gran parte anonimi e scritti in Middle English. Alcune di queste poesie furono messe in musica; concepita originariamente come una serie di brani staccati, fu in seguito unificata in un’unica opera, preceduta e seguita da una sequenza gregoriana. L’organico è composto da un coro di voci bianche (o femminili) e arpa (o pianoforte).

La showgirl Aida Yespica ha raccontato di una aver subito violenza da piccola: “Avevo 5 o 6 anni e c’era una persona con la gobba che abusava di me”.

Poi un’altra rivelazion: “Io ero infedele, perché sapevo che gli uomini erano degli st….”. Ha avuto numerosi  filrt e delle storie attribuite alla Yespica nel corso degli anni: la prima storia importante è stata nel 2004 con Francesco Facchinetti. Poi il fidanzamento con il calciatore Matteo Ferrari che l’ha fatta diventare mamma del piccolo Aron (8 anni). Nel luglio 2012 il matrimonio con l’avvocato venezuelano Leonardo Gonzales, finito nel febbraio 2013 (e celebrato a Las Vegas). Poi è la volta del flirt-lampo con il finanziere britannico Roger Jenkins e dello sposalizio sfumato con Enrico Romeo. E finalmente si arriva all’estate scorsa: i 35 anni di Aida (è nata il 15 luglio 1982) sono quelli in cui incontra a Ibiza Giuseppe Lama, detto Geppy: imprenditore napoletano di trent’anni, terzo di tre fratelli, figlio di una famiglia che lavora nell’ambito dell’ottica a livello mondiale. Con lui, la Yespica è diventata un’altra donna: “Non mi piace dire le bugie, non ci riesco, e io non vorrei più fare una cosa che non vorrei mi facessero”: stop ai tradimenti e viva la fedeltà. Si spera almeno.  

Una equipe di chirurghi plastici-anestesisti-rianimatori-endocrinologi e nutrizionisti, guidati dal Prof. Beniamino Palmieri (Università di Modena) ha messo a punto questo originale progetto di correzione ricostruttiva e plastico-estetica di patologia della parete addominale con rimodellamento cosmetico del profilo e riduzione del peso corporeo. Ciò si ottiene integrando una dieta chetogenica perioperatoria (dieta che predispone al dimagrimento) col ripristino della funzionalità della parete addominale, eventualmente anche con uso avanzato di reti (round mesh ed altre) e di lipoemulsione ultrasonica.

Intraoperatoriamente, viene sottratto un certo volume di tessuto adiposo (il maggiore possibile, compatibilmente con la tecnica chirurgica) predisponendo il paziente ad attivare anche nelle settimane successive la lipolisi (cioè il discioglimento del grasso superfluo).

Nell’immediato postoperatorio viene intrapresa assistenza fisioterapica rivolta ad ottimizzare il ripristino delle funzioni muscolari allo scopo di proseguire il processo di combustione dei grassi con dispendio energetico attivo.

Risultati:

  • miglioramento del profilo corporeo, superiore alle tecniche tradizionali;

  • riduzione perioperatoria del peso da 5 a 7 Kg;

  • miglioramento posturale (valutato pre e postoperativamente), specie di prevenzione di lombalgie e di alcuni disturbi della minzione femminile;

  • correzione di ginecomastia associata, senza cicatrici (per pazienti di sesso maschile)

 Storia del metodo: la messa a punto di questa tattica chirurgica è frutto di numerosi studi eseguiti presso l’Università di Modena (vedi Bibliografia) e riguardanti la risposta metabolica al rimodellamento del grasso corporeo, al ripristino funzionale dei muscoli della parete addominale, alla nutrizione perioperatoria, all’uso di reti a scopo contenitivo e di supporto della postura e della funzionalità vertebrale. L’utilizzo integrato di tecniche anestesiologiche, nutrizionali, riabilitative sullo sfondo dell’atto chirurgico, ha consentito di attuare in una sintesi efficace, una tipologia di intervento che coniuga la funzionalità con l’estetica ed il benessere psicofisico, derivante da un sensibile miglioramento dell’immagine di sé, con una migliore capacità di attivare le funzioni articolari e muscolari del corpo al fine di mantenere un equilibrio di peso.

 


Affittare ville di lusso a Capalbio
Troverai case di lusso in affitto, con piscine private, sauna e centro benessere privato.


”Diete” La tua DIETA on line

Dimagrisci con la dietista di Okmedicina DIETE

Viviroma.it
Visitare Capalbio