14 giugno: appuntamento al Giardino di Sant'Alessio

Sabato, 09 Giugno 2018

Vi sono eventi formali di presentazione di romanzi, impeccabili ma asettici, d'effetto ma artificiosi.

 

Quello di giovedì scorso, invece, in occasione della prima presentazione romana del romanzo " Sei mia. Un amore violento" di Eleonora de Nardis ed edito da Bordeaux, è stato un festival di emozioni intense e autentiche, sul palco fortemente evocativo e simbolico del chiostro del Palazzo del Buon Pastore a Trastevere.


La prima sorpresa all' autrice l' ha fatta Sabrina Alfonsi, presidente del I Municipio che, nonostante i plurimi impegni professionali, ha tenuto ad esserci e ha inaugurato l' evento sottolineando l' importanza di preservare l' unicità di un luogo come quello della Casa internazionale delle Donne, di recente protagonista di una querelle con il Campidoglio.


Con la regia della giurista Elena Luviso e la moderazione dell' antropologa Gioia Longo De Cristofaro si sono susseguiti gli interventi professionali e davvero molto sentiti del criminogo Marco Strano, della giornalista di RaiNews24 Laura Tangherlini, della sessuologa Valeria Randone e dell' avvocato Andrea Catizone che hanno manifestato grande ammirazione per il coraggio della scrittura su un tema tanto delicato come la violenza di genere e apprezzamento nei confronti dello stile del  libro che è un romanzo in forma di diario ispirato a vicende realmente accadute.


 Il libro è un inno alla vita e all’impegno quotidiano, al sapere assaporare il nutrimento degli sguardi puri che anche ieri l' autrice ha donato ai suoi figli tra il pubblico, condividendo, con generosità, le sue emozioni, senza filtri. Forse perché solo svelando l’implicito si può andare verso un costruttivo futuro.
Sorprendentemente toccanti le letture interpretate dalla notevole attrice Silvia Gallerano davanti a una platea davvero gremita ma in assoluto silenzio.


In conclusione, all' autrice è stata dedicata una suggestiva poesia sul tema della violenza sulle donne da una coriacea Edda Billi, pietra miliare delle lotte femministe in Italia. Applausi e commozione nel chiostro mentre si affacciava la luna in cielo e l' autrice firmava, confusa e felice, le copie del suo "Sei mia". Una serata autentica, davvero speciale.


Grazie a tutti gli intervenuti e appuntamento la prossima settimana all' Aventino...